Fabrizio Sotero e Antonio Loconte
Fabrizio Sotero e Antonio Loconte
Politica

Microsoft e Autodesk contro Amet, usati software senza licenza e azienda condannata a pagare

Loconte e Sotero denunciano un nuovo "caso" nella Municipalizzata

«Avreste mai pensato che un'azienda pubblica potesse incorrere in una condotta illecita per aver installato e utilizzato programmi software in assenza di regolare licenza?». A porre questo interrogativo sono Antonio Loconte e Fabrizio Sotero della Rete Civica "Solo con Trani" che puntano i riflettori su Amet s.p.a.

«Avreste mai pensato che due colossi statunitensi come Microsoft Corporation e Autodesk Inc. potessero agire in giudizio contro l'A.M.E.T. per rivendicare i loro diritti? Sembra assurdo, ma tutto ciò è accaduto realmente in A.M.E.T. s.p.a. Il Tribunale di Bari, a seguito dell'azione intrapresa da Microsoft e Autodesk, ha condannato A.M.E.T. s.p.a. al risarcimento di oltre 150.000,00 euro e al pagamento delle spese di lite. I tentativi dell'Azienda di contenere i danni causati da tale "malefatta", limitando l'esborso derivante dalla condanna, si sono tradotti in una transazione intervenuta con le due società americane. A.M.E.T. s.p.a., alla luce della sentenza che ha accertato l'illecito, si è impegnata a versare nelle casse di Microsoft e Autodesk un ingente somma per chiudere definitivamente la questione e porre la classica "pezza a colori" su una vicenda alquanto squallida. A corollario della catastrofe prodotta dall'uso illegittimo di programmi privi di licenza - continuano Loconte e Sotero - si aggiungono le spese legali, le spese di consulenza CTP e le spese per "regolarizzare" le licenze dei software: un giochetto di migliaia di euro che grava sulle casse dell'Azienda Pubblica, quindi dei poveri cittadini!!!

Ci chiediamo se il Sindaco sia a conoscenza di questa triste vicenda che interessa da vicino le sorti di un'Azienda in forte crisi; ci chiediamo, altresì, se siano state accertate le eventuali responsabilità di chi, al momento dell'illecito, ricopriva l'Ufficio Sistemi Informativi. L'attuale CdA ha il dovere di costituirsi parte civile contro i responsabili dell'illecito per recuperare le ingenti somme che A.M.E.T. s.p.a. ha dovuto erogare a Microsoft e Autodesk per evitare che, ancora una volta, le vere vittime di questa vicenda siano i poveri cittadini.

Auspichiamo - concludono Loconte e Sotero - che tale triste vicenda non cada nel dimenticatoio come la questione-Iaculli, nei cui confronti attendiamo ancora notizie circa l'eventuale azione di responsabilità da parte del Sindaco».
  • Amet
  • Fabrizio Sotero
  • Antonio Loconte
Altri contenuti a tema
La scomparsa del dott. Nicola Pappolla: era stato assessore e Presidente dell'Amet La scomparsa del dott. Nicola Pappolla: era stato assessore e Presidente dell'Amet Un professionista di grande competenza
Breve black out in piazza Plebiscito e via San Giorgio Breve black out in piazza Plebiscito e via San Giorgio Per circa un'ora sono rimasti spenti i lampioni della pubblica illuminazione
10 Gestione parcheggi, Ferri (Fdi): «Subito il rinnovo del servizio ad Amet» Gestione parcheggi, Ferri (Fdi): «Subito il rinnovo del servizio ad Amet» Il consigliere comunale: « Si ripensi all'ipotesi di affidare la sosta ai privati»
1 Troppi parcometri fuori uso in centro e col traffico delle feste: le segnalazioni dei lettori Troppi parcometri fuori uso in centro e col traffico delle feste: le segnalazioni dei lettori Rinunciare significa comunque correre il rischio di pagare multe e si è costretti a lunghe ricerche prima di trovare un apparecchio funzionante
1 Amet, l'allarme di Cgil Trani: «Temiamo un collasso aziendale» Amet, l'allarme di Cgil Trani: «Temiamo un collasso aziendale» Il documento sottoposto all'attenzione di sindaco e Giunta
1 Il consigliere Antonio Loconte aderisce al gruppo dei "Popolari" e viene nominato coordinatore cittadino Il consigliere Antonio Loconte aderisce al gruppo dei "Popolari" e viene nominato coordinatore cittadino La Notte: «Cresce a Trani il laboratorio politico che si pone l’obiettivo di un programma unitario che rafforzi l’area centrale»
Tavole degli Statuti Marritimi, Loconte: «Vengano trasferite e conservate in altro sito più sicuro» Tavole degli Statuti Marritimi, Loconte: «Vengano trasferite e conservate in altro sito più sicuro» Il consigliere ha protocollato questa mattina la richiesta al Comune
1 "Non aprite quella porta": l'Amet mette in guardia dai truffatori che girano per condomini "Non aprite quella porta": l'Amet mette in guardia dai truffatori che girano per condomini Lo stesso Ad, Giuseppe Paolillo, diffonde il messaggio: "E' una chiara azione fraudolenta"
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.