Monumento Statuti Marittimi
Monumento Statuti Marittimi
Vita di città

Il bassorilievo degli Statuti Marittimi danneggiato da vandali

Graffiti colorati hanno rivinato l'opera restaurata nel luglio 2013

Scritte incomprensibili, graffiti senza senso, appare così il Bassorilievo degli Statuti Marittimi sito in Piazza Quercia: dalle foto è ben visibile come qualcuno si sia divertita a scrivere con diversi colori su uno dei patrimoni artistici più importanti di Trani. È passato quasi un anno dal luglio 2013, quando l'opera venne smontata, portata a Roma e sottoposta ad un trattamento particolare per eliminare le ossidazioni. Adesso quello che dovrebbe essere eliminato è causato dalla mano dell'uomo e non da un fenomeno strettamente naturale come in passato: le scritte rappresentano evidentemente una mancanza di rispetto verso la storia della nostra città e verso i significati che il bassorilievo rappresenta.

Era il 1963 quando il bassorilievo fu realizzato e posizionato in piazza Quercia in occasione del nono centenario degli Ordinamenta Maris: dopo 51 anni l'inciviltà di alcuni ha danneggiato un patrimonio artistico di alto valore, non solo culturale ma anche economico visto che per l'intervento di restauro nel 2013 furono spesi soldi pubblici. Questa "bravata" dei vandali potrebbe costare caro non solo all'immagine della città, ma anche alle casse comunali nel caso l'amministrazione optasse per l'intervento di eliminazione delle scritte. Una domanda tuttavia sorge spontanea: che fine ha fatto la catena monumentale che un tempo delimitava l'area del monumento? Sicuramente non rappresentava un protezione invalicabile, ma era da deterrente per chi avesse voglia di avvicinarsi.

In molti casi, come capitato adesso al bassorilievo ma è successo in passato anche alla Cattedrale e ad altri monumenti, non ci si rende conto del valore di queste opere e, per ignoranza o per incuria, si finisce per danneggiarle o imbrattarle a discapito dell'intera comunità cittadina.
bassorilievo statuti marittimi danneggiatobassorilievo statuti marittimi danneggiatobassorilievo statuti marittimi danneggiatobassorilievo statuti marittimi danneggiatobassorilievo statuti marittimi danneggiato
  • Atti vandalici
  • Statuti Marittimi
  • Piazza Quercia
Altri contenuti a tema
Piazza Quercia, vandalizzato ancora una volta il bassorilievo degli Statuti Marittimi Piazza Quercia, vandalizzato ancora una volta il bassorilievo degli Statuti Marittimi Danneggiati entrambi i faretti e la base marmorea
1 La nuova trovata del vandalismo a Trani: ruote forate in pieno centro storico La nuova trovata del vandalismo a Trani: ruote forate in pieno centro storico Un danno ai residenti e ai turisti che continuano a subire le conseguenze di un'onda di malefatte ormai senza controllo
Anche una  giostrina del nuovo parco di via Polonia danneggiato dai vandali Anche una giostrina del nuovo parco di via Polonia danneggiato dai vandali Una sfida continua o un bisogno di intervento sociale su questi giovani?
Continuano i danneggiamenti sugli arredi urbani: anche un palo alla fermata del bus Continuano i danneggiamenti sugli arredi urbani: anche un palo alla fermata del bus Il fenomeno è in continuo e sempre più preoccupante aumento
Atti vandalici, a terra un cartello stradale in via Elena Comneno Atti vandalici, a terra un cartello stradale in via Elena Comneno L'ennesimo episodio a danno della città
Teppisti in vico San Basile: portoni danneggiati e lanci di rifiuti e pietre Teppisti in vico San Basile: portoni danneggiati e lanci di rifiuti e pietre I vandali si sono dileguati all'arrivo dei carabinieri
Via Baldassarre, vandalizzato l'altarino ai piedi della statua di San Nicola Via Baldassarre, vandalizzato l'altarino ai piedi della statua di San Nicola Parzialmente distrutta la stele recitante la preghiera al Santo Patrono
1 Atto vandalico nel centro storico: divelti i fiori dalla lapide di Emilio Covelli Atto vandalico nel centro storico: divelti i fiori dalla lapide di Emilio Covelli Buttati per strada i garofani rossi posti sulla lastra di pietra
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.