Accordo
Accordo
Solidarietà

"Dopo di noi", proseguono i lavori per la nascita di un cohousing a Trani

Domani i dirigenti del Comune di Trani e la Asl incontrano le associazioni del terzo settore

Condividere spazi comuni, migliorare la qualità di vita e sperimentare una forma di indipendenza e adultizzazione, sono i principali scopi che il tavolo di co-progettazione si augura di raggiungere con la realizzazione del "Dopo di noi" a Trani. "Il raggiungimento di uno stato di autonomia alle persone con disabilità, sia economico che emotivo, è lo scopo principale di questo progetto" afferma Fabrizio Ferrante, promotore del progetto e vice sindaco. "Il cammino per la costruzione di un progetto che si presenta molto articolato richiede l'ascolto di diverse voci, ed è su questo che stiamo lavorando durante i nostri incontri settimanali". Il tavolo con i lavori prosegue e si è arrivati al punto in cui le associazioni dovranno mettere nero su bianco i principali bisogni e richieste a seconda delle conoscenze e competenze di ciascuna associazione. Ad una settimana dal giro di boa dei 90 giorni che gli attori in campo si sono dati quale tempo utile per chiudere il progetto, si è giunti al punto cruciale della fase operativa, la scrittura.

Il passaggio più delicato, quello della scrittura, necessita della collaborazione fra tutte le associazioni coinvolte nel progetto che, attraverso il racconto delle diverse sfaccettature che caratterizzano la quotidianità delle diverse forme di disabilità, possono formulare un quadro completo delle necessità di ciascuno.

Durante i vari incontri tra le parti, ce n'è stato uno particolarmente formativo con la Onlus Pegaso di Bisceglie che ha dato una testimonianza incoraggiante raccontando la propria storia iniziata in un momento di urgente bisogno 17 anni fa dando vita, pian piano negli anni, ad una realtà molto solida e oggi molto ben strutturata che ha rappresentato un importante esempio per le associazioni di Trani. Un altro incontro importante è stato quello con il CATA – Centro per le Autonomie e Tecnologie Assistive di Bitonto, che ha fornito informazioni molto utili a proposito della questione dei fondi regionali, disponibili per l'ottenimento di strumenti indispensabili per permettere una vita indipendente alle persone con disabilità come dispositivi di domotica, educatori specializzati e dispositivi e strutture tecnologiche, imprescindibili per poter vivere una vita soddisfacente. Il tavolo di co-progettazione coinvolge 17 realtà operative in città, che abbracciano le diverse sfumature della disabilità: Work Aut, Fondazione Megamark, Croce Bianca, Prometeo, Salute e Misericordia, Isola Sociale, Oasi 2, Casa di Carta, A.GE., Con.Te.Sto, Associazione italiana Sindrome "x-Fragile", Time…Aut, Oltre Sport, Il Pineto, Promozione Sociale e Solidarietà, Petit Pas, Uildm, insieme alle istituzioni: il comune di Trani rappresentato dal vice sindaco Ferrante, il dirigente dell'Ufficio di Piano, Alessandro Attolico e la Asl Bt rappresentata dalla dottoressa Figliolia. L'obiettivo è quello di lavorare tutti insieme, mettere sul tavolo le idee per scrivere un progetto strutturato, con l'unico scopo di dare un futuro sereno alle persone con disabilità nel momento in cui i genitori non ci saranno più, un appiglio sicuro per le mamme e i papà che non vogliono lasciare soli i propri ragazzi.

Gli incontri di questo passaggio intermedio hanno lo scopo di stabilire un metodo di lavoro e di raccogliere e condividere degli obiettivi. Nel prossimo incontro saranno costituiti gruppi di lavoro su temi specifici in modo da arrivare alla creazione di un piano comune di lavoro.
  • Solidarietà
Altri contenuti a tema
1 Salvate il collarino rosso! L'appello urgente di Irene Carbonara per fondi e un locale per la degenza dei gatti randagi Salvate il collarino rosso! L'appello urgente di Irene Carbonara per fondi e un locale per la degenza dei gatti randagi Una lettrice da Venezia scrive a Traniviva sapendo quanto valore e quanti sacrifici vengono fatti da trent'anni
Le farfalle a maglia dei folletti laboriosi sparse a Trani e dintorni: chi ne trova ancora le pubblichi! Le farfalle a maglia dei folletti laboriosi sparse a Trani e dintorni: chi ne trova ancora le pubblichi! Ieri la manifestazione nel Parco delle Tufare, decine di manufatti attendono di essere trovati
Lavoro a maglia, che passione! Sabato una giornata di solidarietà sferruzzando per i bisognosi Lavoro a maglia, che passione! Sabato una giornata di solidarietà sferruzzando per i bisognosi L'evento organizzato dall'associazione " I Folletti Laboriosi "di Trani
Una domenica per Raffaele! Dal pomeriggio fino a sera una festa di spettacoli in piazza Duomo Una domenica per Raffaele! Dal pomeriggio fino a sera una festa di spettacoli in piazza Duomo Numerose le associazioni artistiche che offriranno le loro performance per raccogliere fondi
Raffaele Lavacca ha una nuova  sedia grazie alla generosità di Gianluca Di Terlizzi e Pasquale Brescia Raffaele Lavacca ha una nuova sedia grazie alla generosità di Gianluca Di Terlizzi e Pasquale Brescia La sedia di Raffaele era stata rubata dal portone di casa e mai ritrovata
Apertura con sorpresa per i ragazzi con disabilità e fragilità de "La Locanda del Giullare" Apertura con sorpresa per i ragazzi con disabilità e fragilità de "La Locanda del Giullare" Sabato sera, prima del taglio del nastro,  i ragazzi hanno siglato i contratti con la cooperativa
Trani Sociale, è l'ora della solidarietà concreta per il popolo ucraino Trani Sociale, è l'ora della solidarietà concreta per il popolo ucraino In partenza con oltre 5000 confezioni di beni di prima necessità
Una vera “sorpresa”: 40 uova di Pasqua donate dall’Oer all’Istituto Antoniano femminile   Una vera “sorpresa”: 40 uova di Pasqua donate dall’Oer all’Istituto Antoniano femminile   Gli Operatori le hanno distribuite raccogliendo sorrisi e momenti di serenità
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.