centro storico
centro storico
Vita di città

Nuova mini area pedonale nel borgo antico: l'auspicio è che si realizzi un piano più ampio

La richiesta è di maggiore sicurezza, ampie aree pedonali e un piano parcheggi

Nuova mini-mini area pedonale h24 nel centro storico, deliberata dalla giunta comunale fra il vico Maria Ciardi, vico Corte Canina, e via Nigretti. A sostegno di questa decisione, come si legge nella delibera, dare miglior vita alle "strade strette e tortuose che richiamano visitatori e turisti", in un luogo di incontro ed aggregazione che ha visto aumentare anche il traffico veicolare e dunque le fonti di rischio.
A questo si aggiunga che, come si legge sempre nella stessa delibera, i visitatori vedono pregiudicata la "possibilità di godere a pieno di tale patrimonio artistico architettonico" per la "la presenza di veicoli in sosta, che stridono con quanto di bello offre il centro storico di Trani".

Motivazioni sacrosante, sia chiaro, ma che andrebbero "allargate" ad un'area ben più ampia: per esempio una richiesta per un intervento articolato riguardante perimetro di gran lunga maggiore nel borgo antico era giunta un anno fa (a gennaio 2021) all'indirizzo dell'amministrazione comunale dal consigliere Antonio Befano, che auspicava un'immediata azione e un piano di rivalutazione del borgo antico di Trani.

Befano sottolineava situazioni che ancora oggi sono all'ordine del giorno: "Degrado urbano, parcheggi abusivi, questioni legate alla sicurezza. È mai possibile concedere di invadere il piazzale di via Scolanova, a ridosso della Sinagoga, per parcheggiare auto – domandava il consigliere comunale - o lasciare al degrado la chiesa di san Giacomo in stato di abbandono?", chiedendo "piani di pedonalizzazione, nuovi arredi urbani, nuovi corpi illuminanti, punto accoglienza/orientamento turisti, un piano per l'accesso per i mezzi commerciali (carico e scarico merci), piani di promozione dei tesori della città, sistemi di vigilanza. Insomma un piano organico di recupero che abbracci diversi aspetti, che promuova indirettamente magari anche nuove iniziative economiche nel centro storico, che prepari la città al futuro", facendo l'esempio della pedonalizzazione del centro storico di Polignano. Ma alla sua richiesta non ha fatto seguito alcuna risposta.
  • Centro storico
Altri contenuti a tema
La viuzza vestita da sposa: piccoli incanti nel centro storico di Trani La viuzza vestita da sposa: piccoli incanti nel centro storico di Trani Candidi fiocchi di tulle hanno sostituito le tradizionali bandierine di Ferragosto in via Sant'Agata
Casa de Agnete e la palina rimossa: a Trani un gioiello storico sempre più ignorato Casa de Agnete e la palina rimossa: a Trani un gioiello storico sempre più ignorato Da più di un mese la mancanza del cartello sulla facciata l'ha resa ancora più invisibile
2 Centro storico di Trani, il piano di recupero proposto dal consigliere Befano sul modello di Polignano a Mare Centro storico di Trani, il piano di recupero proposto dal consigliere Befano sul modello di Polignano a Mare «Non capisco perché Trani non possa ambire ad esprimere tutto il suo potenziale»
Centro storico, lavori in corso per la riapertura dell'arco D'Angiò Centro storico, lavori in corso per la riapertura dell'arco D'Angiò Bottaro: «Un intervento di pubblica utilità ma anche di una grande suggestione»
1 Centro storico, via D'Angiò: l'associazione Trani Vera chiede la riapertura Centro storico, via D'Angiò: l'associazione Trani Vera chiede la riapertura La richiesta inoltrata al Ministero di Giustizia, alla Agenzia del Demanio e al Provveditorato interregionale Opere Pubbliche
1 Centro storico e pavimentazione: ancora problemi Centro storico e pavimentazione: ancora problemi Dislivelli e basole spaccate a due passi dalla Cattedrale
4 Centro storico: ma chi controlla? Centro storico: ma chi controlla? Tra sfoghi dei lettori e cittadini delusi è l'immagine di una città rovinata
7 Piazza Tomaselli si trasforma da "parcheggio" ad area pedonale Piazza Tomaselli si trasforma da "parcheggio" ad area pedonale Sul sagrato della Chiesa di San Toma fioriere e vasi
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.