Delle Donne
Delle Donne
Sanità

«Il protocollo è rispettato e applicato»: la risposta di Delle Donne al sindaco Bottaro

E aggiunge: «È allo studio un'ipotesi di implementazione di organico e di ambulanze»

«Il protocollo è rispettato e applicato ed è in fase di continua implementazione. Abbiano tenuto incontri pubblici, organizzato eventi e comunicato ogni passaggio delle attività che stiamo svolgendo su Trani e il sindaco Amedeo Bottaro sa bene quanto si sta facendo e comunicando, essendo stato sempre invitato a tutte le manifestazioni pubbliche». Così Alessandro Delle Donne, direttore generale Asl Bt, risponde alle dichiarazioni rese in questi giorni dal primo cittadino di Trani. «Ovviamente non posso nemmeno sottovalutare che insieme stiamo cercando di superare altri ostacoli che impediscono l'esecuzione di lavori già aggiudicati e in corso, come il rifacimento del parcheggio - essendo la casa attigua al Pta ancora abitata abusivamente - come anche stiano lavorando per il passaggio di proprietà di palazzo Gradenico in favore della Asl».

«Abbiamo organizzato diversi eventi di presentazione delle attività che stiamo svolgendo su Trani, abbiamo tenuto conferenze stampa, abbiamo comunicato ogni passaggio operativo, non ci siamo mai sottratti al confronto - incalza Delle Donne - abbiamo condiviso già a maggio scorso un cronoprogramma che stiamo rispettando e non abbiamo mai smesso di rappresentare le attività in corso: per il 26 febbraio è già in programma un ulteriore incontro organizzato dai sindacati confederali al quale lo stesso sindaco é stato pure invitato».

«La polemica sul presidio territoriale di Trani è davvero paradossale alla luce delle numerose iniziative che - sottolinea il Direttore Generale - sono state rese tutte pubbliche. Sull'attivazione del punto di primo intervento abbiamo seguito il piano di riordino ospedaliero - precisa Delle Donne - e come è evidente che sia, non é possibile per ragioni di sicurezza mantenere un pronto soccorso in un presidio privo di reparti ospedalieri; tuttavia é allo studio una ipotesi di implementazione di organico e di ambulanze; stiamo facendo il nostro lavoro, ci auguriamo e ci aspettiamo che tutti I protagonisti di questa vicenda lo facciano, scientemente e coscientemente, evitando allarmismi inutili».
  • Asl Bat
Altri contenuti a tema
Sanità, da Trani parte la petizione dei diabetici in vista delle nuove misure regionali Sanità, da Trani parte la petizione dei diabetici in vista delle nuove misure regionali Al direttore generale richiesto un maggior numero di centri specializzati nella Bat
Collaborare in medicina territoriale, oggi nuovo convegno a Palazzo San Giorgio Collaborare in medicina territoriale, oggi nuovo convegno a Palazzo San Giorgio Focus sulla spesa farmaceutica e i risultati raggiunti nella Bat
Sanità in sicurezza, oggi e domani convegno a Palazzo San Giorgio Sanità in sicurezza, oggi e domani convegno a Palazzo San Giorgio Verranno presentati i dati del lavoro svolto dalla Asl Bat
1 Pta di Trani, tutte le attività realizzate finora e quelle in corso d'opera Pta di Trani, tutte le attività realizzate finora e quelle in corso d'opera Delle Donne: «Sforzo di chiarezza e trasparenza che facciamo a beneficio dei cittadini»
3 Delle Donne risponde a TraniViva.it: «Affermazioni inveritiere e ingiuste» Delle Donne risponde a TraniViva.it: «Affermazioni inveritiere e ingiuste» Il direttore generale della Asl Bat contesta un articolo apparso sulla nostra testata
Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua Delle Donne (Asl Bt): «Il più grande atto d'amore che i familiari potessero compiere»
Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ma specifica: «Non si può continuare a denigrare il lavoro che stiamo facendo su Trani»
Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex direttore generale Asl Bat Ottavio Narracci Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex direttore generale Asl Bat Ottavio Narracci Coinvolti magistrati e primari. L'accusa è di corruzione in atti giudiziari
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.