Zona arancione
Zona arancione
Attualità

Dal 17 al 31 gennaio la Puglia torna in zona arancione

Il ministro Speranza firma la nuova ordinanza. Cosa si può fare e cosa no

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato il 16 gennaio quattro nuove Ordinanze sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia che si è riunita il 15 gennaio 2021.

Le ordinanze, che saranno in vigore dal 17 gennaio 2021 e scadono il 31 gennaio, collocano in area arancione le Regioni Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle d'Aosta e in area rossa le Regioni Lombardia, Sicilia e la Provincia Autonoma di Bolzano.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle aree gialla, arancione e rossa è la seguente, a partire dal 17 gennaio:

area gialla: Campania, Basilicata, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Toscana;
area arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Veneto, Piemonte, Puglia,Umbria, Valle d'Aosta;
area rossa: Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia.

Restano in zona arancione, come da Dpcm del 14 gennaio 2021, le Regioni Calabria, Emilia Romagna e Veneto.

COSA SI PUÒ E COSA NON SI PUÒ FARE IN AREA ARANCIONE


SPOSTAMENTI
Dalle 5 alle 22 puoi spostarti solo all'interno del tuo comune (senza giustificazione), mentre dalle 22 alle 5 sono vietati gli spostamenti; sono sempre vietati gli spostamenti verso altri comuni e altre regioni; ci si può sempre spostare per motivi di salute, lavoro o necessità (compilando l'autodichiarazione); ci si può spostare in un altro comune fino a 30 km di distanza se abiti in un piccolo comune (fino a 5mila abitanti). Non si può andare nel capoluogo di provincia. Si può sempre far rientro alla propria residenza, domicilio o alla propria abitazione.

RISTORAZIONE
I ristoranti sono aperti esclusivamente per l'asporto dalle 5 alle 22 mentre i bar ( attività prevalente) sono aperti esclusivamente per asporto dalle 5 alle 18. Consentita la consegna a domicilio.

ATTIVITÀ COMMERCIALI
I negozi all'interno di centri e gallerie commerciali sono chiusi nelle giornate festive e prefestive; aperti, anche nelle giornate festive e prefestive, gli alimentari, farmacie e parafarmacie oltre a tabacchi e edicole.
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Libri e sussidi didattici gratuiti: nuovo avviso per studenti a basso reddito Libri e sussidi didattici gratuiti: nuovo avviso per studenti a basso reddito Un nuovo supporto dalla Regione Puglia al diritto allo studio
Red 3.0, il 23 agosto scade il termine per presentare progetti di presa in carico Red 3.0, il 23 agosto scade il termine per presentare progetti di presa in carico L'avviso rivolto a enti del terzo settore che vogliano supportare i beneficiari
Rilancio per il Patto Territoriale per l’occupazione Nord barese/Ofantino: la Regione si impegna a rifinanziarlo Rilancio per il Patto Territoriale per l’occupazione Nord barese/Ofantino: la Regione si impegna a rifinanziarlo Presentata dai consiglieri Mennea e Ventola, la mozione è stata votata all'unanimità da parte del Consiglio regionale
Puglia, l'estate balneare comincia sabato 15 maggio Puglia, l'estate balneare comincia sabato 15 maggio La decisione del vicepresidente e assessore al Demanio, Raffaele Piemontese
Spostamento tra regioni, arriva il pass. Ecco di cosa si tratta Spostamento tra regioni, arriva il pass. Ecco di cosa si tratta Annunciato dal premier Mario Draghi servirà per andare in zone di colore diverso
3 Ospedali pieni in Puglia, la Regione blocca i ricoveri ordinari Ospedali pieni in Puglia, la Regione blocca i ricoveri ordinari La decisione presa: «In considerazione dell'ulteriore evoluzione della situazione di criticità legata al Sars Cov-2»
Presentato in Regione il documento di contrasto alla povertà educativa Presentato in Regione il documento di contrasto alla povertà educativa Ciliento: «I minori devono essere al centro del dibattito politico»
1 Open innovation in Puglia, il Distretto Produttivo dell’Informatica "a caccia" di startup innovative Open innovation in Puglia, il Distretto Produttivo dell’Informatica "a caccia" di startup innovative Fiore: «Promuoviamo una grande contaminazione di saperi per continuare ad accelerare lo sviluppo dell’ecosistema IT della Puglia»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.