Francesco De Noia
Francesco De Noia
Eventi e cultura

Si alla famiglia, dibattito in difesa del nucleo famigliare

De Noia: «Il relativismo corrode l'istituzione in cui si educa e cresce l'individuo»

La famiglia in Italia e in Europa, omofobia, difesa e tutela dei minori inseriti in luoghi istituzionali e nel contesto famigliare, teoria del gender. Questi i temi al centro del convegno "Si alla famiglia" svoltosi sabato mattina, presso la Chiesa di San Luigi, organizzato dal Movimento Gospa, il comitato "Sì alla Famiglia", l'associazione Civiltà Cittadina Onlus e il movimento politico e laboratorio sociale Riva Destra. Un lungo dibattito in cui si è cercato di capire l'evoluzione di questa importante istituzione e probabili ricadute anche a livello politico.

«C'è una sorta di superficialità intorno alla protezione che dovrebbe avere la cellula fondamentale della nostra società – ha dichiarato Francesco De Noia, coordinatore per la Regione Puglia di Riva Destra -. Il relativismo ha contribuito e sta contribuendo a corrodere la forza dell'istituzione famiglia in cui si educa l'individuo e si costruisce il suo futuro. Questi incontri servono per sensibilizzare e smuovere le coscienze in cui i genitori hanno il dovere di educare i figli». Per De Noia non ci sono dubbi: l'unica famiglia possibile è quella composta da padre, madre e prole e non ci possono essere riconoscimenti giuridici sulle altre unioni in quanto queste «vengono già regolamentate tutelate dalla legge».

Sulla stessa scia di pensiero anche l'avvocagto Giancarlo Cerrelli, vicepresidente nazionale dell'unione dei giuristi cattolici, segretario nazionale del comitato "Sì alla Famiglia", e uno degli esperti della Commissione giustizia del Senato che conta svariate collaborazioni con testate giornalistiche e diversi interventi televisivi e radiofonici (da Rai1 a La Zanzara): «Ci sono delle correnti – sottolinea - che stanno minacciando la famiglia volendole cambiare volto. L'ideologia che in questo la fa da padrone è quella del gender che ha come scopo quello di indifferenziare i sessi ed eliminare quei ruoli sociali propri della famiglia e propri della struttura della nostra società».
Carico il lettore video...
  • Francesco De Noia
  • Riva Destra
Altri contenuti a tema
Riva Destra annuncia il nuovo direttivo cittadino Riva Destra annuncia il nuovo direttivo cittadino In 11 per supportare l'attività del coordinatore cittadino Loconte
Velobox di via Falcone, Riva Destra denuncia le «irregolarità» Velobox di via Falcone, Riva Destra denuncia le «irregolarità» Loconte: «Gli amministratori stanno facendo il possibile per aumentare la sicurezza?»
Loconte: «Amet rischia la sospensione o la decadenza della concessione» Loconte: «Amet rischia la sospensione o la decadenza della concessione» Riva Destra pretende delle risposte immediate sullo stato dell'azienda
Aule del De Amicis, ormai è botta e risposta tra Riva Destra e dirigente della scuola Aule del De Amicis, ormai è botta e risposta tra Riva Destra e dirigente della scuola Loconte: «Apprezzo il tentativo, ma la vicenda diventa ancora più nebulosa»
Riva Destra schiera i vertici nazionali per Lima Riva Destra schiera i vertici nazionali per Lima Il consigliere difeso da Sabbatani Schiuma
Nomina barese in Amet, Loconte non ci sta Nomina barese in Amet, Loconte non ci sta Il coordinatore di Riva Destra: «Possibile che Trani non offra professionisti?»
Riva Destra di nuovo all'attacco dell'amministrazione Bottaro Riva Destra di nuovo all'attacco dell'amministrazione Bottaro Antonio Loconte: «Sono trascorsi 7 mesi e Trani è in balia delle onde»
Crisi in giunta, Riva Destra all'attacco del sindaco Bottaro Crisi in giunta, Riva Destra all'attacco del sindaco Bottaro Il coordinatore provinciale Monterisi: «Riaffermiamo il ruolo di Trani»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.