esplosione di una stella
esplosione di una stella
Vita di città

Il dolore per la morte di Giuseppe in una struggente lettera d'amore della sua fidanzata

E' stampata su volantini sparsi nella città con l'immagine del giovane deceduto domenica in un incidente stradale

Quando una stella, una stella grande, bella, muore, milioni di frammenti si spargono nell'Universo e diventano altre stelle, altri pianeti. Moltiplica la sua luce.

La morte di Giuseppe Lestingi, nel pieno della sua giovinezza e dei suoi sogni, da realizzare insieme alla sua fidanzata, accompagnato dai suoi genitori, dai suoi cari, è una di quelle tragedie che è sempre penoso raccontare.

Cristina, la fidanzata che era con lui sulla moto e cui era stretta un attimo prima che Giuseppe andasse in Cielo, dal letto di ospedale , ha lasciato alle righe di una lettera il tentativo di esprimere un dolore che è davvero impossibile raccontare.

Questa lettera, non sappiamo se per volontà di Cristina o iniziativa degli amici dei due ragazzi, è da ieri stampata su volantini che sono sparsi nella città , un po' ovunque, quasi un modo più veloce perchè arrivino a Giuseppe, perchè senta quanto Amore è e sarà sempre legato alla sua anima bella, per farGli giungere il "grazie" di averle salvato la vita con le sue ali, mentre Lui diventava un angelo.

Come coriandoli che accompagnano i frammenti di luce della stella esplosa in questo piccolo, immenso universo della nostra città.

Non è stato facile riportare queste righe neanche per chi scrive, pur non avendo mai conosciuto Giuseppe, dense come sono di strazio, del racconto di ciò che era e di ciò che un giorno questo amore e questa giovane Vita avrebbe potuto realizzare.

E essendo superfluo provare ancora a commentarle, le riportiamo qui di seguito.

Con l'abbraccio congiunto e commosso della redazione di Traniviva alla famiglia di Giuseppe e alla sua dolce Cristina.

"Vorrei tornare a quell'abbraccio che in moto sono riuscita a darti pochi istanti prima che tutto accadesse. Io non so per quanti metri sono balzata via per poi grattugiare l'asfalto ma ricordo bene che la prima cosa che ho fatto una volta sdraiata a terra, è stata cercarti Impossibilitata ad alzarmi, ho provato a sedermi e a voltarmi indietro, cercandoti in ogni angolo, con i miei miserabili occhi, gridando il tuo nome.

Riversa a terra, chiedevo di te a tutta la gente sopraggiunta il nostro soccorso ma nessuno tornava indietro a dirmi come stavi. Anche in ospedale, amore mio ti ho cercato continuamente senza ricevere alcuna risposta, fino a quando ho letto negli occhi della mia mamma, il dolore di averti perso per sempre. Tutti i miei dolori da quel momento sono spariti. Spariti del tutto.

Gridavo, sbraitavo, non ero ancora lucida per crederci.

Non ho dormito tutta la notte, perché psicologicamente distrutta non riesco a darmi pace neanche con i calmanti.sono però sicura di una cosa: se tu l'angioletto che mi ha salvato sei tu che con le tue ali mi hai poggiato per terra senza farmi morire.

Ti sei preso cura di me in tutto e per tutto Ho sempre ringraziato di averti incontrato dopo sette anni e sentivo che questa volta il mio destino sarebbe finito con te punto ricordi volevamo convivere creare una famiglia quando il nostro lavoro sarebbe stato più stabile.

E invece... In un attimo tutto svanisce punto non smetto di piangere... È stato veramente un attimo.

Non smetto di gridare il tuo nome come se tu fossi in un'altra stanza di questo ospedale.

Non riesco a crederci, a rassegnarmi .

Non smetto di pensare a tutti i momenti insieme e soprattutto a te con quel visino dolce e quel sorriso che riusciva a distrarmi dalle cose brutte della vita. Angioletto mio ti terrò sempre nel cuore, mi hai regalato una seconda opportunità di vita.

È come se grazie a te fossi rinata.

Accettarlo non credo sarà mai possibile ma sentire di averti dietro la schiena per sorreggere il mio proteggermi per tutto il mio percorso di vita vale più di un ti amo vale più di tutte le emozioni vissute. Hai saputo amare tanto da proteggermi e io ti porterò sempre nel cuore per sempre" Ciao angioletto mio. Ti amo, Cristina".
  • Lutto
Altri contenuti a tema
1 Scomparsa di Manuela Lamonaca, i funerali lunedì a Trani nella chiesa di San Magno Scomparsa di Manuela Lamonaca, i funerali lunedì a Trani nella chiesa di San Magno Cambio di sede rispetto a quanto precedentemente annunciato
Ciao Manuela, coraggiosa guerriera Ciao Manuela, coraggiosa guerriera La giovane estetista si è spenta a 32 anni dopo una strenua battaglia contro un tumore al cervello
È morto Onofrio Bottaro, padre del sindaco Amedeo È morto Onofrio Bottaro, padre del sindaco Amedeo Notaio in pensione, l’uomo aveva 82 anni
Colto da un malore nella sua casa a Trani, scompare a 37 anni il medico Francesco Birtolo Colto da un malore nella sua casa a Trani, scompare a 37 anni il medico Francesco Birtolo Originario di Francavilla Fontana, prestava servizio nell'Asl Bat
Trani e Assunta Almirante, quel legame col senatore Visibelli e la via dedicata al compianto marito Trani e Assunta Almirante, quel legame col senatore Visibelli e la via dedicata al compianto marito La donna aveva 100 anni ed è considerata la memoria storica della destra italiana
1 La scomparsa dell'impresario musicale Gino Russo: aveva portato a Trani Elton John La scomparsa dell'impresario musicale Gino Russo: aveva portato a Trani Elton John I migliori concerti e spettacoli musicali in Puglia portano la sua firma
1 Grave lutto nel corpo di Polizia Penitenziaria di Trani: morto di infarto Vittorio Palmieri Grave lutto nel corpo di Polizia Penitenziaria di Trani: morto di infarto Vittorio Palmieri Il poliziotto lascia la moglie e una figlia
Ciao Monica, attrice tra le più amate di tutte Ciao Monica, attrice tra le più amate di tutte Il regista tranese Fabrizio Corallo le ha dedicato il docufilm "Vitti d'arte, Vitti d'amore"
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.