Pier Luigi Lopalco
Pier Luigi Lopalco
Sanità

Sospensione del serv­izio Usca, Pierluigi Lopalco: «Sce­lta incomprensibile»

Il consigliere regionale deposita un'interrogazione in Regione per chiedere la proroga del serv­izio

«La sospensione del servizio delle Usca (Unità speciali di continuità assistenzi­ale) a partire dal 1 maggio, in un momen­to in cui la circol­azione virale non mo­stra alcun segno di significativa riduzi­one, è una scelta gravissima e ingiusti­ficabile. Quello del­le Usca è un servizio faticosamente mes­so in piedi nel 2020 per far fronte al Covid ed ha dimostrato in questo lungo periodo la sua fondam­entale importanza, sia dal punto di vista dell'efficacia che della tempestività dell'assistenza off­erta ai cittadini. Per questo ho deciso di depositare un'in­terrogazione in Cons­iglio regionale rivo­lta all'Assessore al ramo per comprende­re i motivi che hanno portato a tale de­cisione e chiedere:

1.​ se suss­istono i presupposti per la cessazione del servizio nonosta­nte il livello di co­ntagi.

2.​ se in ragione della cessaz­ione del servizio so­no state attivate tu­tte le procedure atte a riorganizzare il lavoro dei medici di base, del Servizio 118 e dei Pronto Soccorso Ospedalieri che dovranno far fr­onte dal primo maggio a tutte le incomb­enze di gestione dei pazienti Covid, sino ad oggi gestite da­lle USCA.

3.​ ​Se si intende usufruire de­lla proroga concessa dal Ministero - e dalle relative risorse messe a disposizi­one dal Governo - per garantire il servi­zio sino al 30.06.20­22.

La mancata proroga di questo servizio ri­schia di creare un vuoto assistenziale che la Puglia non de­ve e non può permett­ersi. Rivolgo perta­nto un appello all'A­ssessore Palese e al Presidente Emiliano affinché si arrivi ad una soluzione ra­gionevole ed oggetti­va per il bene dei pugliesi, soprattutto in un momento di passaggio importante alla riorganizzazione dell'assistenza territoriale in cui sarebbe davvero incon­cepibile dissolvere il patrimonio di pr­ofessionalità e capa­cità organizzative dei tanti giovani med­ici che hanno con passione e abnegazione mantenuto in piedi il servizio».

Pier Luigi Lopalco, Consigliere regiona­le Articolo Uno
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Accertato in Puglia il primo caso di vaiolo delle scimmie: è un uomo di 36 anni Accertato in Puglia il primo caso di vaiolo delle scimmie: è un uomo di 36 anni La conferma nella serata di ieri dal policlinico di Bari
Trani, carenza di medici convenzionati del 118 per la Postazione Fissa Trani, carenza di medici convenzionati del 118 per la Postazione Fissa A rischio chiusura per mancato riconoscimento della dotazione organica
1 XIV Congresso nazionale di Radiodiagnostica a Trani dal 25 al 28 maggio XIV Congresso nazionale di Radiodiagnostica a Trani dal 25 al 28 maggio "Progressi in..." il titolo dell'incontro scientifico curato dal dott. Tommaso Scarabino
1 Rischio genetico della schizofrenia: il tranese Alessandro Bertolino nel gruppo di studiosi dell'Università di Bari Rischio genetico della schizofrenia: il tranese Alessandro Bertolino nel gruppo di studiosi dell'Università di Bari Lo studio è stato pubblicato su "Nature" da accademici internazionali
Onda d'urto onlus, indagine epidemiologica tumori maligni sui giovani sarà estesa anche su Trani e Barletta Onda d'urto onlus, indagine epidemiologica tumori maligni sui giovani sarà estesa anche su Trani e Barletta E' la decisione presa dal consiglio del sodalizio andriese e comunicato dalla Presidente Dott.ssa Angela Somma
Mattinata  di screening diabetici, uditivi e visivi alla Croce Bianca Mattinata di screening diabetici, uditivi e visivi alla Croce Bianca E stasera alle 10:30 chiude la mostra di Rosa Alda Magliocca con una donazione dell'artista per una raccolta fondi
8 Smantellate da oggi  le Unità Speciali di Continuità Assistenziali: un'occasione persa per un nuovo servizio? Smantellate da oggi le Unità Speciali di Continuità Assistenziali: un'occasione persa per un nuovo servizio? La fine delle Usca Bat annunciata in un post del dottor Giovanni Papagni
Schittulli: «500 decessi al giorno di cancro, si riprenda a fare i controlli» Schittulli: «500 decessi al giorno di cancro, si riprenda a fare i controlli» L'oncologo lancia l'allarme e invita a esami preventivi trascurati durante la pandemia
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.