Don Natale Albino
Don Natale Albino
Speciale

Don Natale e la sua missione di pace nella Repubblica Centrafricana

Continua l'attività pastorale della Chiesa nelle zona in mano ai ribelli

Continua attivamente l'attività pastorale durante questo periodo di grande difficoltà per la popolazione della Repubblica Centrafricana, colpita da un conflitto interno che non accenna a placarsi. A Bangui, dal mese di agosto, si trova don Natale Albino, dopo essere stato nominato da Papa Francesco Addetto della Nunziatura Apostolica in Centrafrica. Don Natale porta avanti la missione diplomatica della Santa Sede per promuovere la pace, il progresso e la cooperazione tra popoli in vista del bene della comunità. «Felice di lavorare per la costruzione di un mondo più bello», riporta don Natale sulla sua pagina social mentre segue i lavori di costruzione del" Centro per bambini malnutriti" di Bangui, finanziato dalla Santa Sede e direttamente voluto da Papa Francesco.

La Repubblica Centrafricana è uno dei paesi più poveri del mondo, definito anche il "Paese dei paradossi": è molto grande, la sua superficie è due volte l'Italia ma la popolazione è pochissima, solo 5 milioni di abitanti per la speranza di vita che rimane molto bassa; è ricca di risorse come diamanti, petrolio, oro ma non ha ancora incontrato la via dello sviluppo, rispetto ad altre zone circostanti.

Nel 2012, nella Repubblica Centrafricana, sono iniziati i conflitti con la rivolta di una coalizione di gruppi ribelli, a maggioranza musulmana chiamati Séléka, che dopo tre mesi hanno preso il potere con un colpo di Stato. Successivamente sono entrate in gioco le milizie anti-balaka, composte da uomini armati e miliziani che si definivano cristiani e che si sono schierati contro la popolazione di religione musulmana. Il conflitto però non ha connotazioni religiose: i Seleka e gli Anti-balaka sono miliziani, non si distinguono per la religione.

Dopo gli avvenimenti del maggio scorso, (quando nella chiesa di Notre Dame di Fatima, a Bangui, uomini della banda del generale Force che si annidano nell'enclave musulmana chiamata km 5, hanno sparato sui fedeli uccidendo padre Albert Toungoumalè-Baba e altre 16 persone), la situazione, riportano fonti ufficiali, sta migliorando ma rimane precaria. Ci sono zone che stanno pian piano recuperando la loro tranquillità; e zone che invece rimangono ancora fortemente insicure dove i giovani non possono andare a scuola, l'amministrazione non funziona, ci sono problemi sanitari perché l'ospedale non è operativo, dove si è creata una vera e propria emergenza umanitaria.

Mentre le forze militari locali e quelle dell'Onu continuano ad arrivare, l'attività pastorale continua a portare messaggi di fede, pace, speranza e amore perché è soprattutto nei momenti difficili che bisogna seguire la luce del Signore.
5 fotoDon Natale Albino e la sua missione in Centrafrica
Don Natale Albino e la sua missione in CentrafricaDon Natale Albino e la sua missione in CentrafricaDon Natale Albino e la sua missione in CentrafricaDon Natale Albino e la sua missione in CentrafricaDon Natale Albino e la sua missione in Centrafrica
  • Solidarietà
Altri contenuti a tema
Nella Tenuta Donna Lavinia il primo memorial Peppino Pastore Nella Tenuta Donna Lavinia il primo memorial Peppino Pastore Serata di beneficenza all'insegna di arte, musica, moda e food
Palloni e materiale tecnico ai bambini bisognosi: 8 in pagella per il Roma Club Trani Palloni e materiale tecnico ai bambini bisognosi: 8 in pagella per il Roma Club Trani Tutti i voti della settimana di Giovanni Ronco
A Trani la cerimonia conclusiva del progetto "Lanterne solidali" A Trani la cerimonia conclusiva del progetto "Lanterne solidali" Impegnati ragazzi con disabilità. Appuntamento in piazza della Repubblica
A Trani la presentazione del calendario "Divine del Sud" A Trani la presentazione del calendario "Divine del Sud" Il ricavato sarà utilizzato per aiutare i più bisognosi sul territorio
A Trani una raccolta giocattoli per l'oncologia pediatrica del Policlinico di Bari A Trani una raccolta giocattoli per l'oncologia pediatrica del Policlinico di Bari L'iniziativa l'8 dicembre promossa da Il treno del sorriso e l'Oer
Solidarietà, il ricavato di Trani Fashion Street all'associazione "Famiglia per tutti" Solidarietà, il ricavato di Trani Fashion Street all'associazione "Famiglia per tutti" E i punti vendita raccoglieranno fino a Natale i doni per i bambini dell'Antoniano
Lieto fine una coppia di Trani che dormiva in auto, trovati casa e lavoro Lieto fine una coppia di Trani che dormiva in auto, trovati casa e lavoro Un imprenditore di Crotone ha offerto un posto e un alloggio ai due e al loro cane Rex
Integrazione diventa lavoro, l’esperienza del mastro pastaio Savino Maffei per il progetto “A mano libera” Integrazione diventa lavoro, l’esperienza del mastro pastaio Savino Maffei per il progetto “A mano libera” L'azienda ha donato i macchinari per la preparazione della pasta
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.