Carcere di Trani
Carcere di Trani
Cronaca

Nel carcere di Trani un'ex magistrata rumena, su di lei pendeva un mandato di arresto europeo

Ora attenderà in Puglia l’esito della richiesta di estradizione

Su di lei pendeva un mandato di arresto europeo con una condanna di quattro anni per favoreggiamento. Come si apprende dalla Gazzetta del Mezzogiorno, lo scorso venerdì gli agenti della Questura di Bari hanno trovato Alina Mihaela Bica, ex magistrata rumena, e l'hanno condotta nel carcere di Trani. La 46enne, fino al 2014 a capo della Procura rumena per la criminalità organizzata e il terrorismo, ora attenderà in Puglia l'esito della richiesta di estradizione.

Nel carcere di Trani, tuttavia, ci è rimasta poco. La Corte d'Appello di Bari, infatti, le ha concesso i domiciliari in attesa di un eventuale rientro in Romania. Bica aveva lasciato definitivamente il suo Paese nel 2018 prima che la sentenza di primo grado diventasse definitiva. L'ex magistrata rumena si era trasferita in Costa Rica per poi chiedere asilo politico e ottenere la sospensione dell'esecuzione della pena. Da circa un anno viveva in Italia, dove ha trovato lavoro come consulente legale per alcune aziende vicino Brescia. L'ex magistrata non ha alcuna intenzione di tornare in Romania e ha dichiarato di voler scontare la pena in Italia.

Alina Mihaela Bica è stata trovata dagli agenti per puro caso mentre cercavano, invece, un latitante per reati comuni.
  • Carcere di Trani
Altri contenuti a tema
Dopo oltre quarant'anni chiude la "sezione blu" del carcere di Trani Dopo oltre quarant'anni chiude la "sezione blu" del carcere di Trani I detenuti trasferiti in un nuovo padiglione
Carcere di Trani, Mastrulli (Cosp): «Auspichiamo che non siano disposti trasferimenti da altri istituti» Carcere di Trani, Mastrulli (Cosp): «Auspichiamo che non siano disposti trasferimenti da altri istituti» Intervento del sindacato sull'imminente apertura del nuovo padiglione
Protesta al Carcere di Trani, i sindacati: «Vogliamo la chiusura della sezione blu» Protesta al Carcere di Trani, i sindacati: «Vogliamo la chiusura della sezione blu» «L'apertura del padiglione deve avvenire nel momento in cui verranno inviati almeno 50 poliziotti»
Carcere di Trani, la senatrice Piarulli chiede la chiusura della vecchia sezione di massima sicurezza Carcere di Trani, la senatrice Piarulli chiede la chiusura della vecchia sezione di massima sicurezza Ed aggiunge: "A seguito l'apertura del nuovo padiglione, disposte 44 unità"
Apertura del nuovo padiglione nel Carcere di Trani, sindacati in protesta Apertura del nuovo padiglione nel Carcere di Trani, sindacati in protesta «Si apre senza personale  e senza chiudere la sezione della vergogna»
Carcere femminile: il 2 luglio la presentazione della garante dei detenuti Elisabetta De Robertis Carcere femminile: il 2 luglio la presentazione della garante dei detenuti Elisabetta De Robertis La sua elezione nel corso dell'ultimo Consiglio comunale
1 Sette boss scarcerati nel Barese, tra loro il tranese Gaetano Rano Sette boss scarcerati nel Barese, tra loro il tranese Gaetano Rano Domiciliari anche per il presunto estorsore Armando Presta
Entro giugno nuovi reparti detentivi nelle carceri pugliesi, c'è anche Trani Entro giugno nuovi reparti detentivi nelle carceri pugliesi, c'è anche Trani Mastrulli (Cosp): «Situazione che crea ulteriori preoccupazioni nel sindacato per le condizioni di lavoro al limite dei poliziotti»
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.