Ospedale di Trani
Ospedale di Trani
Sanità

Una firma che vale una vita: addio precariato per 103 dipendenti dell'Asl Bat

Grande festa al San Nicola di Trani. Michele Emiliano: «Giornata storica»

Una firma che vale una vita. Un giorno di festa ma anche la fine di lunghi anni di precariato per 103 i dipendenti della Asl Bt in possesso dei requisiti per la stabilizzazione (Decreto Madia) che oggi, martedì 13 novembre, hanno firmato il contratto a tempo indeterminato. Si tratta di 47 infermieri, 10 tecnici di laboratorio, 9 tecnici di radiologia, 9 medici di diverse discipline, 8 psicologi, 2 veterinari, 3 collaboratori amministrativi e poi ancora dietisti, logopedisti, educatori, assistenti sanitari, ostetrici, biologi, fisici e autisti.

Il personale è stato chiamato direttamente dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, per la firma del contratto che avviene a seguito di avviso pubblico di stabilizzazione, definizione del piano dei fabbisogni, nonché del piano delle assunzioni. C'è chi attendeva questo momento da tantissimo tempo, alcuni persino da 12 anni. Tante giovani mamme anche, alcune in "dolce attesa", non solo della stabilizzazione. Per loro il 2018, dunque, sarà un anno da non dimenticare. «Una giornata storica, sembra una festa - ha dichiarato Michele Emiliano -. Non dimentichiamo però i precari che non avevano i requisiti della legge Madia. Per loro serve un concorso».

«Abbiamo seguito l'iter definito dal Decreto Madia – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt – e oggi siamo davvero molto felici di firmare questi 103 contratti a tempo indeterminato che per noi significano molto. La qualità del lavoro in un sistema complesso, quale quello sanitario, fa la differenza sia da un punto di vista clinico che amministrativo. La stabilità lavorativa garantisce maggiore serenità, la firma di un contratto a tempo indeterminato è sinonimo di valorizzazione delle professionalità e delle competenze acquisite. La stabilità lavorativa aumenta lo spirito di appartenenza all'azienda, oltre a essere massima espressione di civiltà giuridica».

«La Direzione Strategica e l'area del Personale in questi mesi hanno lavorato duramente per giungere alla firma di oggi, garantendo il pieno rispetto dei passaggi di legge – aggiunge Delle Donne – ai dipendenti che oggi sottoscrivono il loro contratto a tempo indeterminato dopo anni di precariato vanno gli auguri miei e di tutta l'azienda. Auguriamo a ciascuno di loro di continuare a lavorare con un entusiasmo e una passione rinnovati».

«Ci abbiamo creduto e portato avanti una battaglia difficile ma non impossibile - sono le parole della Fp Cgil Bat -. Siamo felici per questi lavoratori e garantiamo impegno per tutti gli altri precari che non avevano i requisiti».
8 fotoFirma del contratto a tempo indeterminato per 103 dipendenti Asl
Firma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti AslFirma del contratto a tempo determinato per 103 dipendenti Asl
  • Asl Bat
Altri contenuti a tema
Ottobre mese della prevenzione del tumore al seno: le iniziative nella Asl Bt Ottobre mese della prevenzione del tumore al seno: le iniziative nella Asl Bt Sabato e domenica visite gratuite a Barletta e Andria
Stop alle tossicodipendenze con il Protocollo d'intesa tra Prefettura e Asl Bat Stop alle tossicodipendenze con il Protocollo d'intesa tra Prefettura e Asl Bat Sarà presentato e sottoscritto il 26 settembre dal prefetto Sensi e dal direttore generale Delle Donne
L'Asl Bat al Forum Mediterraneo in Sanità L'Asl Bat al Forum Mediterraneo in Sanità In programma fino al 20 settembre a Bari
1 Nuova automedica a Trani, Delle Donne: «Infondata e fuorviante l'istanza di annullamento avanzata dalle associazioni» Nuova automedica a Trani, Delle Donne: «Infondata e fuorviante l'istanza di annullamento avanzata dalle associazioni» «Abbiamo fatto un affidamento diretto per un periodo di tempo molto limitato per ragioni di urgenza e necessità»
1 Nell'Asl Bat al via una nuova organizzazione dipartimentale Nell'Asl Bat al via una nuova organizzazione dipartimentale Delle Donne: «Una rivoluzione in termini organizzativi, un nuovo assetto aziendale che garantirà maggiore efficacia ed efficienza»
Asl Bat, approvato il piano aziendale per le liste d'attesta Asl Bat, approvato il piano aziendale per le liste d'attesta Delle Donne: «Abbiamo individuato strumenti e metodo di collaborazione tra tutti gli attori del sistema»
Asl Bat, in arrivo un radiofarmaco innovativo per i tumori nueroendocrini Asl Bat, in arrivo un radiofarmaco innovativo per i tumori nueroendocrini Oggi la presentazione al "Dimiccoli" di Barletta
Come stanno i dipendenti? L'Asl partecipa ad un'indagine di clima interno Come stanno i dipendenti? L'Asl partecipa ad un'indagine di clima interno L'iniziativa promossa dalla Regione Puglia e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.