Studente
Studente
Scuola e Lavoro

Insegnanti in ritardo sulla tecnologia? Epilogo (semiserio) della didattica a distanza

L'istruzione ai tempi del Covid-19

Ieri ho concluso le giornate di lavoro dedicate agli esami dei miei studenti. Come tutti sapete lavoro in quella scuola in piazza Dante: la Baldassarre. Sfinito, stanco ma leggero e con l'adrenalina alta, come quando davo gli esami all'Università. I miei ragazzi, per dirla alla Bruno Pizzul, si sono disimpegnati egregiamente con questo oggetto misterioso che è stata la Dad (didattica a distanza). Alcuni sono pure migliorati, non tanto nella performance in sé, poiché erano avvantaggiati dal poter avere un qualsiasi supporto a sostegno, questo dobbiamo ricordarlo senza ipocrisie e senza fare i professorini col dito alzato, che s'illudevano che le vecchie volpi (anzi le giovani volpi in questo caso, pensando a loro volta di prendere per i fondelli i prof) non sbirciassero risposte e appunti durante videolezioni, interrogazioni (o surrogati di queste) ed infine esami. Non tutti gli studenti, ma un bel po'. Non tutti i prof col dito alzato, ma un bel po'.

Nell'emergenza si è creato questo gioco di specchi: prof e studenti, genitori (molte vittime sul campo della DaD, peggio di Osama Bin Laden per molti) e monitor. Chi ha fatto il furbo e chi l'onesto, tra gli alunni. Si è riprodotta, in miniatura la solita società italiana...

Ma ora, dopo aver seguito corsi di formazione, essermi cecato gli occhi ed incurvato le spalle per ore al pc, dopo aver "matato" le prof in vena di polemica (pure questo straordinario tocca al vostro cronista, prof, coordinatore), dopo aver letto decine di elaborati, compilato decine di tabelle. Dopo tutto questo peso l'Ocse Pisa, un Istituto di monitoraggio sull'andamento della scuola, ci dice pure che la maggior parte dei prof italiani sono inadatti alla tecnologia, consentitemi un finale schietto e conciso: ma vaffandad....e a non arrivederci.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Riapertura scuole, Delvecchio: «Invitiamo tutti i cittadini a comportamenti responsabili e collaborativi» Riapertura scuole, Delvecchio: «Invitiamo tutti i cittadini a comportamenti responsabili e collaborativi» Ecco cosa fare in caso di sintomi sospetti e febbre
Riapertura scuole, gli interventi effettuati negli edifici di Trani Riapertura scuole, gli interventi effettuati negli edifici di Trani I lavori finalizzati all'ampliamento degli spazi e all'individuazione di ulteriori accessi
Riapertura scuole a Trani, Bottaro: «Restate tranquilli, l'Amministrazione è con voi» Riapertura scuole a Trani, Bottaro: «Restate tranquilli, l'Amministrazione è con voi» Le parole del sindaco in occasione dell'apertura del nuovo anno scolastico
Si torna a scuola, i consigli dell'ordine degli psicologi Si torna a scuola, i consigli dell'ordine degli psicologi Il presidente Gesualdo: «Fondamentale non farsi dominare dalle paure»
Al via senza ritardi il servizio d'integrazione scolastica specialistica Al via senza ritardi il servizio d'integrazione scolastica specialistica Il servizio nel rispetto delle misure di contenimento del rischio epidemiologico da Covid
1 Scuole, a Trani apertura prorogata al 28 settembre Scuole, a Trani apertura prorogata al 28 settembre L'ordinanza del Comune per consentire la sanificazione degli spazi dopo le elezioni
Ritorno a scuola, il premier Conte: «Ci saranno difficoltà e contagi» Ritorno a scuola, il premier Conte: «Ci saranno difficoltà e contagi» Il presidente del Consiglio in conferenza annuncia le novità e le linee guida per il rientro in presenza
1 Emergenza Covid, il Comune di Trani alla ricerca di scuole in affitto Emergenza Covid, il Comune di Trani alla ricerca di scuole in affitto Somma disponibile 240mila euro
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.