Polizia stradale
Polizia stradale
Cronaca

Rapine a furgoni portavalori, la Polizia arresta cinque persone

Agivano lungo le arterie autostradali pugliesi, coinvolti anche residenti nella Bat

Il 31 marzo 2019, personale del Compartimento Polizia Stradale Puglia di Bari, con il Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato ed il Servizio Polizia Stradale, ha eseguito un decreto di fermo disposto dalla Procura della Repubblica di Trani nei confronti di 5 soggetti, tutti con precedenti per reati contro il patrimonio, residenti nelle province di Bari, Barletta - Andria - Trani e Foggia, facenti parte di un sodalizio criminoso dedito alla commissione di rapine in danno di furgoni portavalori in transito lungo le arterie autostradali pugliesi. All'operazione hanno partecipato anche operatori delle Squadre Mobili di Bari e Foggia e dei Reparti Prevenzione Crimine di Bari e San Severo.

L'attività ha avuto origine dalla rapina consumata lo scorso 20 novembre 2018 sull'autostrada A14 all'altezza di Canosa. Nell'occasione, una decina di soggetti completamente travisati, dopo aver esploso numerosi colpi di arma da fuoco, si erano impossessati di valori ed altri oggetti trasportati da un furgone della Cosmopol. L'intervento si è reso necessario al fine di impedire un ulteriore assalto ad un furgone portavalori, come emerso dalle attività tecniche in corso.

Durante l'attività, è stata eseguita una perquisizione in un vivaio di piante in disuso sito a Stornarella in provincia di Foggia, dove sono stati rinvenuti auto e mezzi pesanti, tra cui una pala meccanica, risultati rubati, armi da fuoco, anche da guerra, e relativo munizionamento; nella stessa località, abilmente celati, sono stati scoperti giubbotti antiproiettile ed utensili idonei alla effrazione dei veicoli portavalori.

Infine nel medesimo sito, è stata rinvenuta e sequestrata una ingente quantità di piante di marijuana in infiorescenza ed in essiccazione.

I particolari dell'operazione saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà domani 3 aprile 2019 alle ore 12.30 presso la Procura della Repubblica di Trani alla presenza del Procuratore Capo della Repubblica, all'esito delle udienze di convalida dei fermi.
  • Polizia
Altri contenuti a tema
Venerdì fermate 1445 persone ed ispezionati 125 esercizi commerciali Venerdì fermate 1445 persone ed ispezionati 125 esercizi commerciali Controlli ancor più intensi nella settimana di Pasqua
Giovedì fermati 1.439 cittadini ed ispezionati 77 esercizi commerciali Giovedì fermati 1.439 cittadini ed ispezionati 77 esercizi commerciali Controlli ancor più intensi nel prossimo fine settimana ​
Misure per il contenimento del Coronavirus, proseguono i controlli Misure per il contenimento del Coronavirus, proseguono i controlli Il 1 aprile fermate 1241 persone, 116 le sanzioni, 9 le denunce  
Coronavirus, oltre 30mila persone controllate nella Bat Coronavirus, oltre 30mila persone controllate nella Bat Martedì scorso 76 sanzioni e 6 denunce penali  
Contenimento del Coronavirus nella Bat, dall’11 marzo quasi 30mila persone ed oltre 4mila esercizi commerciali controllati Contenimento del Coronavirus nella Bat, dall’11 marzo quasi 30mila persone ed oltre 4mila esercizi commerciali controllati Le forze dell'ordine a lavoro per garantire l’attuazione delle misure del Governo
Vendita di dolci e prodotti alimentari non consentiti, a Trani sanzionati tre panifici Vendita di dolci e prodotti alimentari non consentiti, a Trani sanzionati tre panifici Continuano i controlli di Polizia locale e Polizia di Stato in città
2 Vendita di dolci e prodotti alimentari non consentiti, sanzionati 4 bar della città Vendita di dolci e prodotti alimentari non consentiti, sanzionati 4 bar della città Nel mirino delle Forze di Polizia anche alcuni panifici
1 Coronavirus, nella Bat oltre 20 mila cittadini controllati Coronavirus, nella Bat oltre 20 mila cittadini controllati Nuovo decreto legge del governo: inasprite le sanzioni per i trasgressori ​
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.