fotoporto
fotoporto
Vita di città

Nuova gestione del traffico sul Porto di Trani, le proposte di Confesercenti

L'esito dell'incontro esercenti e sindaco dopo gli atti vandalici in città nello scorso fine settimana

"Liberare dalle auto in parcheggio l'area portuale, senso unico di marcia con divieto di fermata e punti di sosta dedicati per il carico e scarico delle merci". È quanto proposto da Carlo La Porta, gestore del locale "Pelledoca" situato sul porto, componente di Presidenza della Confesercenti provinciale BAT, e coordinatore esercenti area portuale Trani, su convocazione del Sindaco di Trani, Amedeo Bottaro, dopo gli atti vandalici e di violenza avvenuti in città nello scorso fine settimana durante le ore notturne.

Presente anche il direttore di Confesercenti Provinciale BAT, Mario Landriscina e Antonio Del Curatolo, titolare del ristorante "Le Lampare al Fortino", componente della Presidenza Provinciale, nonché responsabile locale della Federazione Pubblici Esercizi e Turismo (F.I.E.P.eT.) della stessa Associazione di Categoria.

Durante l'incontro, svoltosi ordinatamente con interventi competenti anche degli altri colleghi, nell'apprezzare le parole introduttive del Sindaco, il suo interessamento reale e la proposizione partecipata nei confronti delle problematiche della categoria dei pubblici esercizi, hanno affrontato i temi di una regolamentazione inderogabile della ZTL e/o pedonale nell'area portuale per l'imminente periodo invernale e per le prossime festività natalizie con riferimenti in prospettiva legati alla realizzazione dei, più volte annunciati, progetti di riqualificazione dell'area portuale, comunale e demaniale, e dell'intero centro storico.

"Una soluzione adeguata a gestire l'attuale transizione verso un progetto di Rigenerazione Urbana del porto, non più rinviabile nel tempo, ha dichiarato La Porta, sarebbe il senso unico di marcia con impossibilità di fermata (anche temporanea), liberazione dalle auto in sosta, consentirebbe un deflusso leggero del traffico oltre a poter raggiungere il Parcheggio presso la zona cosiddetta "Terra Rossa", che andrebbe regolamentata con adeguata segnaletica, anche elettronica per avvisare il numero dei posti disponibili e liberata definitivamente dai parcheggiatori abusivi. L'attivazione della ZTL con conseguente pedonalizzazione, al contrario significherebbe continuare a bloccare il traffico in prossimità del porto, aggravando il traffico urbano nelle zone a ridosso, oltre ad alimentare i parcheggi selvaggi di auto. Per il carico e scarico delle merci si potrebbe individuare le aree attualmente riservate ai posti auto, nei pressi della statua di San Nicolino e all'inizio del porto lato sud". Chiaramente, nelle more, lavorare sulla individuazione di aree parcheggio, anche distanti dalla zona, da servire con bus navetta e a gestione mista pubblico/privata. Il Distretto Urbano del Commercio, in fase di decollo, potrebbe essere incaricato della progettazione, oltre che della gestione.

La proposta è da tempo stata messa all'attenzione, dal titolare del Pelledoca, all'assessora alle attività produttive, Marina Nenna, in incontri informali, notificati dalla stessa al Sindaco che ringraziamo sinceramente, avendone verificato nell'incontro la condivisione.

Altro tema importante toccato è stata la necessità di garantire maggiore sicurezza ed ordine pubblico in area storica. "Abbiamo richiesto una presenza più assidua della Polizia Locale (bene aver aperto un punto fisico cui fare riferimento), in particolare attraverso il cosiddetto "vigile di quartiere" con presenza diurna e notturna di forze dell'ordine, anche a piedi e con mezzi posizionati a livello di deterrenza per spegnere sul nascere eventuali risse, diverbi, atti vandalici e di violenza, oltre che di controllo sulla vendita di alcolici (che, per la verità, andrebbe fatta preventivamente anche presso i generi di rivendita alimentare). Strategico potrebbe essere organizzare un controllo con servizio in incognito.

Infine, La Porta, ha voluto comunque ribadire al primo cittadino la disponibilità degli esercenti e delle loro associazioni di categoria a programmare e progettare unitariamente Zone a Traffico Limitato, Pedonali e viabilità con la condizione che le si progettino complete di parcheggi e dei servizi utili a decongestionare il traffico urbano e commerciale soprattutto durante i periodi in cui la Città viene presa d'assalto da visitatori e turisti.
  • Porto di Trani
Altri contenuti a tema
Si accende uno skyline di luci per il porto di Trani Si accende uno skyline di luci per il porto di Trani "Mille luci nel borgo", non solo per le feste natalizie
Fuoristrada contro dehors sul Porto di Trani: danni per due attività Fuoristrada contro dehors sul Porto di Trani: danni per due attività E' l'ennesimo incidente in città in una notte di Halloween da dimenticare
5 Ztl prorogata sul Porto di Trani, la rabbia dei commercianti: «Decisione assurda» Ztl prorogata sul Porto di Trani, la rabbia dei commercianti: «Decisione assurda» In una nota chiedono la chiusura al traffico solamente il fine settimana
"A", lo yacht a vela più grande del mondo, dà il buongiorno a Trani "A", lo yacht a vela più grande del mondo, dà il buongiorno a Trani Le sue tre vele come campi da calcio, è di un miliardario russo
Presidio fisso delle Forze dell'ordine, parcheggi con navette, miglioramento della viabilità: la "ricetta" di Michele Matera Presidio fisso delle Forze dell'ordine, parcheggi con navette, miglioramento della viabilità: la "ricetta" di Michele Matera «Trani non può perdersi così. Interveniamo insieme per migliorare la situazione»
Violento pestaggio sul Porto di Trani: due feriti Violento pestaggio sul Porto di Trani: due feriti Vittima un venditore ambulante. Sul posto 118 e Carabinieri
Ztl sul Porto di Trani, i commercianti: "Provvedimento inutile prima di metà luglio" Ztl sul Porto di Trani, i commercianti: "Provvedimento inutile prima di metà luglio" Ed ancora: "L'assenza di parcheggi fa desistere gli avventori dal rimanere in città"
Lima: "Sulla darsena e il porto bisogna investire, non solamente fare cassa" Lima: "Sulla darsena e il porto bisogna investire, non solamente fare cassa" L'intervento del membro della direzione nazionale di Fdi
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.