Anna Maria Barresi
Anna Maria Barresi
Politica

Stop all'autonomia differenziata

Lettera in redazione della consigliera Barresi (Italia in Comune)

Siamo lieti che vari movimenti e partiti, compresa "Forza Italia", facciano propria una battaglia che abbiamo noi di "Italia in Comune" già portato, come da loro invito oggi, un mese fa in alcuni Consigli comunali dove ITC è presente, stiamo parlando dell'autonomia differenziata.

Il tema del riconoscimento di maggiore autonomia alle regioni a statuto ordinario, ai sensi dell'articolo 116, terzo comma della costituzione, si è guadagnato il centro del dibattito che riguarda le iniziative intraprese da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna nel 2017.

Le tre Regioni suddette, dopo aver sottoscritto tre accordi preliminari con il Governo a febbraio 2018, hanno ampliato il quadro delle materie da trasferire rispetto a quello originariamente previsto. Nel frattempo altre regioni hanno intrapreso l'iter istituzionale per l'autonomia differenziata, essa non è una decisione del Governo Lega - M5S, ma del Governo Gentiloni che siglò una pre-intesa con le tre regioni più ricche d'Italia.

E' necessario bloccare il processo di autonomia differenziata della Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna che dovrà essere discusso a breve dal Parlamento, la sua realizzazione sarebbe deleteria per le Regioni del Sud, infatti ci troveremmo difronte a Regioni ricche e le altre sempre più povere.

La rigenerazione dell'Italia può concretizzarsi, solo, con lo sviluppo del Meridione, i cittadini devono essere trattati nello stesso modo a livello nazionale, sia per il prelievo che per i servizi erogati e di spesa.

La vicenda è decisiva per il futuro dell'Italia, la maggior parte del gettito fiscale verrebbe trattenuta al Nord; allo stesso tempo tutti i cittadini devono godere del diritto all'istruzione, alla salute ecc. indipendentemente dal loro reddito. Le regioni che chiedono l'autonomia vogliono trattenersi quelli che definiscono i loro soldi oltre a quello che lo Stato spende per i servizi.

La sanità al Sud già non è delle migliori, ma con questa autonomia la situazione nei nostri ospedali peggiorerebbe e aumenterebbero i ricoveri di pazienti meridionali in ospedali del Nord, il divario si accentuerebbe in posti letto e attrezzature ai danni del Sud.

Non è giusto trattenere nel proprio territorio i nove decimi delle tasse pagate dai propri cittadini, come le pagano tutti i cittadini italiani e trattenerli perché i più ricchi hanno più bisogni e più diritti.

Cerchiamo tutti insieme, dalla Sinistra più estrema a Fratelli d'Italia, a non aggravare un assetto già precario.

Anna Maria Barresi-Consigliere "Italia in Comune"
  • Raccolta differenziata
Altri contenuti a tema
Raccolta differenziata porta a porta, pubblicate le gare per la fornitura di automezzi e attrezzature  Raccolta differenziata porta a porta, pubblicate le gare per la fornitura di automezzi e attrezzature  L'apertura delle offerte di entrambe le procedure è programmata per giovedì 18 luglio
2 Raccolta porta a porta: all'isola ecologica distribuzione di kit e buste Raccolta porta a porta: all'isola ecologica distribuzione di kit e buste Tutte le informazioni utili
3 Raccolta differenziata, accolte le richieste degli esercenti per migliorare il servizio Raccolta differenziata, accolte le richieste degli esercenti per migliorare il servizio Nei giorni scorsi il tavolo tecnico tra Amministrazione, associazioni di categoria e Amiu
Porta a porta, rimossi i cassonetti stradali in diverse vie di Trani Porta a porta, rimossi i cassonetti stradali in diverse vie di Trani Si tratta di aree che rientrano nella zona interessata dalla partenza del nuovo sistema di raccolta
Raccolta differenziata per utenze non domestiche, l'avvio tra dubbi e interrogativi Raccolta differenziata per utenze non domestiche, l'avvio tra dubbi e interrogativi Le associazioni di categoria richiedono un incontro tecnico con sindaco e Amiu
Raccolta differenziata, da lunedì al via il "porta a porta" per le utenze non domestiche food Raccolta differenziata, da lunedì al via il "porta a porta" per le utenze non domestiche food Conclusa la consegna di attrezzature e del materiale informativo
1 Raccolta differenziata, Trani Sociale si fa portavoce dei disagi dei commercianti Raccolta differenziata, Trani Sociale si fa portavoce dei disagi dei commercianti «Alla presentazione in Comune scarsa presenza dei veri interessati e tanti personaggi inutili»
Differenziata, ai prossimi incontri le associazioni di categoria chiedono la presenza di Asl, Polizia e Nas Differenziata, ai prossimi incontri le associazioni di categoria chiedono la presenza di Asl, Polizia e Nas La richiesta dopo la scoperta di discrasie tra il progetto e gli obblighi di legge di carattere igienico sanitario
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.