Francesco Pagano
Francesco Pagano
Vita di città

Così parlava mio nonno: il vocabolario deĺla lingua tranese

Il nuovo libro per il vernacolo del prolifico Francesco Pagano

Da " Chedde n'è fritte de pulpe" a " na batte de cheule", il trionfo del tranese antico.

Il dialetto tranese in tutte le sue sfumature, le forme, gli accenti giusti e soprattutto le pronunce, anche quelle più arcaiche. Mancava nella bibliografia tranese e nelle biblioteche dei tranesi, un vero e proprio vocabolario dall'italiano al tranese e dal tranese all'italiano. In tempi di ricerca delle tradizioni e delle identità perdute, ci ha pensato il sempre più prolifico Francesco Pagano, con Landriscina Editore, a realizzare questa interessante e salvifica operazione per il vernacolo tranese: "Adachessi' parlave nununne" - Vocabolario della Lingua Tranese.

Le nostre radici affondano nel terreno della lingua parlata dai nostri avi, tra nonni e bisnonni. E Pagano ha compiuto il suo dovere di autore tranese innamorato di questa città e della sua colorita lingua originaria.

La lingua parlata dal popolo ma che porta nel suo Dna, i quarti di nobiltà di una comunità che nella storia, nei secoli e nella tradizione, si é distinta per la laboriosità dei suoi componenti, per la schiettezza ed il buon senso, la praticità che, per lo stato di necessità, specie tra le fasce popolari, era un elemento caratterizzante insieme agli altri citati sopra.

E tutto questo "magma" di vita e di umanità, di confronto continuo tra popolo ed istituzioni, tra giovani ed anziani, tra generazioni spesso contrapposte, tra rappresentanti del mondo del lavoro, dei mestieri, dai più umili ai più elevati, si riversa nella lingua primigenia tranese, il vernacolo, il dialetto con le sue immagini e figure fulminanti e concrete, i profili disegnati non come oggi, sui fatui social, ma condensati in un aggettivo, in una locuzione, in un idioma, in un modo di dire.

Franco Pagano, già apprezzato autore di poesie in vernacolo, credo portasse questa idea, questo progetto dentro di se, da tempo. Ha caricato sulle sue larghe spalle di autore impegnato e schietto, serio e appassionato, questa piccola grande responsabilità: immortalare la nostra lingua delle radici in un catalogo ad hoc, un vero ed originale dizionario che nella sua parte finale ci riserva la sfiziosa sorpresa di una doppia ed imperdibile appendice che racchiude sia i " modi di dire" tranesi più diffusi e le fulminanti e spesso divertenti frasi di uso comune.

Il tranese potrà tradurre e ricordare, tastare il terreno da cui proviene e forse commuoversi (effetto estremo della parola, anche dialettale) associando una determinata espressione ad un caro parente, un nonno, uno zio, un bisnonno. Chiudo con qualche "fiore" tratto dallo sterminato campo "di gioco" della nostra lingua originaria, per l'ulteriore gusto del lettore: a credenze (a credito-azione molto cara a svarati tranesi uomini e donne-); a la nzecherdeune (all'insaputa); belle belle (piano piano); cucce cucce (a testa bassa); cape de zi Vengienze (caspita!); chedde n'è fritte de pulpe (quella - donna- ha avuto diversi rapporti sentimentali); ammaene na feleppoeiene (tira un vento fortissimo); avae na batte de cheule ( essere fortunato); me sende de fatte ( mi dà fastidio); iausce stache raffreddat a ciucce ( oggi ho un forte raffreddore); è mueste la pezze a chelaure ( ha trovato la scusa giusta) e tanti altri ancora.

Pagano aggiorna e riprende il primigenio lavoro del grande Francesco Ferrara e lo riproduce in tutto il suo prezioso valore culturale in questo vocabolario, una vera perla che ogni tranese dovrebbe tenere car' car'.
  • Libri
Altri contenuti a tema
Scrittura emotiva, oggi a Trani l'autore e psicologo Benedetto Fera Scrittura emotiva, oggi a Trani l'autore e psicologo Benedetto Fera Presenterà il suo ultimo libro e racconterà i vissuti dolorosi che ha dovuto affrontare a causa del “sistema scolastico”
Magistratura e legalità, venerdì a Barletta un prestigioso evento rotariano Magistratura e legalità, venerdì a Barletta un prestigioso evento rotariano Sarà presentato il libro "I ritratti del coraggio — Lo Stato italiano e i suoi magistrati" 
Il maggio dei libri: diversità e integrazione nel programma di Fondazione Seca e Libreria Miranfù Il maggio dei libri: diversità e integrazione nel programma di Fondazione Seca e Libreria Miranfù Il progetto Oltremaggio abbraccia il Mediterraneo e l’Africa. Ecco il calendario degli appuntamenti
Pubblicato “Codice rosso”: il quarto libro dello scrittore tranese Rino Negrogno Pubblicato “Codice rosso”: il quarto libro dello scrittore tranese Rino Negrogno L'autore si racconta e descrive il suo lavoro nel 118
L'amore secondo Brigida Frigione L'amore secondo Brigida Frigione Esordio letterario per una giovane autrice tranese
Domenico Sarro, ora non perdetevi la biografia scritta da Rino Mennea Domenico Sarro, ora non perdetevi la biografia scritta da Rino Mennea Saggio biografico sulla vita di un grande musicista tranese
Biblioteca, al via una raccolta fondi per il recupero del patrimonio librario di Palazzo Vischi Biblioteca, al via una raccolta fondi per il recupero del patrimonio librario di Palazzo Vischi Le donazioni a partire dal 10 marzo con la collaborazione del liceo classico
In libreria il "gioiello" di Lucia Rosa Pastore In libreria il "gioiello" di Lucia Rosa Pastore Antonio Bassi, quella raffinata scultura da ricordare
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.