Vigilanza
Vigilanza
Vita di città

Servizio di vigilanza armata, ridotte le ore di lavoro

Le guardie giurate: «Rivendichiamo la massima tutela dei lavoratori»

«Il giorno 23 dicembre scorso ai lavoratori è stato comunicato che Amiu riduce l'orario di lavoro di due ore quotidiane cosicché il servizio di vigilanza armata anziché cominciare alle ore 14 viene posticipato alle ore 16 per un totale di 80 ore mensili riproporzionate su ogni lavoratore si ha una perdita mensile di € 300, perdita associata gia' alle tante inadempienze contrattuali applicate dalla Sicurcenter». A comunicarlo sono le sette guardie giurate iscritte e assistite dalla Filcams Cgil Bat.

«Sin dall'inizio dell'appalto - spiegano - scaduto due anni fa, e prorogato sino al 28 febbraio 2017, sono stati numerose le ricadute sui lavoratori. Abbiamo richiesto un incontro con il sindaco di Trani che è avvenuto la vigilia di Natale, tale incontro purtroppo non ha prodotto alcun esito e ne è stato fissato un nuovo nella giornata del 28, al quale era stato invitato anche l'amministratore di Amiu s.p.a. L'incontro è saltato mezz'ora prima dell'inizio per impedimenti occorsi all'amministratore di Amiu e rimandato al giorno 2 gennaio».

«L'incontro avvenuto il giorno 2 gennaio - proseguono - aveva rassicurato i lavoratori nella volontà immediata sia da parte di Amiu che dello stesso socio rappresentato dal Sindaco e dall'assessore all'ambiente, nel ripristino del servizio alla condizione precedente ,cioe' alle ore effettive e naturali disposte sul capitolato d'appalto. Al momento non c'è stato nessun ripristino di ore, venendo meno a quanto erano gli accordi intrapresi in assemblea, che avevano tranquillizzato le guardie giurate».

E ancora. «I lavoratori - dichiarano - rivendicano la massima tutela, un pronto immediato e definitivo intervento risolutore delle problematiche esposte che garantisca il rispetto dei diritti in regime di appalto, e non tollerano - concludono - comportamenti e atteggiamenti da un amministrazione comunale (al quale è venuta meno agli impegni) che dovrebbe essere garante delle tutele dei lavoratori e dei cittadini che subiscono costantemente le distorsioni della competitività e che ledono la dignità e le condizioni di lavoro, continuando lo stato di agitazione intrapreso senza escludere altre iniziative di sit-in dinanzi al Palazzo di città e della stessa Amiu in via Barletta 161».
  • Amiu Trani
Altri contenuti a tema
1 Barresi accusa Amiu: «Prelevate somme dal fondo post esercizio della discarica» Barresi accusa Amiu: «Prelevate somme dal fondo post esercizio della discarica» La consigliera di Più Trani: «L'azienda sta agendo contro le disposizione della legge»
1 Amiu, disinfestazione aerea sul territorio comunale Amiu, disinfestazione aerea sul territorio comunale Il trattamento con finalità antilarvale si svolgerà il 20 marzo
Basta con la politica dei "vasi di coccio", salviamo i vigilanti della discarica Basta con la politica dei "vasi di coccio", salviamo i vigilanti della discarica Intervento dell'assessore regionale Santorsola sul caso Amiu
Amiu, manifestazione d'interesse per fornitura di software Amiu, manifestazione d'interesse per fornitura di software Le disponibilità dovranno pervenire entro il 3 febbraio
Amiu, guardie giurate protestano davanti al Comune Amiu, guardie giurate protestano davanti al Comune Denunciano le condizioni precarie di lavoro
Rifiuti, a Natale Amiu garantisce un servizio supplementare Rifiuti, a Natale Amiu garantisce un servizio supplementare Resta vietato il conferimento dalle 18 del sabato pomeriggio fino alle 5 della domenica
Isola ecologica, i Cinquestelle: «Poca trasparenza da parte dell'amministrazione comunale» Isola ecologica, i Cinquestelle: «Poca trasparenza da parte dell'amministrazione comunale» Papagni e Di Lernia: «Vogliamo che i cittadini sappiano cosa accade in Amiu»
Fondi regionali per ampliare l'isola ecologica, Corrado: «Un'occasione da non perdere» Fondi regionali per ampliare l'isola ecologica, Corrado: «Un'occasione da non perdere» Intervento del consigliere comunale di Area Popolare
© 2001-2017 TraniViva è un portale gestito dall'associazione Progetto Futuro. Partita iva 07930130724. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.