Bancarella
Bancarella
Attualità

Bancarelle al Molo Santa Lucia, per gli ambulanti decisione «inattesa e illegittima»

Per il sindacato «una scorrettezza istituzionale ed una sciatteria»

L'assegnazione dei posteggi presso l'Ufficio Suap del comune di Trani è stato un fallimento. All'appuntamento per le assegnazioni quasi tutti assenti i richiedenti posteggio ma anche fortissime contestazioni. Motivo alla base dell'ira degli ambulanti, storici fieristi concessionari di anzianità maturare in decenni di frequentazione della Festa Patronale di Trani, il blitz del comune che ha trasferito d'imperio e senza alcuna concertazione, all'ultimo momento, le postazioni di vendita al Molo Santa Lucia – Porta Vassalla, violando anche quanto previsto nel Documento Strategico del Commercio.

La Delegazione di Ambulanti che hanno contestato le assegnazioni la mattina di giovedì 29 luglio presso il Suap del comune di Trani, è stata accompagnata dal Sindacalista Savino Montaruli che, sul posto, ha contestato la decisione inattesa ed illegittima di trasferire le 50 postazioni di vendita in un'area diversa da quelle messe in discussione nel corso della riunione del 13 luglio convocata dal Sindaco Amedeo Bottaro e presieduta dal vice Sindaco Fabrizio Ferrante, alla quale lo stesso Montaruli vi partecipò, regolarmente invitato.

E' stato lo stesso Montaruli a dichiarare: "ancora una vota la macchina burocratica, amministrativa e politica della città di Trani dimostra di fare acqua da tutte le parti e non oso neppure immaginare cosa accadrà dal prossimo anno con il pensionamento delle anime buone che, con enorme fatica e grande delusione ma con apprezzabile abnegazione, portano avanti oggi l'Ufficio Commercio evidentemente privo di una guida dirigenziale stabile e dedicata. In quanto alla Festa Patronale ci sentiamo ingannati dall'atteggiamento dell'Amministrazione comunale che viene in riunione con all'ordine del giorno e ponendo in discussione questioni di una certa natura salvo poi decidere autonomamente ed in violazione della legge di buttare "a mare" gli Ambulanti della Festa Patronale.

Una scorrettezza istituzionale ed una sciatteria uniche che provocano non solo un danno d'immagine allo stesso Ente comunale ma grande disorientamento e sfiducia nelle istituzioni. Quella decisione di trasferire le postazioni di vendita al Molo Santa Lucia – Porta Vassalla, un'area che andrebbe innanzitutto bonificata dalle condizioni indecenti in cui viene lasciata abitualmente, è una decisione autocratica e dispotica, e non concertata come qualcuno avrebbe voluto far credere in alcuni comunicati stampa tendenziosi. Quanto verificatosi giovedì 29 luglio presso il Suap di Trani, dopo aver penato per oltre mezz'ora in attesa che arrivasse la Polizia Locale per le assegnazioni dei posteggi, è gravissimo. Infatti gli Ambulanti presenti hanno contestato la decisione del comune non effettuando la scelta del posteggio mentre ben l'80% dei richiedenti posteggio non si è neppure presentato alle 12,00 per la scelta. Peraltro da una verifica è emerso che istanze già validate per il 2020 non sono state considerate, violando palesemente la disposizione di cui alla legge regionale 30 dicembre 2020, n. 35, art. 40 (Misure temporanee straordinarie e urgenti in favore della categoria dei fieristi danneggiata dalle restrizioni alle attività economiche connesse all'emergenza sanitaria da Covid-19).

Segnale inconfutabile della gravità della decisione assunta. Peraltro – continua Montaruli – con un numero così esiguo di Ambulanti presenti alla scelta del posteggio, solo 10, non si capiscono le ragioni di una violazione di quanto previsto dal D.S.C. quindi la dislocazione delle postazioni di vendita in altro luogo rispetto a quello predestinato che non è certo quello maggiormente colpito dagli assembramenti che ogni giorno si verificano nel centro portuale di Trani passando inosservati e senza nessuna azione disincentivante né precauzionale. Lo svolgimento della Festa Patronale nel suo luogo originario, in Piazza Plebiscito, avrebbe, piuttosto, creato maggiore sicurezza anche per tutta la zona Porto dove l'abusivismo commerciale dilaga e dove gli episodi di aggressioni e di criminalità sono frequenti e anche gravi. Questo comunicato, sotto forma di richiesta formale, verrà trasmesso al neo Questore della Provincia Bat, il dott. Roberto Pellicone per la verifica delle condizioni di rispetto dell'Ordine Pubblico nell'area del Molo Santa Lucia – Porta Vassalla ma anche delle numerose altre manifestazioni non fieristiche che si stanno svolgendo nella città di Trani, oltre che la verifica dell'idoneità sanitaria di quell'area da parte della AslBt e la DIFFIDA alla Polizia Locale ed al Dirigente Suap a sospendere immediatamente le attività poste in essere relativamente a tale nuova area, compresa la decisione di riassegnare i posteggi nel pomeriggio di oggi venerdì 31 luglio 2021, alle ore 16,00, addirittura direttamente su quell'area contestata, incuranti anche di eventuali assembramenti e problemi di ordine pubblico. I NAS e la Guardia di Finanza sono altresì coinvolti nella verifica delle condizioni di rispetto delle norme in materia igienico-sanitarie e per appurare la presenza o meno di un adeguato "PIANO OPERATIVO - EMERGENZA COVID 19 e Safety - Fiera Festa Patronale 2021", in assenza del quale nessuna festa si potra' svolgere in quel luogo.

Qualora la suddetta documentazione non fosse presente o fosse stata omessa si DIFFIDA a consentire lo svolgimento della Festa Patronale Commerciale in Piazza Plebiscito ed aree adiacenti, come sempre avvenuto e come stabilito dalla legge.

Si invita, infine, S.E. il Prefetto di Barletta Andria Trani a voler esplicitare e rendere pubbliche le sue osservazioni, veti o pregiudizi rispetto all'area di Piazza Plebiscito a Trani in quanto, nel corso dell'incontro del 29 luglio presso il Suap di Trani, l'Assessorato ha riferito testuali parole: "Il Prefetto non vi vuole li". Ritenendo queste affermazioni gravi e discriminatorie è doveroso il chiarimento richiesto quindi un incontro presso la Prefettura per chiarire quanto accaduto, in modo che nessuno strumentalizzi le posizioni di S.E. il Prefetto Maurizio Valiante" – ha concluso Montaruli.
  • Festa Patronale
Altri contenuti a tema
Festa patronale, stasera la solenne celebrazione sul sagrato della Cattedrale Festa patronale, stasera la solenne celebrazione sul sagrato della Cattedrale Il programma di oggi
Campane a festa e luminarie artistiche: suoni e luci per festeggiare San Nicola il Pellegrino Campane a festa e luminarie artistiche: suoni e luci per festeggiare San Nicola il Pellegrino L'impegno del Comitato Feste Patronali per un programma importante
Festa patronale a Trani, 40 agenti impegnati nel weekend Festa patronale a Trani, 40 agenti impegnati nel weekend L'appello dell'assessore Rondinone: «Massimo rispetto e osservanza delle misure di sicurezza e prevenzione»
Festa patronale a Trani, ecco l'anteprima della fontana luminosa in piazza Quercia Festa patronale a Trani, ecco l'anteprima della fontana luminosa in piazza Quercia Realizzata dalla premiata ditta Faniuolo di Putignano, rimarrà in esposizione fino al 30 agosto
Le bancarelle della festa patronale spostate sul Molo santa Lucia e largo Pastore Le bancarelle della festa patronale spostate sul Molo santa Lucia e largo Pastore A stabilirlo una disposizione sindacale dopo una serie di incontri
99 Festa patronale a Trani, a pochi giorni dall'inizio nessuna risposta agli ambulanti Festa patronale a Trani, a pochi giorni dall'inizio nessuna risposta agli ambulanti Casambulanti annuncia iniziative a breve. «Il caos è assoluto, cosa hanno in mente questi amministratori?»
Le luminarie pugliesi un trend per l’arredamento di casa Le luminarie pugliesi un trend per l’arredamento di casa Dalla celebrazione patronale diventano oggetti di design
Feste patronali, pubblicato il bilancio consolidato delle feste del Crocifisso di Colonna e di San Nicola il Pellegrino Feste patronali, pubblicato il bilancio consolidato delle feste del Crocifisso di Colonna e di San Nicola il Pellegrino Saldo attivo di oltre 6.360 euro
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.