biblioteca di Babele
biblioteca di Babele
Eventi e cultura

"È stato bello": finisce dopo dieci anni la favola della Biblioteca di Babele a Trani

Ne ha dato l'annuncio sulla sua pagina Facebook la titolare Rosangela Cito

Già, sembra quasi una favola quella della piccola Biblioteca di Babele, incastonata in quella piazza che un tempo brulicava di vita sin dall'alba, quando fruttivendoli e pescatori allestivano le loro bancarelle, quasi come una gemma nata dal maestoso palazzo dove un tempo erano custodite le migliaia di volumi della Biblioteca comunale.

E infatti "Da ex bibliotecario del …piano di sopra accolgo la notizia con sgomento. Mi e ti auguro un subitaneo ritorno alla tua splendida e insostituibile attività laddove la cultura è sinonimo di progresso per tutta la comunità. Il Grazie per tutto ciò che hai fatto te lo invio dal profondo del mio cuore che per 36 anni ha pulsato nello stesso palazzo per la diffusione della cultura in un "ambiente" quasi sordo del tutto,politicamente parlando" , scrive proprio Mario Schiralli, in uno dei tantissimi commenti a margine della lettera scritta in un post su Facebook da Rosangela Cito, che di quella biblioteca è stata la principessa, l'infaticabile animatrice, una nocchiera in un mare che purtroppo sempre di più lascia spazio a disposizione di deserti che appaiono inesorabili.

"La biblioteca più bella del mondo" ,"Ora quella Piazza resterà desolata ",era un posto magico grazie a te", "meriti un grazie incondizionato da parte di tutta la comunità , sono solo alcuni dei tantissimi commenti alla notizia, ai quali si uniranno siamo sicuri quelli di tantissimi scrittori da tutta Italia che in quello scrigno prezioso hanno raccontato ai lettori la genesi dei loro libri e condiviso momenti di autentico benessere per lo spirito.

Perché la biblioteca di Babele non è mai stata una semplice libreria, ma davvero una piccola torre di vedetta sul mondo, sui mondi anzi, e sull'umanità che stiamo piano piano perdendo: e che i libri, la cultura, il confronto, possono salvare.

Rosangela nel suo post parla di una fine che può essere un nuovo inizio: e ce lo si augura davvero, come è già accaduto in una trani capace di essere pioniera e di inventare attraverso i suoi cittadini presídi di crescita culturale ed etica, ad esempio con la libreria la Maria del Porto, dalla quale poi è nata una realtà che è un fiore all'occhiello per Trani ma per tutto il panorama culturale italiano che sono i Dialoghi.

Chissà che in quel "ogni fine è un inizio " scritto da Rosangela non ci sia già un progetto nuovo: del resto la storia della torre di Babele è proprio quella di un Dio che voleva che la cultura fosse diffusa e divulgata nel mondo, e che le lingue diventassero tante, non una sola. E allora la piccola Biblioteca di Babele di Trani non morirà mai, avendo seminato con i suoi libri, i suoi incontri, le sue iniziative, tante lingue, tanti pensieri, tante riflessioni, tantissime occasioni di crescita. Qualcosa di buono vogliamo credere davvero che nascerà anche da questa chiusura che già riempie di nostalgia.

In una Trani orfana di un cinema mai riaperto, di un teatro mai ricostruito, questa notizia intanto mette davvero un po' di tristezza. Ma le parole di Rosangela non sono tristi, parlano di un sogno bello: non c'è amarezza come quella che accompagna le innumerevoli chiusure delle librerie in Italia -l'ultima la Feltrinelli nella galleria Alberto Sordi a Roma - non ci sono recriminazioni, non c'è un dito puntato contro qualcosa o qualcuno:c'è tanta gratitudine e tanta serenità. Atteggiamenti di una educazione sentimentale che nascono da un cuore gentile e da una cultura che non è erudizione, ma amplificazione dell'anima. Fosse solo questo quello che resta dalla Biblioteca di Babele nelle persone che l'hanno frequentata e magari hanno preso a diventare lettori quando non lo erano, la favola avrà avuto comunque un lieto fine.

"È stato bello, ma ora, amici carissimi, è giunto il momento di salutarci.

Come tutti i sogni belli, e soprattutto come ogni fase della vita, anche l'avventura della Biblioteca di Babele termina qui.

Ci salutiamo con il sorriso di chi sa che nulla si distrugge e tutto si trasforma e che ogni fine è sempre un inizio.

Dieci anni di attività condivise: circa 500 incontri con gli autori, centinaia di laboratori didattici per bambini e per diversamente abili, decine e decine di collaborazioni con scuole e prestigiose associazioni culturali come la Società Dante Alighieri, La Maria del Porto, Il Circolo Dino Risi, Libera contro le mafie, Palazzo delle Arti Beltrani, Turenum Pro Loco, Sporting Club, il Laboratorio di Medicina Narrativa, la "Domenico Sarro", la Compagnia teatrale Il Carro dei Guitti, Il Cielo di Carta, Marluna Teatro, Lega Navale, il Museo Galleggiante di Bisceglie, Fidapa, il laboratorio del Ben Essere e tante altre (mi perdoni chi non viene citato); innumerevoli iniziative sostenute dal Comune di Trani, dalla Provincia, dalla Regione, dal Comune di Andria, da quello di Barletta, di Bisceglie, dall'Università degli Studi di Bari. E poi ancora: cinque meravigliose edizioni del Festival LIBRINPIAZZA salotto letterario; LE LETTURE DI BABELE con la partnership di Tele Norba, i progetti in collaborazione con la Biblioteca Comunale, il Museo Diocesano, i Dialoghi di Trani, l' Assessorato alle Culture e le librerie del territorio oltre che svariati contributi radiofonici e televisivi.

Tutto questo ed altro ancora ha costituito la forza di questa meravigliosa avventura.

C'è una morale anche in questa favola: se davvero lo vuoi, ogni desiderio si realizza, e se ci metti passione, tutto - proprio tutto - diventa possibile.

Ho amato questa libreria come una figlia. Come una creatura gode delle cure materne, anche La Biblioteca di Babele ha goduto di tutta la mia dedizione: lo hanno avvertito gli amici, gli avventori occasionali e persino i passanti più distratti.

Siamo cresciuti insieme grazie ai libri che abbiamo letto, alle parole che abbiamo scambiato, alle mani strette, ai sorrisi reciproci.

Ogni idea è stata pensata con cura e realizzata con attenzione, nel rispetto di chi ha creduto in questo sogno e lo ha sostenuto con incondizionata fiducia.

A ciascuno di voi, a ciascun amico fedele va oggi il mio più accorato ringraziamento. Perché se è vero che "non vi è amicizia più rapida di quella tra chi ha letto gli stessi libri", è anche vero che è nel tempo e nella vicinanza che si attestano i sentimenti più veri.

È stato bello. Anzi bellissimo! A presto, perché ogni fine è sempre un inizio!".
  • Libri
Altri contenuti a tema
Il porto di Trani ospita i "Megalibri" dei cinque romanzi finalisti del Premio Fondazione Megamark Il porto di Trani ospita i "Megalibri" dei cinque romanzi finalisti del Premio Fondazione Megamark Il 23 settembre la cerimonia di premiazione condotta dall’attrice italiana Debora Villa
Letteratura e educazione civica: al via con Trifone Gargano le Agorà di Tranensis Letteratura e educazione civica: al via con Trifone Gargano le Agorà di Tranensis "Un paese guasto", nell'anfiteatro della Villa comunale, ingresso libero a partire dalle 20:00
Gigi Mintrone torna stasera  a Corato con il suo libro Gigi Mintrone torna stasera a Corato con il suo libro Una conversazione nell'incanto dell'agriturismo Posta Mangieri
A Trani Giorgia Surina presenta il suo romanzo d'esordio "In due sarà più facile restare svegli" A Trani Giorgia Surina presenta il suo romanzo d'esordio "In due sarà più facile restare svegli" L'appuntamento a cura dell'associazione L'Ebanista
Un nuovo libro, un nuovo cinema: musica, parole e immagini nell'iniziativa di Legambiente Un nuovo libro, un nuovo cinema: musica, parole e immagini nell'iniziativa di Legambiente "Del tempo mai perduto" di Franco Di Biase e il progetto del Cinema di Comunità
Io, un avvocato: allo Sporting Club la presentazione del libro di Carmine di Paola Io, un avvocato: allo Sporting Club la presentazione del libro di Carmine di Paola I cinquant'anni di attività del noto avvocato penalista
Gigi Mintrone domenica sera allo Sporting Club di Trani: "Con la Nasa ho potuto volare" Gigi Mintrone domenica sera allo Sporting Club di Trani: "Con la Nasa ho potuto volare" Una nuova presentazione del libro del giovane scrittore tranese
E' una promessa d'amore": Stefania Bucci presenta le sue poesie E' una promessa d'amore": Stefania Bucci presenta le sue poesie Un libro "come un girasole in un campo di rose rosse", la presentazione sabato davanti alla libreria Luna di Sabbia
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.