Investimento porto
Investimento porto
Cronaca

Investimento sul Porto, rintracciato dai Carabinieri il responsabile: denunciato a piede libero

Si difende: «Fuggito per paura di un pestaggio». Per lui le accuse sono di lesioni colpose e omissione di soccorso

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
In merito l'incidente verificatosi nella notte tra venerdì e sabato e che ha causato il ferimento di tre persone, ci giunge la replica dei legali dell'uomo alla guida dell'automobile che riportiamo integralmente qui di seguito:

In relazione all'episodio della scorsa notte, facciamo presente che il nostro cliente, incensurato tranese 27enne, è stato condotto presso la Compagnia Carabinieri di Trani nelle prime ore di questa mattina mentre si trovava nella propria abitazione.

Sin dal primo momento ha ammesso le proprie responsabilità riconoscendo di essere stato alla guida della Peugeot 206 che aveva investito i tre ragazzi la sera prima. È stato quindi condotto dai Carabinieri presso l'Ospedale di Barletta per gli esami su eventuale presenza di alcol o droga i quali risultati non sono ancora disponibili, anche se ha dichiarato di non aver fatto uso di stupefacenti né abuso di alcol prima dell'incidente.

Nel successivo interrogatorio disposto dal P.M. dott. Vaira, alla presenza di noi difensori, ha confermato la propria piena ammissione di colpa chiarendo tuttavia di aver perso il controllo dell'auto sul fondo bagnato e scivoloso e di essere poi fuggito per paura di essere aggredito dalle persone presenti al fatto, ovviamente infuriate. E comunque, ha precisato che aveva notato che le persone investite si erano rialzate.

Si è dichiarato profondamente dispiaciuto per quanto accaduto e pronto a chiedere scusa alle vittime in ogni momento.

Al momento non è stata applicata alcuna misura cautelare e il 27enne è tornato a casa, denunciato in stato di libertà per lesioni colpose ed omissione di soccorso, mentre la sua auto è stata sequestrata dai Carabinieri.

Il commento dei sottoscritti difensori è il seguente: il fatto poteva sicuramente avere conseguenze molto più gravi ed è giusto che il 27enne sia chiamato a rispondere dei reati contestati, allo stesso modo crediamo sia stato giusto denunciarlo in stato di libertà, non essendovi alcun pericolo di fuga o di inquinamento delle prove avendo egli confessato.

- Avv. Stefania Sforza, Avv. Michele Sodrio
  • Porto di Trani
Altri contenuti a tema
Porto di Trani, affonda una piccola imbarcazione da pesca Porto di Trani, affonda una piccola imbarcazione da pesca È accaduto in darsena comunale dove era ormeggiata
2 Tra Porto e molo S. Antuono, storie di cronica inciviltà tranese Tra Porto e molo S. Antuono, storie di cronica inciviltà tranese Lattine, buste di patatine sepolte tra gli scogli e cicche di sigarette: un campionario d'insulti alla città
Dalla natura ai fini elettorali, la prossima "leccata" è sempre la migliore Dalla natura ai fini elettorali, la prossima "leccata" è sempre la migliore Mazza e panella di Giovanni Ronco
6 Scarico e vendita del pesce nel Porto: le cassette abbandonate lungo la banchina Scarico e vendita del pesce nel Porto: le cassette abbandonate lungo la banchina A fine giornata si riversano in mare causando danni per l'ambiente
Stop all'inquinamento in mare, a Trani installati tre raccoglitori di rifiuti galleggianti Stop all'inquinamento in mare, a Trani installati tre raccoglitori di rifiuti galleggianti Bottaro: «Puntiamo a migliorare l’aspetto di uno dei luoghi simbolo della città, il porto»
Piattaforma galleggiante sul Porto di Trani: presto i lavori di messa in sicurezza Piattaforma galleggiante sul Porto di Trani: presto i lavori di messa in sicurezza Affidata la progettazione per interventi di rimozione delle strutture metalliche e vetri
Porto di Trani, affondato nel pomeriggio un piccolo peschereccio Porto di Trani, affondato nel pomeriggio un piccolo peschereccio Nessuno a bordo. Ancora da chiarire le cause dell'incidente
Le giostre al Porto di Trani in estate Le giostre al Porto di Trani in estate I luoghi della memoria di Giovanni Ronco
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.