Fortitudo
Fortitudo
Basket

La Fortitudo Trani in serie C Silver: il coronamento di un'annata trionfale

Le interviste alla squadra di Fabio Palieri

"Preferiamo andare in C vincendo sul campo e non per chiamata a tavolino della Federazione…" queste erano le parole di Stefano di Lauromeno di un anno fa quando diverse squadre "salirono" dalla D alla C Silver per la riforma dei campionati. La Fortitudo Trani vincendo contro la Scuola di Basket Lecce vince il campionato di serie D e viene promossa in C Silver con una giornata d'anticipo, giusto coronamento di un'annata trionfale che l'ha vista dominare soprattutto nei play off con nove vittorie in altrettante partite. Una squadra costruita circa tre anni fa, il ritorno di Ricky Barbera nella società che lo ha visto crescere, Giovanni Logoluso di ritorno dall'esperienza a Pavia per motivi professionali, l'arrivo di Raphael Santos, il gigante buono Bartolo di Leo, gli "stranieri" Jacopo Mennuni e Nicola Triglione e ovviamente capitan di Lauro a far da chioccia tra i nuovi arrivati e l'inserimento graduale dei ragazzi provenienti dalle giovanili.

Non posso non citare Valerio Corvinoche in qualità di Coach, nei due anni precedenti, ha creato e assemblato il gruppo donandogli la giusta identità, fino ad arrivare all'approdo nell'attuale stagione di Coach Totaroben coadiuvato da Andrea Rasoli, figura carismatica e di grande esperienza sempre presente in queste stagioni; staff tecnico composto anche da Salvatore Caressain qualità di preparatore fisico che ha dato il suo contributo con evidenti risultati.

Lilli Basile: "Siamo orgogliosi del traguardo raggiunto, inutile nascondere l'emozione per questa promozione anche se a dirti la verità mi è sembrato una cosa naturale sicuramente perché l'emozione è stata condivisa con tutti i nostri tifosi, le famiglie dei nostri atleti, ragazzi il cui denominatore comune è stata la coesione. Il vero spirito di questa associazione è venuto fuori domenica sera prima durante e dopo la partita quando ci siamo stretti in un grande abbraccio uniti nel minibasket, Baskin, prima divisione e giovanili; vero motivo d'orgoglio la programmazione della Fortitudo e il percorso fatto. Con Stefano e Carlo ci siamo fatti una promessa di valorizzare sempre e comunque i ragazzi attraverso il basket, facendoli crescere in un ambiente sano senza promettere scorciatoie e predicando il duro lavoro e il sacrificio per raggiungere gli obiettivi. Vorrei ringraziare tutto lo staff tecnico, media, comunicazione e staff medico; Matteo non ha esitato un attimo a calarsi nel nostro progetto portando la sua professionalità ed esperienza ben coadiuvato da Andrea Rasoli e Salvatore Caressa. Ora senza rilassarci inizieremo a programmare la nuova stagione, questa città merita un panorama cestistico adeguato, in passato ne ha avuti ed ogni periodo è stato entusiasmante, ma credo che senza nulla togliere a nessuno siamo riusciti a riaccendere quel senso di appartenenza sportiva che mancava alla Città".

Nicola Triglione: "Sicuramente vincere il campionato è stata una gioia immensa, farlo poi con questi colori, questa maglia, questi ragazzi vale anche doppio; ci tengo a sottolineare una cosa importante ovvero che i sogni non si avverano per caso ma ci vuole costanza e continuità nel fare le cose. Noi in questi tre anni ci abbiamo messo impegno, sudore, sacrifici e tanta….focaccia!! perché come ben sai queste vittorie si costruiscono anche attorno ad un tavolo a dire chiacchiere, a mangiare focaccia e bere birra; ormai è diventato famoso il nostro calendario delle focacce. La cosa più importante è stato mettere da parte i propri interessi personali al fine di raggiungere l'obiettivo comune; abbiamo imparato a vincere e perdere insieme che è alla base della vittoria ottenuta. Concludo ringraziando soprattutto Stefano di Lauro conosciuto a Trinitapoli negli anni della C2, vero punto di riferimento dentro e fuori dal campo; poi ringrazio Carlo e Lilli, i due coaches, Salvatore e Marilena, zio Nicola per il gran tifo arrivato anche a Lecce, per finire Valerio Corvino con cui ho un rapporto particolare e tutti i miei compagni di squadra".

Bartolo di Leo: "Ci siamo strameritati questa vittoria, non solo durante questa stagione ma anche durante la scorsa; la società ci è sempre stata vicina per qualsivoglia esigenza senza metterci mai nessuna pressione addosso. Abbiamo vinto anche per i nostri tifosi che ci hanno sempre sostenuto in casa e in trasferta, l'emozione più grande è stata vedere tanta gente credere in te!! Volevo assolutamente vincere perché sugli spalti c'era la mia famiglia e perché volevo dare una grande soddisfazione al pubblico, per l'anno prossimo chissà…l'importante è avere attorno al collo la retina simbolo della vittoria del campionato".

Ricky Barbera: "Partita complicata a causa della tensione e dalla forza del Lecce che reputo un ottimo avversario; vincere è stata una grandissima gioia, è da agosto che stiamo lavorando come i matti. Avevo lasciato qualche anno fa la Fortitudo ma ritornarci è stato stupendo e molto stimolante. Ringrazio i tifosi, lo staff tecnico e la società che ha permesso di realizzare tutto questo…grazie a tutti!!!".
Giovanni Logoluso: "Difficile trovare le parole…un'emozione troppo grande frutto del lavoro e del sacrificio fatto fino ad oggi; il vero senso di tutta la mia carriera, le levatacce a ferragosto per la preparazione estiva, le sessioni di tiro a Natale e Capodanno, gli sforzi e quant'altro che ci abbia portato a questo meraviglioso traguardo….ringrazio tutti".
Filippo Barberanon è solo il papà di Ricky, ma anche e soprattutto un tifoso bianco-azzuro sempre sincero e onesto nei suoi memorabili commenti post partita, nonché ex dirigente: "Vittoria meritatissima, rendo onore a tutti i ragazzi che hanno sempre creduto in questo obiettivo, creando in primis un gruppo ben unito e amalgamato tanto da poter superare qualsiasi difficoltà. Onore alla dirigenza che ha portato avanti, anche tra mille difficoltà, questo ambizioso progetto e coinvolgendo tante famiglie e appassionati che hanno colorato a festa il Pala Assi. Felicissimo per mio figlio Ricky che è riuscito a conciliare basket e studio riuscendo a brillare su entrambi i fronti. Grazie a tutti e W la palla a spicchi!!".

Il racconto di un campionato, di una partita, di un attimo può essere raccontato in tantissimi modi; voglio dedicare anche un pensiero a chi dà voce ogni giorno alle gesta dei propri beniamini attraverso racconti, foto e video (chi cura i social media, ormai parte integrante della nostra vita)…in particolare un plauso a Stefano Simone, Piercarlo Preziosa, Vincenzo Avvenientema anche a Francesco Petrarota, Alessandro Petioe Luca Tarantiniche hanno scritto e assemblato foto e video per la Fortitudo come per la Juve Trani. Una dedica speciale all'amico Giuseppe Cortellinogenero del compianto Sig. Michele Grilli(un vero maestro e artista della fotografia che ha saputo immortalare mille ricordi della nostra Città), che ci delizia da diversi anni con i suoi scatti fotografici durante gli eventi del minibasket Turenum e della JT.

Dulcis in fundo…vorrei parlare di Vincenzo del Negro oramai fotografo sportivo e non per professione, ha mosso i primi passi proprio col sottoscritto quando giocava a basket, indimenticabile la sua "bomba" da oltre 9 metri nella finalissima provinciale contro i Bulls Bari… Vincenzo si è trasferito a Milano per frequentare l'Istituto Nazionale di Fotografia ed è ormai un punto fisso per le maggiori squadre del campionato italiano di serie A, lavorando anche per l'Eurolega per le partite casalinghe dell'Olimpia Milano:

"Caro Fabio, il Basket per me è semplice e pura Passione, anche se ad oggi è diventato un lavoro ma rimane sempre una grandissima passione ovunque mi trovi: palyground o palazzetto. Oggi mi sento molto maturo rispetto a quando cominciai il minibasket a 4 anni e poi il percorso da istruttore minibasket/giovanile a 17 anni…oramai sono quattro anni che associo alla parola pallacanestro la mia professione di fotografo. Ricordo i momenti belli di quando giocavo e preparavo il borsone, poi i momenti da istruttore che girava le palestre munito di qualsivoglia attrezzatura per non far mancare nulla ai miei piccolini…ed infine ora in cui devo essere attento a non dimenticare lo sgabello, le schede di memoria, le macchine fotografiche ma soprattutto devo essere preparato e studiare i giocatori ed i protagonisti da immortalare con più scatti. Devo confessarti che, pur essendo a contatto con campioni che fin da piccolo idolatravo, raramente mi emoziono durante il lavoro a causa della troppa concentrazione…forse qualche emozione in più c'è durante le partite della Nazionale maschile/femminile per ovvi motivi. Per il futuro sono e sarò sempre pronto a vivere con un pizzico di fatalismo credendo nel proverbio che dice che la vita in fondo è il 10% di ciò che succede e il 90% di come lo affronti, ovviamente qualche progettino in cantiere c'è…ma non voglio svelare nulla".

Un'altra bellissima pagina di Basket Tranese è stata scritta.

Fabio Palieri
  • Fortitudo basket
Altri contenuti a tema
Oggi a Trani la prima tappa del Baskin Regione Puglia: protagonista la Fortitudo Oggi a Trani la prima tappa del Baskin Regione Puglia: protagonista la Fortitudo Obiettivo del progetto: sostenere l'inclusione sociale
A Trani la prima tappa del Baskin Regione Puglia: protagonista la Fortitudo A Trani la prima tappa del Baskin Regione Puglia: protagonista la Fortitudo Dieci le squadre che si scontreranno tra loro divise in tre gironi
Baskin, oggi il fischio di inizio di una grande sfida per la Fortitudo Trani Baskin, oggi il fischio di inizio di una grande sfida per la Fortitudo Trani Anche la Puglia avrà il suo campionato regionale: un segnale di arricchimento dello sport
PalaLosito amaro per la Fortitudo, NM Corato vince 60-53 PalaLosito amaro per la Fortitudo, NM Corato vince 60-53 La prima trasferta di regular season non porta fortuna ai tranesi
Baskin: la nuova sfida della Fortitudo Basket Trani Baskin: la nuova sfida della Fortitudo Basket Trani Persone normodotate e disabili libere di giocare nella stessa squadra
Basket, la Fortitudo batte il Bari e si conferma prima in classifica Basket, la Fortitudo batte il Bari e si conferma prima in classifica I bianco-azzurri portano a casa due importanti punti
Fortitudo Trani, la squadra pronta per la sfida al Cus Fortitudo Trani, la squadra pronta per la sfida al Cus L’ala bianco-azzurra suona la carica e chiama a raccolta i tifosi
La Fortitudo basket riparte da coach Corvino La Fortitudo basket riparte da coach Corvino Il tecnico già a lavoro per allestire la formazione per la prossima stagione
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.