Incontro al Museo Diocesano
Incontro al Museo Diocesano
Eventi e cultura

Da Chicago a Trani: la Diocesi recupera 109 pergamene antiche

Il vescovo Picchierri: «Oggi ci riappropriamo delle radici della nostra cultura»

In un Museo Diocesano completamente restaurato e riaperto al pubblico, il vescovo monsignor Giovan Battista Picchierri è rientrato in possesso di 109 pergamene risalenti al XIV-XVI. Si conclude così una delle fasi dell'indagine seguita del comando Tutela Patrimonio Culturale dei carabinieri di Roma, che hanno fatto luce su un ingente furto di beni archivistici e bibliografici avvenuto tra i primi anni '70 e gli '80, da biblioteche e archivi, ecclesiastici o comunali pugliesi.

«Questa sera gioisco insieme con voi per questo importante avvenimento - ha dichiarato l'arcivescovo -. Questa operazione di recupero ha impegnato tanti soggetti autorevoli: la Sovrintendenza archivistica di Puglia e Basilicata, il Nucleo dei carabinieri per la Tutela al Patrimonio culturale. Come servo di questa Chiesa locale devo ringraziare tutti i protagonisti di questa operazione perché ci hanno consentito di riappropriarci di quelle che sono le radici della nostra cultura. Non si può essere figli del tempo senza la storia, vivremo - ha concluso - nella presunzione più cieca e buia».

«Questa giornata conclude un iter molto lungo, iniziato nel 2007», ha proseguito Maria Carolina Nardella, soprintendente archivistico della Puglia e della Basilicata. «Già l'Fbi aveva capito che quel patrimonio era internazionale, ma soprattutto che lo stesso provenisse dalla Puglia. Sulle pergamene, 109 in totale, è stato effettuato un lungo lavoro. Il recupero è il frutto di un lavoro di sinergia tra le autorità nazionali (Sovrintendenza archeologica di Bari e comando dei carabinieri Nucleo Tutela del Patrimonio culturale di Roma) e internazionali (Fbi di Chicago)».

La parola è poi passata a Michelangela Stefàno, comandante nucleo Tutela Patrimonio culturale dei carabinieri. «I beni culturali ecclesiastici - ha detto l'ufficiale dell'Arma - rappresentano un'enorme parte del patrimonio artistico del nostro Paese. Abbazie, monasteri, cattedrali custodiscono due millenni di storia composta suddivise tra opere pittoriche, scultoree e patrimonio librario. Nasce quindi l'esigenza di tutelare con un sistema congiunto questo ingente patrimonio per ostacolare furti e traffico clandestino internazionale di questi beni. La tutela del patrimonio culturale - ha proseguito - deve essere vissuta come un dovere. Questo reparto dei carabinieri, istituito nel 1969, è proposto per contrastare una tipologia di criminalità che è diversa dal solito, caratterizzata spesso, come in questo caso, da profili di trans nazionalità».

Per ultimo l'intervento di Carla Palma, funzionario della Soprintendenza archivistica della Puglia e della Basilicata. «Sulle pergamene - ha spiegato - è intervenuto lo studio di una professionista specializzata in paleografia, Corina Drago, mentre la Sovrintendenza ha contribuito invece nell'individuare gli archivi di provenienza: tre appartengono alla Curia arcivescovile di Trani, una a quella di Bisceglie, la parte restante appartiene ai numerosi archivi ecclesiastici di Barletta».
Consegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo DiocesanoConsegna di 109 pergamene alla diocesi: l'incontro al Museo Diocesano
  • Polo Museale
  • Diocesi di Trani
  • beni culturali
Altri contenuti a tema
1 Un timbro tutto tranese per celebrare Adriano Olivetti e la Lettera 22 Un timbro tutto tranese per celebrare Adriano Olivetti e la Lettera 22 Questa mattina cerimonia al Polo museale. Nel pomeriggio un convegno in streaming con Matteo Olivetti e Francesco Giorgino
Un annullo filatelico a Trani per un francobollo speciale: al Polo Musele l’omaggio per i settant’anni della "Lettera 22" Un annullo filatelico a Trani per un francobollo speciale: al Polo Musele l’omaggio per i settant’anni della "Lettera 22" Il 15 dicembre Fondazione Seca e Poste Italiane legati da un unico filo rosso della comunicazione
Il Natale del Polo Museale: una piccola "Follia d’Amore" Il Natale del Polo Museale: una piccola "Follia d’Amore" L’albero e il presepe con le statue del “Don Uva di Bisceglie” si accenderanno in piazza Duomo l'8 dicembre
Suor Mimma Scalera di Trani riceve l'incarico di "Delegato episcopale per la Vita consacrata" Suor Mimma Scalera di Trani riceve l'incarico di "Delegato episcopale per la Vita consacrata" Significativa nomina per la consorella appartenente alla Congregazione delle Adoratrici del Sangue di Cristo
Emergenza Covid, l'Arcidiocesi: «Sospesi gli incontri in presenza di catechesi» Emergenza Covid, l'Arcidiocesi: «Sospesi gli incontri in presenza di catechesi» Lo stop riguarda anche i percorsi formativi del clero
Due sacerdoti della diocesi Trani-Barletta-Bisceglie positivi al covid Due sacerdoti della diocesi Trani-Barletta-Bisceglie positivi al covid Si tratta di don Giuseppe Tupputi e don Giuseppe Cavaliere
Chiesa povera per i poveri: oggi la presentazione del programma annuale diocesano Chiesa povera per i poveri: oggi la presentazione del programma annuale diocesano A seguire solenne concelebrazione in Cattedrale
Giornate europee del Patrimonio, il programma al Polo museale di Trani Giornate europee del Patrimonio, il programma al Polo museale di Trani Gli appuntamenti di sabato e domenica
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.