Scuola e Lavoro

Crisi agricola, costituito il tavolo di concertazione

L'annuncio dell'Anci. La regia a Barletta

Crisi agricola: istituito a Barletta il tavolo permanente di concertazione. Ne assume la regia l'ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e servirà a coordinare le attività che istituzioni e associazioni di categoria definiranno per sensibilizzare il Governo centrale e la Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo presieduta da Paolo De Castro.
Lo ha annunciato il Presidente ANCI Puglia, Michele Lamacchia, nel corso dell'incontro – concertato con il Sindaco di Barletta, Nicola Maffei e l'Assessore comunale alle Politiche di Sviluppo Economico, Emanuele Doronzo – che ha riunito nella locale aula consiliare Sindaci o loro delegati dei Comuni delle Province Barletta–Andria–Trani, Bari e Foggia coinvolti nel vortice della difficile congiuntura, nonché le associazioni sindacali e di categoria del comparto agricolo.

Presenti anche il vice Prefetto di Bari, Donato Cafagna; l'Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Dario Stefano; l'Assessore alle Politiche Agricole della Provincia Barletta – Andria – Trani, Domenico Campana.

Tra i principali punti della piattaforma, unanimemente condivisa, da portare all'attenzione del Governo nazionale: l'opportunità di ridurre sia l'IVA sull'uva da vino dal 10 al 4% sia le accise sui carburanti agricoli (così come avvenuto per il settore pesca); l'incentivazione dei controlli sui prodotti provenienti dai paesi terzi e sulle filiere produttive per garantirne la qualità anche nel processo di trasformazione e scongiurare aumenti ingiustificati nonché speculazioni; piani di tutela delle tipicità; sospensione del pagamento dei contributi INPS, delle procedure esecutive Equitalia e dei mutui pregressi; rifinanziamento del Fondo Nazionale di Solidarietà per il 2008, 2009 e 2010; ristorno degli 850 milioni di Euro dei fondi FAS destinati all'agricoltura.
Martedì prossimo in calendario una manifestazione a Roma avente l'obiettivo di riportare la crisi alla necessaria, pubblica attenzione. Questo in attesa delle prime misure anticrisi promesse dal Ministro alle Politiche Agricole, Luca Zaia, a margine della recente assemblea romana, presieduta da Dario Stefano, che ha visto tutti gli assessori regionali delegati all'agricoltura a tu per tu con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, il Ministro per i Rapporti con le Regioni Raffaele Fitto e, appunto, il Ministro Zaia.
  • Crisi economica
Altri contenuti a tema
Dalla crisi finanziaria alle nuove opportunità di sviluppo: seminario a Trani Dalla crisi finanziaria alle nuove opportunità di sviluppo: seminario a Trani Un'iniziativa dell'Arcidiocesi e dell'Ordine dei commercialisti
Settore bancario in crisi, cosa sta succedendo? Settore bancario in crisi, cosa sta succedendo? Spallucci (Ucid): «È ora di assumersi responsabilità di scelte difficili»
La "crisi" che fa nascere la microcriminalità La "crisi" che fa nascere la microcriminalità L'ultimo furto in un bar del centro spinge ad una riflessione "sociale"
Istat, le cifre lo confermano: oggi fare figli è un lusso per pochi Istat, le cifre lo confermano: oggi fare figli è un lusso per pochi 10.000 euro la spesa media per sostenere solo il primo anno di vita
Crisi economica, per la Confesercenti Bat c'è rimedio Crisi economica, per la Confesercenti Bat c'è rimedio Il rimedio nell'incentivare lo sfruttamento turistico della città
Organizzazione del lavoro in città, il Pd ha la "ricetta" Organizzazione del lavoro in città, il Pd ha la "ricetta" Dotare il Comune di un albo delle cooperative e staff tecnico che segua i canali di finanziamento
I benzinai fanno “cartello” anche a Trani I benzinai fanno “cartello” anche a Trani Costituita da una settimana la locale rappresentanza della Faib
Un comitato di concertazione contro la crisi economica e le emergenze sociali Un comitato di concertazione contro la crisi economica e le emergenze sociali La bozza entro fine mese. Riserbato: «Una risposta concreta alle tante emergenze»
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.