Esercito
Esercito
Attualità

La brigata Pinerolo celebra 200 anni dalla sua fondazione con la donazione del sangue

La raccolta avverrà il 30 giugno in diverse città, tra cui Trani

Un gesto d'amore per salvare una vita. In occasione dei 200 anni dalla sua Fondazione, la Brigata Pinerolo ha scelto di celebrare l'evento con un'iniziativa dedicata alla cultura della donazione del sangue per il sostegno delle persone che ne hanno la necessità: una giornata dedicata alla donazione del sangue. Grazie all'intesa tra Esercito e AVIS Puglia, il 30 giugno, militari e volontari potranno donare il sangue, a partire dalle 8 del mattino, nelle autoemoteche allestite nelle 6 piazze delle città che ospitano le sedi dei reggimenti alle dipendenze della Grande Unità: Bari, Trani, Lecce, Altamura, Barletta, Foggia. Otto le autoemoteche messe a disposizione da Avis Puglia nelle piazze considerate di maggiore affl­uenza delle città. L'obiettivo è quello di sensibilizzare civili e militari a donare il sangue, a compiere un gesto di grande altruismo capace di ridare la vita non soltanto agli altri ma anche a sé stessi. Riempire una sacca di sangue vuol dire aiutare in qualsiasi momento chiunque abbia bisogno senza conoscere il suo nome, la sua identità, la sua provenienza. L'iniziativa, dunque, ha un obiettivo preciso: promuovere la cultura della donazione e l'importanza di stili di vita sani, responsabili e solidali in favore di chi, per vari motivi, necessita di sangue. Un evento che rappresenta un impegno concreto da parte dei soldati e della popolazione sempre uniti per il bene della comunità.

Città nelle quali si dona: La raccolta di sangue avrà luogo giovedì 30 giugno a partire dalle ore 8 nelle seguenti città: Bari: piazza della Libertà; Foggia: Piazza Cavour; Lecce: piazza Libertini; Barletta: Litoranea di Levante; Trani: piazza Marinai d'Italia; Altamura: via Ottavio Serena.

Finalità dell'evento: L'importante giornata dedicata alla donazione nasce con l'obiettivo di consolidare la decennale sinergia tra la Brigata Pinerolo e la più importante associazione del dono del sangue in Italia che, storicamente, opera sul territorio dal 1950, in particolare in Puglia con le sue 122 sedi territoriali. Da sempre, infatti, con cadenza periodica vengono organizzate raccolte di sangue nelle caserme. L'obiettivo dell'evento sposa in pieno questa tradizione estendendola, questa volta, alla società civile. L'evento del 30 giugno, dunque, sarà aperto non solo ai militari ma anche a tutti coloro che vorranno condividere questo grande gesto d'amore. A partire dalle 8 del mattino le autoemoteche, allestite nelle piazze individuate per l'evento, saranno a disposizione per accogliere civili e militari pronti a donare il sangue. È la prima volta che in Puglia viene organizzata una donazione simultanea che si svolgerà nello stesso giorno e nella stessa ora in sei città della Regione.

Mezzi, personale militare e volontari coinvolti: All'evento parteciperanno: Avis Puglia; Comando Brigata Pinerolo e il proprio Reparto Comando e Supporti Tattici con sede a Bari; 9° reggimento fanteria "Bari" con sede a Trani; Reggimento Cavalleggeri di Lodi (15°) con sede a Lecce; 7° reggimento bersaglieri con sede ad Altamura; 82° reggimento fanteria "Torino" con sede a Barletta; 21° reggimento artiglieria "Trieste" con sede a Foggia; 11° reggimento genio guastatori con sede a Foggia; Reggimento Logistico Pinerolo con sede a Bari.

Chi può donare: Occorre avere tra i 18-60 anni. Chiunque desideri donare il sangue per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato, a discrezione del medico responsabile della selezione. È possibile continuare a donare ‑ no al compimento del 65esimo anno d'età e ‑ no al 70esimo anno previa valutazione del proprio stato di salute. Inoltre, è necessario che il peso non sia inferiore ai 50 kg e che la persona sia in buono stato di salute. L'idoneità alla donazione del sangue viene stabilita da un medico mediante un colloquio, una valutazione clinica e una serie di esami di laboratorio previsti per garantire la sicurezza del donatore e del ricevente. In ogni caso è necessario non essere a etti da cardiopatie e non avere alcuna terapia in atto tranne anticoncezionali e levotiroxina. Inoltre negli ultimi 4 mesi non bisogna essere stati sottoposti a interventi chirurgici o a esami endoscopici e non aver fatto piercing o tatuaggi. Per poter donare è importante che negli ultimi sette giorni i donatori non abbiano avuto sindromi in­fluenzali e similari.

Ra­ffaele Romeo, presidente Avis Puglia: "Questa iniziativa rappresenta una vera boccata d'ossigeno in questo periodo dell'anno. Perché, come ogni estate, torna l'emergenza legata all'insufficienza di sacche. In questi giorni, infatti, registriamo una carenza tra le 300 e le 500 sacche in meno rispetto allo scorso anno in tutta la Puglia. La raccolta di sangue scarseggia e mette in difficoltà tutto il sistema sanitario. Dunque, questo evento di portata unica in Puglia, costituisce non soltanto un'opportunità concreta per riempire le scorte ma soprattutto per sensibilizzare i cittadini alla cultura del dono. La situazione è drammatica nel Policlinico di Bari dove sono garantiti solo gli interventi d'urgenza. Da una quarantina di donazioni registrate per ogni centro trasfusionale ci sono stati giorni in cui si sono contate zero donazioni. Nel Policlinico di Bari si contano 16 massimo 18 donazioni solo in alcune giornate. È evidente che siamo di fronte ad un calo di quasi il 50%". Ben vengano, dunque, queste iniziative. Il mio ringraziamento va all'Esercito Italiano con il quale collaboriamo costantemente per consolidare sempre di più questa sinergia legata alla cultura del dono".

Nicola Iacobbe, Comitato Tecnico Organizzatore: "Organizzare un evento unico di questa portata nel nostro territorio insieme con la Brigata Pinerolo per noi è motivo di orgoglio – spiega Nicola Iacobbe, presidente di Avis Comunale Bari in qualità di referente del comitato tecnico organizzatore – siamo convinti che iniziative di questo genere segneranno un punto fermo per consolidare il rapporto con i nostri militari ma soprattutto per dare un segnale forte di partecipazione e solidarietà alla società civile. Grazie al sostegno delle istituzioni siamo riusciti a mettere in piedi un evento dalla portata unica ed esclusiva in un territorio che non fa mai mancare la sua concreta presenza. Quindi, anche in questa occasione siamo certi che i pugliesi accoglieranno l'invito d'amore perché può davvero salvare la vita. Come sempre siamo convinti che i militari faranno la loro parte ma questa volta l'appello è rivolto ai cittadini. Tra le cause legate alla carenza di donazioni, in particolare in questo periodo estivo, c'è l'invecchiamento e il decremento della popolazione. C'è ancora una fascia d'età adulta che continua a resistere. Ma è chiaro che queste persone invecchiando, non sono più nelle condizioni di donare e non vengono sostituite dal ricambio generazionale e quindi dai giovani. Quindi l'appello è rivolto soprattutto ai ragazzi affinché possano intraprendere un vero e proprio percorso di vita legato alla cultura del dono".
  • Esercito
Altri contenuti a tema
La brigata Pinerolo celebra oggi 201 anni dalla sua fondazione La brigata Pinerolo celebra oggi 201 anni dalla sua fondazione Omaggi floreali in diversi Comuni del territorio
La caserma Lolli Ghetti Trani celebra il 107° anniversario dei fatti d’Arme occorsi sull'Isonzo La caserma Lolli Ghetti Trani celebra il 107° anniversario dei fatti d’Arme occorsi sull'Isonzo Alla manifestazione istituzioni civili e militari e alcune scolaresche
I soldati del 9° Reggimento Fanteria incontrano i referenti Admo Puglia I soldati del 9° Reggimento Fanteria incontrano i referenti Admo Puglia Illustrate le modalità per l'iscrizione al registro dei donatori di midollo osseo
Studenti e militari della brigata "Pinerolo" in villa comunale per la cerimonia d'inizio anno scolastico Studenti e militari della brigata "Pinerolo" in villa comunale per la cerimonia d'inizio anno scolastico Presenti anche familiari, dirigenti scolastici e corpo docenti
Caserma di Cosenza, alla guida subentra il colonnello di Trani Francesco Ferrara Caserma di Cosenza, alla guida subentra il colonnello di Trani Francesco Ferrara Prima di lui Massimo Scotti dopo oltre diciotto mesi di attività
Cittadinanza onoraria al 21° Reggimento Genio Guastatori dell'esercito Cittadinanza onoraria al 21° Reggimento Genio Guastatori dell'esercito Martedì la cerimonia di conferimento a Palazzo Palmieri
Bianchi, ma impressionano comunque: trasporto di carri armati transita per Trani Bianchi, ma impressionano comunque: trasporto di carri armati transita per Trani Il video dei mezzi militari diventato virale nelle chat
Cambio al Raggruppamento 4 “Calabria”, alla guida il 9° reggimento Fanteria di Trani Cambio al Raggruppamento 4 “Calabria”, alla guida il 9° reggimento Fanteria di Trani Il Colonnello Massimo Scotti ha ceduto il posto al Colonnello Luca Carbonetti
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.