Tranensis
Tranensis
Vita di città

È nata Tranensis, i fondatori: "Vogliamo ricreare Trani attraverso la sua storia, la sua cultura, la sua gente"

L'associazione è stata presentata lunedì sera nell'auditorium della chiesa di San Magno

Cosa accomuna alcuni insegnanti, un ingegnere della comunicazione, un muratore, un carabiniere, un consulente per una multinazionale sparsi per lo Stivale? Essere tranesi, anzi "Tranensis".

I nove giovani - Alfredo Cavalieri, Francesco Squatriti, Luciano Pappalettera, Roberto Mangialardo, Maurizio Di Reda, Riccardo Muciaccia, Carlo Rosito, Alessandro Vitofrancesco e Luigi Di Filippo che lunedì scorso nell'auditorium della chiesa di San Magno hanno presentato ufficialmente alla Città questa nuova associazione - hanno individuato parole come chiavi d'azione, l'una funzionale, anzi, incastonata nell'altra: cultura, tradizione, collaborazione, storia, radici, cittadinanza.

Sentendo gli interventi di ognuno, programmati negli aspetti che insieme hanno in animo di approfondire, ne sono emerse altre, affiorate da un dialogo introdotto dalla giornalista e operatrice culturale Stefania De Toma: responsabilità, quella che questi giovani professionisti sentono fortemente per il futuro di Trani; passione, profonda e piena di energico spirito di iniziativa, ma anche ri-creazione, nel senso autentico di una nuova creazione del modo di essere tranesi e di immaginare la propria Città .

Ricreata, già, rigenerata attraverso l'anima, l'azione, il cuore, l'orgoglio di appartenenza dei propri cittadini , a partire da se stessi ma - come hanno sottolineato a più riprese - con il coinvolgimento di tutti. Nessun limite di età, di grado d'istruzione, di credo politico o religioso, nè tantomeno di genere, benchè la squadra di partenza sia tutta al maschile : un caso, una chat di amici durante la pandemia, la consapevolezza di un amore comune e di energia da sprigionare, le nuove possibilità di azione e condivisione amplificate proprio dal lockdown attraverso il web che riducono gli ostacoli delle sedi lavorative dislocate in giro per l'Italia.

E così è nata un'idea bella, di quelle che sanno di buono, con percorsi all'insegna della condivisione e valorizzazione delle risorse da investire in Trani: la propria storia straordinaria da vivere attraverso letture diffuse, passeggiate, il recupero di riti e tradizioni abbandonate e ancora attraverso i personaggi che l'hanno attraversata nei secoli, la musica da condividere nei luoghi più suggestivi - a partire dalle rive del mare, magari al suono del sole che sorge o tramonta - la gastronomia, l'identità linguistica del dialetto. Tutto da realizzare a partire da incontri periodici di quartiere, per conoscere e conoscersi - con un'attenzione particolare alle risorse giovanili che possano davvero essere esaltate e con cui "fare squadra"- condividere idee, esigenze, quasi un laboratorio itinerante e diffuso con l'obiettivo comune di una Trani più ricca dentro, più degna della propria bellezza, della propria storia, della propria gente, ma anche delle proprie arti e dei propri mestieri.

L'audacia è grande, eccola, un'altra parola chiave: ma possibile attraverso la condivisione con quanti più "tranensis" possibile, in un'azione che col tempo faccia sentire tali tutti i cittadini, con tutrta la potenza che la scelta di un nome antico porta con sè. Nel frattempo le adesioni ( solo 10 E di quota annuale per una tessera per una cassa che sarà gestita all'insegna della massima trasparenza, specificano i fondatori del sodalizio), le idee,, le condivisioni, viaggiano attraverso i contatti Facebook e Instagram ("Tranensis") e l'indirizzo di posta elettronica tranensis@gmail.com.
TranensisTranensisTranensisTranensisTranensisTranensis
  • Associazioni
Altri contenuti a tema
L'associazione Tranensis scende in piazza: lunedì un incontro con i cittadini L'associazione Tranensis scende in piazza: lunedì un incontro con i cittadini In piazza della libertà la presentazione del primo calendario delle iniziative
Sporting Club: rinnovato il Consiglio direttivo Sporting Club: rinnovato il Consiglio direttivo Con l'elezione di Nicola Amoruso, entra in campo la nuova squadra di consiglieri delegati
1 Un team tutto giovane in un sodalizio per tutte le età: nasce oggi a Trani l'associazione Tranensis Un team tutto giovane in un sodalizio per tutte le età: nasce oggi a Trani l'associazione Tranensis Annunciata come "una presenza che vive ogni aspetto socio-culturale della Città"
Casa di Carta, domenica una giornata di sensibilizzazione sul disturbo dello spettro autistico Casa di Carta, domenica una giornata di sensibilizzazione sul disturbo dello spettro autistico Professionisti del settore risponderanno alle varie curiosità delle famiglie
Osservatorio regionale per l'infanzia, la soddisfazione delle associazioni locali Osservatorio regionale per l'infanzia, la soddisfazione delle associazioni locali Dicuonzo e Borgia: "Gesto tangibile e concreto di una sana politica"
Anget Trani, alla guida riconfermato il luogotenente Leonardo Leonetti Anget Trani, alla guida riconfermato il luogotenente Leonardo Leonetti Eletto il nuovo direttivo per il prossimo triennio
Anpi Trani, in corso la campagna del rinnovo tesseramento per il 2021 Anpi Trani, in corso la campagna del rinnovo tesseramento per il 2021 Ecco come aderire
È arrivato il pulmino a Con.Te.Sto. Ma lasciamo i ragazzi disabili fuori dal Consiglio comunale È arrivato il pulmino a Con.Te.Sto. Ma lasciamo i ragazzi disabili fuori dal Consiglio comunale Il nuovo mezzo inaugurato nei giorni scorsi
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.