Prostituzione
Prostituzione
Cronaca

Prostituzione in strada: sette arresti

Smantellata organizzazione criminale: arrestato un andriese. Fondamentali le intercettazioni ambientali

A seguito di lunghe e complesse attività investigative, coordinate dalla procura della Repubblica di Trani, sono state eseguite 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere, di cui 6 nei confronti di cittadini di nazionalità rumena e 1 nei confronti di un cittadino andirese, Domenico Tesoro di 54 anni. L'operazione ha visto il pieno coinvolgimento dell'Interpool e delle autorità di polizia della Romania, permettendo la cattura di 3 dei cittadini indagati che, in continuo contatto con la madrepatria, si erano portati nella nazione di origine, anche al fine di sottrarsi alla giurisdizione di questo Paese.

L'operazione, condotta dalla Polizia di Andria, ha permesso di sgominare un'organizzazione dedita al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione di cittadine rumene non solo nel territorio del Comune di Andria, ma anche in altre città nell'ambito del territorio nazionale quali Cerignola, Taranto, Roma e Milano. Nello specifico, i luoghi teatro degli eventi oggetto di indagine risultano essere la strada provinciale 231 (la ex 98) e la provinciale Ruvo-Bisceglie. Il giro di affari era di circa 20mila euro al giorno con ragazze che riuscivano ad incassare in un sol giorno quasi 1000 euro.

A numerose prostitute rumene è stato proposto di partecipare ad un programma di assistenza ed integrazione sociale, permettendole di interrompere la loro condizione di vita sulla strada assolutamente precaria e di sottrarsi alla violenza ed ai condizionamenti dell'organizzazione criminale.
L'attività investigativa è stata portata avanti attraverso il costante monitoraggio con video riprese della zona interessata dalla presenza di prostitute, nonché attraverso operazioni di intercettazione telefonica a carico delle utenze degli indagati e di intercettazioni ambientali sulle macchine utilizzate per l'accompagnamento in strada delle donne. I soggetti arrestati, decidendo i luoghi in cui far prostituire le rumene, controllavano il loro operato mediante frequenti passaggi in auto e con continui contatti telefonici nel corso dei quali si informavano sull'andamento dell'attività lavorativa. Fornivano l'assistenza necessaria per l'espletamento del meretricio, nonché proteggevano le donne dalla concorrenza di altre prostitute. Stabilivano inoltre la cifra da introitare per le prestazioni sessuali, prelevando le donne direttamente dal posto di lavoro e facendosi consegnare le somme guadagnate.
  • Polizia
  • Procura di Trani
  • Prostituzione
Altri contenuti a tema
1 Targhe contraffatte scambiate per originali, denunciato un 60enne di Trani Targhe contraffatte scambiate per originali, denunciato un 60enne di Trani L'automobilista fermato dagli agenti della Polizia di Stato a seguito di un controllo
Lotta al degrado con il daspo urbano: sì alla modifica del regolamento di Polizia urbana Lotta al degrado con il daspo urbano: sì alla modifica del regolamento di Polizia urbana Tutte le aree individuate nel provvedimento
Operazione anti prostituzione in via Cilea: coinvolte tre ragazze di origini straniere Operazione anti prostituzione in via Cilea: coinvolte tre ragazze di origini straniere Sul caso sono in corso le indagini della Polizia giudiziaria
4 Fase 2, nel weekend controlli serrati della Polizia locale di Trani per evitare assembramenti Fase 2, nel weekend controlli serrati della Polizia locale di Trani per evitare assembramenti Gli interventi da nord a sud della città, in particolar modo sulla litoranea
2 Perseguitava una donna da quattro anni, arrestato un 48enne tranese Perseguitava una donna da quattro anni, arrestato un 48enne tranese Minacce anche sul porto di Trani alla presenza del figlio della vittima
2 Spaccio di sostanze stupefacenti, arrestata una 25enne tranese Spaccio di sostanze stupefacenti, arrestata una 25enne tranese L'operazione della Polizia di Stato questo pomeriggio in via Superga
Contenimento del virus, controlli rigorosi per la sicurezza nei luoghi di lavoro ​ Contenimento del virus, controlli rigorosi per la sicurezza nei luoghi di lavoro ​ Dalla Prefettura un appello al senso di responsabilità da parte di tutti i cittadini
Controlli, divieto di assembramenti per il ponte del 1° maggio Controlli, divieto di assembramenti per il ponte del 1° maggio Videoconferenza con sindaci e forze di polizia. L’attenzione resta alta
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.