Alessandro Delle Donne
Alessandro Delle Donne
Sanità

L'ospedale di Trani perde Medicina e Gastroenterologia, Delle Donne: «Cosa c'è di nuovo?»

Il dirigente sanitario risponde a Santorsola in merito al progetto di riconversione del nosocomio

"Mi chiedo quali promesse non sono state mantenute, mi domando quali ritardi sono stati accumulati, mi interrogo su quale progetto è stato disatteso. Davvero la posizione assunta dal consigliere Santorsola, che conosce bene ogni singolo passaggio effettuato sui servizi di assistenza a Trani, mi lascia quanto meno perplesso. Mi auguro che l'audizione richiesta davanti al Presidente della Regione sia fissata quanto prima: sarà l'occasione per ripetere – in realtà per l'ennesima volta – tutte le attività che abbiamo avviato, che stiamo effettuando e che sono sotto »gli occhi di tutti a Trani". Così il Direttore Generale della Asl Bt Alessandro Delle Donne risponde all'attacco del consigliere regionale Domenico Santorsola sulle attività in corso al San Nicola Pellegrino di Trani.

"Andiamo con ordine – precisa Delle Donne – la Regione Puglia ha deliberato un piano di riordino ospedaliero che prevede la riconversione dell'ospedale di Trani in Presidio territoriale di assistenza. Piano che, evidentemente, non possiamo non rispettare. Questa Asl nell'estate del 2016 ha siglato un protocollo di intesa con il Sindaco Bottaro e il Presidente Emiliano che già da mio arrivo alla Direzione Generale della Asl Bt, a febbraio 2018, mi sono impegnato a portare avanti. A maggio 2018 ho incontrato i cittadini e gli operatori per rappresentare il progetto di riconversione e ho dato precise indicazioni sulle attività in corso. A ottobre abbiamo incontrato nuovamente il Presidente Emiliano e abbiamo rappresentato nuovamente tutte i progetti avviati dando indicazioni dettagliate sui tempi di realizzazione. Già da quella data ad oggi siamo andati avanti con atti di aggiudicazione. E non cito tutti i comunicati fatti per dare contezza pubblica dei vari passaggi. Il nostro impegno su Trani non conosce sosta: abbiamo deliberato i lavori del parcheggio, l'acquisto della risonanza magnetica, dell'arco sterile e del mammografo digitale (solo per citare le apparecchiature più importanti da un punto di vista di impegno economico). Stiamo realizzando un Pta che non conosce eguali sul territorio e che può essere serenamente paragonato alle migliori esperienze sul territorio nazionale. Davvero non capisco il senso di screditare il lavoro che stiamo portando avanti con tanto impegno e dedizione".

"I cittadini tranesi – e i dati sono stati presentati pubblicamente a maggio - hanno già avuto modo di apprezzare il lavoro che è stato fatto, fanno riferimento regolarmente ai servizi di assistenza della città e non si meritano una rappresentazione della realtà distorta – continua Delle Donne -. Hanno a disposizione un servizio di assistenza sanitaria all'avanguardia e che tra qualche mese proporrà possibilità davvero interessanti. Cosa c'è di nuovo o di sconvolgente nello spostamento della unità operativa di Gastroenterologia o di Medicina? E' stato più volte annunciato, spiegato, analizzato ed è un atto preliminare alla piena realizzazione del Pta, oltre che un obbligo stabilito dal piano di riordino ospedaliero della Regione Puglia. Tra l'altro – ma questo Santorsola che è un medico lo sa bene – lo spostamento di una unità operativa su un ospedale che ha tutte le specializzazioni non può che andare a vantaggio dei pazienti".

"Ribadisco la piena disponibilità a rappresentare in tutti i contesti possibili le attività che stiamo portando avanti su Trani – aggiunge il Direttore Generale – non può che essere una occasione di confronto, di ulteriore trasparenza nei confronti dei cittadini, degli utenti e degli operatori oltre che nei confronti dei rappresentati politici. Sarà occasione privilegiata, inoltre, anche per dare lustro al duro lavoro che stanno sostenendo tutte le aree aziendali della Asl Bt e che ogni giorno si vedono ingiustamente screditate. Ci siamo anche impegnati indicando le date di completamente delle diverse attività: che ci lascino lavorare".
  • Asl Bat
Altri contenuti a tema
Sanità, da Trani parte la petizione dei diabetici in vista delle nuove misure regionali Sanità, da Trani parte la petizione dei diabetici in vista delle nuove misure regionali Al direttore generale richiesto un maggior numero di centri specializzati nella Bat
Collaborare in medicina territoriale, oggi nuovo convegno a Palazzo San Giorgio Collaborare in medicina territoriale, oggi nuovo convegno a Palazzo San Giorgio Focus sulla spesa farmaceutica e i risultati raggiunti nella Bat
Sanità in sicurezza, oggi e domani convegno a Palazzo San Giorgio Sanità in sicurezza, oggi e domani convegno a Palazzo San Giorgio Verranno presentati i dati del lavoro svolto dalla Asl Bat
1 Pta di Trani, tutte le attività realizzate finora e quelle in corso d'opera Pta di Trani, tutte le attività realizzate finora e quelle in corso d'opera Delle Donne: «Sforzo di chiarezza e trasparenza che facciamo a beneficio dei cittadini»
1 «Il protocollo è rispettato e applicato»: la risposta di Delle Donne al sindaco Bottaro «Il protocollo è rispettato e applicato»: la risposta di Delle Donne al sindaco Bottaro E aggiunge: «È allo studio un'ipotesi di implementazione di organico e di ambulanze»
3 Delle Donne risponde a TraniViva.it: «Affermazioni inveritiere e ingiuste» Delle Donne risponde a TraniViva.it: «Affermazioni inveritiere e ingiuste» Il direttore generale della Asl Bat contesta un articolo apparso sulla nostra testata
Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua Delle Donne (Asl Bt): «Il più grande atto d'amore che i familiari potessero compiere»
Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ma specifica: «Non si può continuare a denigrare il lavoro che stiamo facendo su Trani»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.