Giornata della Memoria
Eventi e cultura

Giornata della Memoria 2018, a Trani un mese d'iniziative

In programma mostra fotografica, rappresentazioni teatrali, laboratori ed incontri con autori

A quale età è opportuno iniziare ad affrontare tematiche quali le persecuzioni razziali e la Shoah? Da questo interrogativo nasce l'idea dell'assessorato alle culture della Città di Trani, in collaborazione con Fondazione Seca, Miranfù, Marluna Teatro, Ideando Adv e Palazzo Beltrani di organizzare un calendario di eventi collegati alla Giornata della Memoria 2018.

Dal binario 21 della stazione centrale di Milano, trasformato oggi in memoriale della Shoah, partivano i convogli carichi di deportati ebrei diretti ai campi di sterminio nazisti. E "Binario 21" è il nome della prima delle due esperienze culturali di questo progetto. Distribuito in più giornate, è stato ideato nella sua articolazione dalla compagnia Marluna Teatro di Trani col supporto organizzativo di Ideando Adv e poi coordinato dall'assessorato che ha coinvolto nel progetto anche Palazzo Beltrani.

Binario 21, rivolto non solo agli studenti delle scuole medie e superiori, ma a tutto il pubblico della città e dintorni, si articola in tre proposte contemporaneamente fruibili a Palazzo Beltrani: una performance teatrale, presentata all'interno di una carrozza di un treno merci, liberamente ispirata alle testimonianze di chi ha viaggiato su uno dei treni partiti dal Binario 21; una mostra fotografica allestita, con testimonianze di lettere e ritrovamenti all'interno dei campi di concentramento di Auschwitz–Birkenau; la proiezione di un documentario-concerto prodotto dal Museo statale di Auschwitz–Birkenau.

"Il violino di Auschwitz", invece, è il nome della seconda esperienza culturale, pensata da Fondazione Seca e libreria Miranfù, sempre con il supporto dell'assessore Felice Di Lernia. L'iniziativa, presso il polo museale, è rivolta agli studenti della scuola elementare e media ed alle famiglie. Il "violino della shoah" è un violino Collin-Mèzin che ha vissuto in prima persona il dramma della shoah. Nel 2014 Carlo Alberto Carutti, nell'ambito di un progetto di recupero di strumenti musicali della Seconda Guerra Mondiale, trova presso un antiquario di Torino un violino Collin-Mèzin con una stella di Davide incisa sul retro della cassa. All'interno vi scova un cartiglio con delle note musicali, una scritta in tedesco ed il numero 168007, il numero che scopre essere stato di Enzo Levy Segre.

Da questa storia nasce il calendario di appuntamenti che prevede laboratori artistici, una mostra fotografica, rappresentazioni teatrali, cineforum e soprattutto la presentazione del libro "Il violino di Auschwitz" e l'incontro con la scrittrice Anna Lavatelli.
  • Comune di Trani
Altri contenuti a tema
Trasporto pubblico locale nella stagione estiva, fissato un incontro pubblico Trasporto pubblico locale nella stagione estiva, fissato un incontro pubblico Si svolgerà lunedì a Palazzo di Città
Famiglia senza casa, l'assessore Ciliento: «Non ci siamo voltati dall’altra parte» Famiglia senza casa, l'assessore Ciliento: «Non ci siamo voltati dall’altra parte» Trovata una soluzione condivisa che diventerà concreta nelle prossime ore
Centro polivalente per minori, al via le attività estive Centro polivalente per minori, al via le attività estive Oggi l'incontro con le famiglie ammesse al servizio
A scuola di protezione civile: dimostrazione alla Grotta azzurra A scuola di protezione civile: dimostrazione alla Grotta azzurra Incontro tra studenti e i volontari del Soccorso alpino e speleologico
Verde pubblico e manutenzione, aggiudicazione incerta per tutte le gare Verde pubblico e manutenzione, aggiudicazione incerta per tutte le gare Il consigliere Lima (FdI): «Come mai non si sa nulla? Basta proroghe»
Trani t'incanta: il Comune alla ricerca d'idee per attività d'intrattenimento Trani t'incanta: il Comune alla ricerca d'idee per attività d'intrattenimento L'avviso pubblico rivolto ad operatori del commercio e turismo. Domande entro l'11 giugno
Lavori alla pista di pattinaggio: le mamme chiedono, Patrizia Cormio risponde Lavori alla pista di pattinaggio: le mamme chiedono, Patrizia Cormio risponde La consigliera (Pd): «Chiedo scusa se le allieve potranno allenarsi su una struttura a norma»
1 Abusivismo e case popolari, dirigenti Arca disponibili a collaborare con il Comune Abusivismo e case popolari, dirigenti Arca disponibili a collaborare con il Comune Il consigliere Santorsola: «Attivate nuove procedure per ridurre la morosità storica»
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.