Samantha Cito
Samantha Cito
Vita di città

Dalla Bat a Procida attraverso gli occhi della “nostra” Samantha Cito

L’isola diventa Capitale Italiana della Cultura 2022: il cortometraggio di presentazione della candidatura ha mostrato il lato più bello di quella terra

C'è qualcosa, e anche di più, di pugliese, anzi di tranese e di barlettano, perché no di "territoriale", nella proclamazione dell'isola di Procida a Capitale Italiana della Cultura 2022: il cortometraggio "La cultura non isola" è ideato e realizzato da una donna, una professionista, del nostro territorio. Pugliese.

Nata a Barletta ma residente a Trani, la 41enne Samantha Cito gira l'Europa, in senso lato: "gira" immagini e storie, raccoglie sensazioni e le rimanda sullo schermo, piccolo e grande. Cineasta, storyteller e docente universitario di materie cinematografiche: i suoi studi umanistici al Liceo Classico di Trani e poi al Dams di Bologna, le esperienze come docente all'Università di Barcellona, insieme ad una innata sensibilità verso questa che è una vera e propria arte, le hanno permesso di realizzare numerosi e premiatissimi lavori.

Le numerose collaborazioni con la Campania Film Commission le hanno poi permesso di essere scelta proprio per ideare e realizzare il cortometraggio per la fase finale della candidatura di Procida a Capitale Italiana della Cultura 2022: insieme alla regista napoletana Simona Cocozza e la collaborazione dell'attrice ischitana Luciana de Falco, hanno realizzato un lavoro che ha "rapito" la giuria (in gara erano i dieci cortometraggi delle altrettante città finaliste), che ha decretato poi la vittoria di Procida.



E pensare che, in principio, si erano candidate anche Trani e Barletta (quest'ultima poi ritirò la candidatura), e poi Bari e Taranto, arrivate anche in finale, con cortometraggi di presentazione di Piva e Mezzapesa.

Il nostro territorio potrà riprovarci? «La Puglia, e la Bat in questo caso, ha tutte le carte in regola e le potenzialità, e anche le chanche per una candidatura forte – dice Samantha - ma bisogna fare rete, coinvolgere tutti i protagonisti del territorio, creare una rete dinamica professionale e culturale, e soprattutto formulare un progetto vincente in cui si crede. Per fare in modo che ci credano anche gli altri».
  • Cultura
Altri contenuti a tema
Il microbiota di un bacio Il microbiota di un bacio Una nuova pagina di Salute d'asporto del biologo Labianca
1 In ricordo di Claudio Giordano, 44 anni dopo la tragedia del Monte Serra In ricordo di Claudio Giordano, 44 anni dopo la tragedia del Monte Serra Il giovane tranese, Cadetto dell'Accademia Militare di Livorno, era a bordo del veivolo
Good Games, donati alla biblioteca comunale 260 testi Good Games, donati alla biblioteca comunale 260 testi Ed il sindaco annuncia «nuove iniziative che consentiranno una ulteriore evoluzione culturale della città»
DantiAmo tutto l'anno, il concorso del liceo Vecchi per celebrare il sommo poeta DantiAmo tutto l'anno, il concorso del liceo Vecchi per celebrare il sommo poeta Gli studenti dovranno cimentarsi con la realizzazione di un elaborato prendendo spunto dalla Divina Commedia
Nasce Letteral-Mente, l'associazione a tutela del patrimonio bibliografico del territorio Nasce Letteral-Mente, l'associazione a tutela del patrimonio bibliografico del territorio Da un'idea di Francesca Corraro, si pone l'obiettivo di promuovere talenti emergenti
3 febbraio 1921 - 3 febbraio 2021: primo centenario della nascita di Benedetto Ronchi 3 febbraio 1921 - 3 febbraio 2021: primo centenario della nascita di Benedetto Ronchi L'omaggio ed il ricordo di Mario Schiralli
Good Games, si chiude la rassegna culturale di Trani: 32 gli appuntamenti proposti Good Games, si chiude la rassegna culturale di Trani: 32 gli appuntamenti proposti Numerosi i consensi di un pubblico trasversale e attento
1 Good Games, gli ultimi appuntamenti in programma Good Games, gli ultimi appuntamenti in programma Si avvia verso la conclusione la rassegna che mette in rete le cinque librerie cittadine
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.