Conferenza in Tribunale
Conferenza in Tribunale
Cronaca

«Non chiedermi a chi è destinato, lo scoprirai dai telegiornali», shock dopo gli arresti per possesso di tritolo

S'indaga per scoprire l'obiettivo, non si esclude fosse diretta ad un palazzo istituzionale

«Non chiedermi a chi è destinato, lo scoprirai dai telegiornali». E' questa la scioccante intercettazione intercorsa tra Gaetano Arnesano e la sua coinquilina che si è appresa nel corso della conferenza stampa al Tribunale di Trani per far luce sul fatto di cronaca che ha portato all'arresto dell'uomo perché trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale, di 3.3 kg di esplosivo. Le parole sono state pronunciate dalla donna per rispondere alla domanda di Arnesano che in realtà in tutta la vicenda sembrerebbe essere stato chiamato come tecnico in quanto figura esperta di esplosivo. Nella sua abitazione nel centro storico furono rinvenuti altri 7 kg di esplosivo che, a seguito di analisi scientifiche, si scoprì essere tritolo.

Le indagini, portate avanti dai Carabinieri della Compagnia di Trani, guidate dal nuovo capitano Francesco Nacca, sono volte a scoprire chi avesse procurato l'esplosivo e a chi fosse diretto, domande cui tuttora non c'è una risposta certa. Non si esclude nessuna pista né quella che porta a qualche privato o esponente della criminalità organizzata, né istituzionale ad edifici o persone. Gli altri due arrestati, una donna e un uomo (quest'ultimo di nazionalità marocchina) hanno ammesso la convivenza con Arnesano e di averlo aiutato nel confezionamento dei 3,3 kg di esplosivo.

«Ciò che preoccupa maggiormente – ha affermato procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, Antonino di Maio – è che questa persona avesse questa quantità di esplosivo pronta all'uso da lì a poche ore. Nella Bat c'è un equilibrio precario sulla sicurezza e questo atto era destinato a spezzarlo».

Dalla conferenza si è appreso anche che Arnesano, esperto di esplosivo, agiva su commissione. Quando è stato fermato dai Carabinieri, l'uomo stava portando esplosivo in piazza Mazzini, vicino un cassonetto della spazzatura, nei pressi della palazzina Borsellino sequestrata ai beni di Annacondia dove attualmente risiede il gruppo di Polizia Giudiziaria.

Non si esclude, quindi, la pista mafiosa e per tale motivo nei prossimi giorni il fascicolo d'indagini passerà al Distretto Antimafia di Bari.
  • Tribunale di Trani
Altri contenuti a tema
Corruzione nel Tribunale di Trani, al magistrato Luigi Scimè 75mila dall'imprenditore Flavio D'Introno Corruzione nel Tribunale di Trani, al magistrato Luigi Scimè 75mila dall'imprenditore Flavio D'Introno Nuovi dettagli nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Lecce
Inchiesta su magistrati corrotti, ora è ufficiale: Savasta passa ai domiciliari Inchiesta su magistrati corrotti, ora è ufficiale: Savasta passa ai domiciliari Il Gip accoglie la richiesta avanzata dai suoi legali. Rimane in carcere il suo collega Nardi
Inchiesta su magistrati corrotti, la Procura accoglie la richiesta per i domiciliari avanzata dai legali di Savasta Inchiesta su magistrati corrotti, la Procura accoglie la richiesta per i domiciliari avanzata dai legali di Savasta Attesa oggi la decisione definitiva da parte del Gip
Per recuperare 1.100 euro per un veglione di capodanno non goduto, ne spendono 910 in spese giudiziarie Per recuperare 1.100 euro per un veglione di capodanno non goduto, ne spendono 910 in spese giudiziarie L'incredibile vicenda giudiziaria di quattro famiglie tranesi
Giustizia, personale in agitazione: organico insufficiente a rischio dimezzamento Giustizia, personale in agitazione: organico insufficiente a rischio dimezzamento Marcone e Abbascià (Fp Cgil Bat): “Siamo all’anno zero. Se non ci saranno risposte pronti alla mobilitazione”
Si ammalò dopo vaccino antinfluenzale, Ministero condannato al risarcimento Si ammalò dopo vaccino antinfluenzale, Ministero condannato al risarcimento Il fatto nel 2009 ai danni di una giovane tranese
Corruzione nel Tribunale di Trani, si dimette l'ex pm Antonio Savasta Corruzione nel Tribunale di Trani, si dimette l'ex pm Antonio Savasta Fu arrestato lo scorso 14 gennaio insieme al collega Michele Nardi
1 Disastro ambientale della discarica Amiu: 19 rinviati a giudizio Disastro ambientale della discarica Amiu: 19 rinviati a giudizio Il processo inizierà il 10 aprile davanti al Tribunale di Trani
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.