Tony santagata
Tony santagata
Eventi e cultura

Addio a Tony Santagata, ambasciatore della Puglia nel mondo

Il suo amore per Trani su un CD e un manifesto di un suo tour, nella nostra città una delle ultime esibizioni pubbliche

Oggi è morto un grande e amato artista italiano e lo ricordiamo qui per il grande amore che aveva per la nostra città.

Mi bastò nominare a Tony Santagata Trani come la mia città d'origine , perché lui dal cellulare mi mostrasse- con gli occhi brillanti più del solito - una foto che la adorata moglie Vanna aveva scattato con lo sfondo del porto e della cattedrale durante una passeggiata nella città , e che lui aveva scelto come immagine per la copertina di un CD e la locandina di un tour.

"E mi piacerebbe tanto venire a cantare lì magari proprio sulla piazza affacciata sul porto" , mi aveva detto.

Vi appare sorridente, come sempre, come è apparso su una diretta facebook di quelle che aveva preso a condividere dal tempo del lockdown solo a fine novembre. Un sorriso che si era velato però del dolore più grande - suo figlio era venuto a mancare poco più di un anno fa- ma nonostante il quale non aveva interrotto i rapporti con tanti fans che da decenni lo seguivano da tutto il mondo, quasi una forma di amore, rispetto, condivisione seppur attraverso il web.

In queste ore infatti non solo le testate nazionali stanno ricordando Tony Santagata ma la notizia sta attraversando gli oceani.

Sì, perché tra tante parole Tony Santagata di meriti ne ha raccolti tanti, e non è un titolo da elogio funebre quello di "ambasciatore dell'Italia nel mondo, ma ha anche dimostrato che l'identità regionale è una espressione di italianità ancora più emozionalmente efficace.

Il nome della Puglia l'ha associato a canzoni che sapevano di gioia, allegria, ironia intelligente e brillante (Enzo Tortora negli anni settanta gli consegnò anche un premio come cabarettista) .

Interprete di successi che sanno cantare in Puglia e in tutta Italia, Santagata - che scelse come nome d'arte quello della sua città di origine - era anche autore dei testi delle sue canzoni; ma nel corso della sua carriera ha scritto sei opere musicali moderne.

La più nota è "Padre Pio Santo della speranza", eseguita in Vaticano presso l'Aula Paolo VI la sera della canonizzazione del Santo. La canzone finale, "Padre Pio ho bisogno di te", è diventata la preghiera ufficiale dei fedeli del santo.

È stato inoltre tra i fondatori della Nazionale Artisti, della quale è stato a lungo capocannoniere, ma a calcio ha continuato a giocare sempre, dimostrando un'energia che voleva vincere l'incedere degli anni.

Il cuore gli ha tirato un brutto scherzo, così, d'improvviso. Ma il suo inno "squadra grande squadra mia" continuerà a risuonare negli stadi, anche se ora si gioca non solo di domenica. E canzoni come "Quant'è bello lu primm'ammore" e "Vorrei coprir la tua bocca " nella memoria di tanti italiani.

Ho sperimentato sulla mia pelle quanto fosse facile amare Tony Santagata.

Nel 2019 accettò di venire - a titolo completamente gratuito - a accompagnare a Zurigo una delegazione di undici sindaci di altrettanti comuni dei monti Dauni per presentarne le eccellenze e un itinerario turistico in occasione della festa del 2 giugno, organizzata con il consolato italiano.

Sia l'incontro coi numerosi giornalisti elvetici che , il giorno seguente, la vera e propria festa, culminarono con lui che dirigeva i presenti a intonare Fratelli d'Italia ma anche brani delle sue canzoni, sciogliendo convenzioni e protocolli, insieme anche a un festante presidente Emiliano che volò a Zurigo per l'occasione: perche lui era così, autentico , coinvolgente, trascinante con semplicità e la potenza di un cuore grande dal quale non si poteva che restare rapiti .

Il suo funerale sarà celebrato martedì a Roma nella chiesa degli artisti a piazza del popolo, alle 15.00.
IMGIMGIMGIMGIMG
  • Lutto
Altri contenuti a tema
1 Colto da malore a 28 anni, addio a Cosimo D'Azzeo Colto da malore a 28 anni, addio a Cosimo D'Azzeo Il giovane pasticcere di Trani si trovava a Jesolo per lavoro
1 Ciao, padre Vittorio! Nel pomeriggio l'ultimo saluto a un sacerdote tanto amato dai tranesi Ciao, padre Vittorio! Nel pomeriggio l'ultimo saluto a un sacerdote tanto amato dai tranesi "Mite e virtuoso", "buon samaritano", "amico di tutti": un grande vuoto per la città
22 «L'onestà fu il suo ideale, il lavoro la sua vita», a Trani l'addio a Nicole Selvaggio «L'onestà fu il suo ideale, il lavoro la sua vita», a Trani l'addio a Nicole Selvaggio Folla di parenti e amici ai funerali della giovane infermiera scomparsa lo scorso 6 gennaio
1 L'ultimo saluto a Nicole domenica al Santuario della Madonna di Fatima L'ultimo saluto a Nicole domenica al Santuario della Madonna di Fatima L'addio alla giovane infermiera vittima di un incidente stradale
Trani e quell'impronta indimenticabile di Lina Wertmuller Trani e quell'impronta indimenticabile di Lina Wertmuller L'addio alla grande regista che in città girò le riprese esterne di "Sabato, domenica e lunedì"
Il dolore per la morte di Giuseppe  in una struggente lettera d'amore della sua fidanzata Il dolore per la morte di Giuseppe in una struggente lettera d'amore della sua fidanzata E' stampata su volantini sparsi nella città con l'immagine del giovane deceduto domenica in un incidente stradale
Stroncato in vacanza da un infarto, morto il tranese Guido Melega Stroncato in vacanza da un infarto, morto il tranese Guido Melega L'uomo è stato responsabile della prima squadra calcistica tranese
Addio a Nunzia Mangione, madre dell'ex sindaco Giuseppe Tarantini Addio a Nunzia Mangione, madre dell'ex sindaco Giuseppe Tarantini Oggi il rito funebre presso la chiesa di San Giuseppe
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.