Samantha Cito
Samantha Cito
Vita di città

Dalla Bat a Procida attraverso gli occhi della “nostra” Samantha Cito

L’isola diventa Capitale Italiana della Cultura 2022: il cortometraggio di presentazione della candidatura ha mostrato il lato più bello di quella terra

C'è qualcosa, e anche di più, di pugliese, anzi di tranese e di barlettano, perché no di "territoriale", nella proclamazione dell'isola di Procida a Capitale Italiana della Cultura 2022: il cortometraggio "La cultura non isola" è ideato e realizzato da una donna, una professionista, del nostro territorio. Pugliese.

Nata a Barletta ma residente a Trani, la 41enne Samantha Cito gira l'Europa, in senso lato: "gira" immagini e storie, raccoglie sensazioni e le rimanda sullo schermo, piccolo e grande. Cineasta, storyteller e docente universitario di materie cinematografiche: i suoi studi umanistici al Liceo Classico di Trani e poi al Dams di Bologna, le esperienze come docente all'Università di Barcellona, insieme ad una innata sensibilità verso questa che è una vera e propria arte, le hanno permesso di realizzare numerosi e premiatissimi lavori.

Le numerose collaborazioni con la Campania Film Commission le hanno poi permesso di essere scelta proprio per ideare e realizzare il cortometraggio per la fase finale della candidatura di Procida a Capitale Italiana della Cultura 2022: insieme alla regista napoletana Simona Cocozza e la collaborazione dell'attrice ischitana Luciana de Falco, hanno realizzato un lavoro che ha "rapito" la giuria (in gara erano i dieci cortometraggi delle altrettante città finaliste), che ha decretato poi la vittoria di Procida.



E pensare che, in principio, si erano candidate anche Trani e Barletta (quest'ultima poi ritirò la candidatura), e poi Bari e Taranto, arrivate anche in finale, con cortometraggi di presentazione di Piva e Mezzapesa.

Il nostro territorio potrà riprovarci? «La Puglia, e la Bat in questo caso, ha tutte le carte in regola e le potenzialità, e anche le chanche per una candidatura forte – dice Samantha - ma bisogna fare rete, coinvolgere tutti i protagonisti del territorio, creare una rete dinamica professionale e culturale, e soprattutto formulare un progetto vincente in cui si crede. Per fare in modo che ci credano anche gli altri».
  • Cultura
Altri contenuti a tema
Al Polo Museale la proiezione "Quando la moglie è in vacanza" con Marilyn Monroe Al Polo Museale la proiezione "Quando la moglie è in vacanza" con Marilyn Monroe Fondazione Seca ricorda l'ammaliante attrice a sessant'anni dalla sua scomparsa
Trani Tradizione, tutto pronto per la rievocazione storica "I tre santi della Sagina" Trani Tradizione, tutto pronto per la rievocazione storica "I tre santi della Sagina" In programma a Bisceglie dal 29 al 31 luglio
Pandemia, una dialettica tra reale e virtuale: il professor De Iuliis  stasera nella Agorà di Tranensis Pandemia, una dialettica tra reale e virtuale: il professor De Iuliis stasera nella Agorà di Tranensis L'appuntamento alle 20:00 nell' anfiteatro della Villa comunale
Tranensis: oggi la terza passeggiata nella storia di Trani Tranensis: oggi la terza passeggiata nella storia di Trani Durante il tour un incontro ideale con Niccolò Piccinni e Giovanni Bovio
Caffè Corsaro, stasera l'inaugurazione della Biblioteca dell’Innovazione e Antimafia  Sociale Caffè Corsaro, stasera l'inaugurazione della Biblioteca dell’Innovazione e Antimafia  Sociale La biblioteca verrà allestita negli spazi del centro culturale giovanile di via Nigrò
"Due anime" della tranese Valeria Mancini vince l'edizione 2022 del Premio Les Flaneurs Edizioni "Ludovica Castelli" "Due anime" della tranese Valeria Mancini vince l'edizione 2022 del Premio Les Flaneurs Edizioni "Ludovica Castelli" Il libro disponibile da ieri in concomitanza dell'assegnazione del premio
A Trani Sergio Rizzo e il suo "Potere assoluto. I cento magistrati che comandano oggi in Italia" A Trani Sergio Rizzo e il suo "Potere assoluto. I cento magistrati che comandano oggi in Italia" Un nuovo appuntamento a cura dell'associazione l'Ebanista
Giorgia Surina e il suo romanzo d'esordio: gioie e dolori delle donne, tabù ed emozioni Giorgia Surina e il suo romanzo d'esordio: gioie e dolori delle donne, tabù ed emozioni L'iniziaitiva de "L'ebanista" in una serata incantevole
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.