Scuola in via Stendardi
Scuola in via Stendardi
Cronaca

Le Suore Piccole Operaie chiedono 330mila euro di danni alla Provincia Bat

Contestano una cattiva manutenzione dell'immobile in locazione per scuola pubblica

Ammonta a 330mila euro la cifra richiesta alla Provincia di Barletta-Andria-Trani dalla Congregazione Suore Piccole Operaie del Sacro Cuore di Trani: le suore di via Stendardi hanno infatti citato in giudizio l'ente provinciale in ordine ai danni provocati all'immobile di proprietà della Congregazione (condotto per parecchi anni in locazione dalla Provincia e destinato ad uso scuola pubblica superiore) che secondo l'accusa sarebbero stati causati dalla cattiva manutenzione dell'immobile per tutto il periodo di locazione dello stesso.

Come si ricorderà, parte dell'immobile della Congregazione delle Suore Piccole Operaie è stato in locazione ad uso di istituti scolastici superiori da almeno due decenni: dai primi anni 2000 è stato sede dell'Istituto "Bovio" settore Moda e audiovisivo (prima del trasferimento di quella scuola nell'edificio dei Padri Barnabiti in piazza Plebiscito), e poi è stato sede di alcune sezioni del liceo Statale Classico e Scienze Umane "De Sanctis" di Trani.

Con atto di citazione notificato a all'amministrazione provinciale, la Congregazione Suore Piccole Operaie del Sacro Cuore ha convenuto in giudizio, dinanzi al Tribunale di Trani, la Provincia di Barletta-Andria-Trani al fine di sentir accertare e dichiarare la responsabilità dell'Ente in ordine ai danni provocati all'immobile di proprietà condotto in locazione dalla Provincia e destinato ad uso scuola pubblica. I danni, quantificati in €330.000,00 oltre accessori, sarebbero stati causati dalla cattiva manutenzione dell'immobile per tutto il periodo di locazione dello stesso, che ricopre probabilmente un arco di tempo relativo anche al periodo in cui la Provincia Bat ancora non era stata istituita e la competenza era della Provincia di Bari.

La Provincia di Barletta-Andria-Trani ha affidato ad un legale (l'avv. Valerio Antonio Vinelli) l'incarico di rappresentare e difendere l'ente nel procedimento.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre Scuola, in Puglia si riparte in presenza il 20 settembre L'assessore Leo: "Si ritorna in classe, si ritorna a studiare a scuola con i propri compagni, vaccinati"
Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Notte prima degli esami: tormenti e attese per gli studenti di Puglia Al via domani i maxi-colloqui, addio prove scritte: si valuterà anche il “curriculum dello studente”
Richiesta di trasporto scolastico per alunni disabili: pubblicata la modulistica Richiesta di trasporto scolastico per alunni disabili: pubblicata la modulistica L'organizzazione dell'Ufficio Pubblica Istruzione per il prossimo anno scolastico
Piccoli scienziati crescono: le giovani eccellenze tranesi si fanno strada Piccoli scienziati crescono: le giovani eccellenze tranesi si fanno strada Sul podio nei giochi matematici internazionali, o selezionati per la Scuola Normale di Pisa
Assistenza scolastica specialistica. Un convegno sulle nuove sfide educative Assistenza scolastica specialistica. Un convegno sulle nuove sfide educative Interverrà anche Alessandro Ciglieri, esperto a livello nazionale delle politiche ed interventi sociali.
Scuola maieutica all’I.I.S.S. “Aldo Moro, traguardo raggiunto   Scuola maieutica all’I.I.S.S. “Aldo Moro, traguardo raggiunto   Approcci innovativi per ridurre il fenomeno della dispersione scolastica se sei divertente
Edilizia scolastica, Di Leo: «A che punto sono gli accertamenti in materia di vulnerabilità sismica?» Edilizia scolastica, Di Leo: «A che punto sono gli accertamenti in materia di vulnerabilità sismica?» Il consigliere della Lega interroga l'assessore Zitoli
Concorso Fondazione Giulio Onesti, ecco il video realizzato da cinque studentesse di Trani Concorso Fondazione Giulio Onesti, ecco il video realizzato da cinque studentesse di Trani Si chiama "Life goal" e racconta di sport e socialità
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.