Giuseppe Affatato
Giuseppe Affatato
Cronaca

Prosciolti Affatato e Di Leo, nessuna violazione nel "caso Lum"

La sentenza emessa questa mattina dal gip di Trani, Francesco Messina

L'ex dirigente dell'Ufficio Tecnico Comunale di Trani, l'ingegner Giuseppe Affatato, ed il costruttore di origini andriesi Riccardo Di Leo, in qualità di amministratore della Srl Constructa, sono stati prosciolti dall'accusa di concorso in abuso d'ufficio e violazione del Testo Unico in materia di edilizia per il cambio di destinazione d'uso dell'immobile di Via Andria dove ha sede l'Università Lum.

La sentenza di non luogo a procedere è stata pronunciata stamattina dal giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Trani Francesco Messina. Inizialmente la Procura della Repubblica aveva chiesto il rinvio a giudizio di entrambi gli imputati, salvo poi tornare sui suoi passi e chiedere il proscioglimento; così come avevano chiesto al gup i difensori Domenico Di Terlizzi e Francesco Di Marzio.

La Srl Constructa è proprietaria della vasta area che frutta 360mila euro annui per la locazione all'Università fondata da Giuseppe Degennaro, mai coinvolta nell'inchiesta. L'immobile era catalogato come impianto produttivo e polifunzionale e commerciale. Successivamente l'imprenditore Di Leo chiese all'Ufficio Tecnico del Comune il cambio di destinazione d'uso per adibirlo a sede universitaria e dunque "ospitare" la Lum.

Ma secondo quanto inizialmente prospettò la Procura tranese la pratica di Affatato sarebbe stata connotata da illeciti, con l'ex numero uno dell'Utc che sarebbe stato istigato da Di Leo. A seguito del cambio della destinazione d'uso sarebbe stata "eseguita una lottizzazione abusiva della relativa particella a scopo edilizio in quanto le opere realizzate comportavano la trasformazione urbanistica ed edilizia del lotto, in violazione del Pug di Trani adottato dal consiglio comunale il 31 marzo 2009". S'ipotizzò che il vincolo sarebbe stato violato da Affatato e dalla vicenda la Srl Constructa avrebbe conseguito "un ingiusto vantaggio patrimoniale". Ma ora le accuse sono cadute. Tra 90 giorni il deposito delle motivazioni del proscioglimento.
  • Tribunale di Trani
  • Giuseppe Affatato
  • Università LUM
Altri contenuti a tema
Via l'Università, arriva il Liceo? La ex Lum potrebbe ospitare alcune classi del "de Sanctis" Via l'Università, arriva il Liceo? La ex Lum potrebbe ospitare alcune classi del "de Sanctis" Ieri la raccolta di firme e la protesta dei genitori e studenti contro i doppi turni
Assolta in Appello l'avv. Giuseppina Chiarello: "Il fatto non costituisce reato" Assolta in Appello l'avv. Giuseppina Chiarello: "Il fatto non costituisce reato" Ribaltata la sentenza di Primo Grado del Tribunale di Trani
L'Ipsia di Andria nella Lum di Trani? E' l'ipotesi avanzata dalla Provincia Bat per risparmiare L'Ipsia di Andria nella Lum di Trani? E' l'ipotesi avanzata dalla Provincia Bat per risparmiare L'attuale costo annuale è troppo esoso per l'Ente, che cerca nuove sistemazioni più convenienti
Possibile trasferimento a Trani per la sede Ipsia di Andria? Possibile trasferimento a Trani per la sede Ipsia di Andria? Gianni Attimonelli (Gessatti Immobiliare srl): «Tentativo di trasferimento ingiustificato e denso di problemi per alunni e personale scolastico»
Condanna a trent'anni  per Patrizio Lomolino, riconosciuto colpevole di omicidio Condanna a trent'anni per Patrizio Lomolino, riconosciuto colpevole di omicidio La decisione del tribunale di Trani per l'omicidio del trans Aldomiro Gomes nel 2007
Giustizia svenduta, Nardi torna in libertà Giustizia svenduta, Nardi torna in libertà Cessate le esigenze cautelari
Università Lum, Di Leo alla Zitoli: «Il privato non ha colori politici. E la Cultura esiste anche grazie ai privati» Università Lum, Di Leo alla Zitoli: «Il privato non ha colori politici. E la Cultura esiste anche grazie ai privati» Continua il dibattito sulla ipotesi di chiusura della Lum
Università Lum verso la chiusura, l'assessore Zitoli chiarisce Università Lum verso la chiusura, l'assessore Zitoli chiarisce «Il diritto all'istruzione deve essere garantito rimuovendo le barriere economiche, non accrescendole»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.