Piazzale Loreto illustrazione
Piazzale Loreto illustrazione
Vita di città

Strage di Piazzale Loreto, l’illustratore Massimiliamo Di Lauro omaggia il partigiano tranese Andrea Esposito

La vignetta per ricordare il vile episodio e la lotta contro il fascismo

La strage di Piazzale Loreto fu un eccidio nazifascista avvenuto in Italia, il 10 agosto 1944 in Piazzale Loreto a Milano, durante la seconda guerra mondiale.

Quindici partigiani furono fucilati da militi del gruppo Oberdan della Legione Autonoma Mobile Ettore Muti della RSI, per ordine del comando di sicurezza nazista.

Dopo la fucilazione, a scopo intimidatorio, i cadaveri scomposti furono lasciati esposti sotto il sole della calda giornata estiva, coperti di mosche, fino alle ore 20 circa. Un cartello qualificava i partigiani fucilati come "assassini". I corpi, sorvegliati dai militi della Muti che impedirono anche ai parenti di rendere omaggio ai defunti, furono pubblicamente vilipesi e oltraggiati in tutti i modi dai fascisti e dalle ausiliarie della RSI; inoltre, per intimidire la popolazione e togliere ogni appoggio alla Resistenza, i militi fascisti obbligarono, armi alla mano, i cittadini in transito, a piedi, in bicicletta o sui tram, ad assistere allo «spettacolo».

Tra i martiri di Piazzale Loreto, il tranese Andrea Esposito (Trani 26 ottobre 189); militante comunista e partigiano della 113ma Brigata Garibaldi, fu arrestato il 31 luglio 1944 nella sua abitazione. Con lui i militi dell'Ufficio politico investigativo della GNR catturarono anche il figlio Eugenio, un vigile del fuoco della classe 1925, che non aveva risposto alla chiamata alle armi della RSI (il ragazzo, quando già il padre era stato trucidato in piazzale Loreto dai fascisti della Muti al servizio dei tedeschi, fu portato da Milano a Bolzano e da qui a FlossenbŒrg. Da questo lager fu poi trasferito a Dachau e liberato dagli Alleati il 29 aprile 1945.

Per ricordare questo tragico evento, l'illustratore Massimiliano di Lauro ha voluto omaggiare il partigiano Andrea Esposito, nostro concittadino, attraverso la figura di un colosso al centro dell'illustrazione che distrugge il fascio littorio; un'opera che vuole ricordare il vile episodio, ma vuole anche esorcizzare ogni possibile rigurgito fascista.

- (H)ASTARCI, UNIONE DEGLI STUDENTI (UDS) TRANI
  • Cultura
Altri contenuti a tema
“Come mille oceani”: il libro autobiografico della tranese Michela Barbangelo “Come mille oceani”: il libro autobiografico della tranese Michela Barbangelo Il racconto di una ragazza speciale di nome Claudia
Trani eccelle anche su “The Telegraph”: due i ristoranti recensiti Trani eccelle anche su “The Telegraph”: due i ristoranti recensiti Fra ricordi proustiani e scampi drogati d'amore
1 Dante letto in lingua straniera da lettori in madrelingua: sabato sera a Trani Dante letto in lingua straniera da lettori in madrelingua: sabato sera a Trani L'appuntamento in piazza Longobardi con il patrocinio dell'Università di Bari
Trani t'incanta, Pietro Falconetti presenta "L'amore (im)perfetto" Trani t'incanta, Pietro Falconetti presenta "L'amore (im)perfetto" Lo scrittore ospite alla libreria Luna di Sabbia
3 Servillo a Trani: «La vostra città è una grandissima bellezza!» Servillo a Trani: «La vostra città è una grandissima bellezza!» Una serata memorabile tra racconti e ricordi
Sport e sesso sono compatibili? Sport e sesso sono compatibili? Una nuova pagina della rubrica "Salute d'asporto" di Giuseppe Labianca
Donne alla periferia del mito, Loreta Minutilli presenta "Elena di Sparta" Donne alla periferia del mito, Loreta Minutilli presenta "Elena di Sparta" L'evento promosso dall'Archeoclub oggi presso lo chalet della Villa comunale
Pif fa cantare i tranesi Pif fa cantare i tranesi Stasera il premio Oscar Toni Servillo
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.