Alessandro Delle Donne
Alessandro Delle Donne
Sanità

Delle Donne risponde a TraniViva.it: «Affermazioni inveritiere e ingiuste»

Il direttore generale della Asl Bat contesta un articolo apparso sulla nostra testata

In riferimento all'articolo pubblicato sulla nostra testata dal titolo "Ospedale dissolto: tranesi gabbati e... ammazzati", a firma del giornalista Giovanni Ronco, riceviamo da parte dell'Avv. Alessandro Delle Donne una precisazione che smentisce alcune affermazioni riportate nell'articolo.

Pubblichiamo di seguito la risposta di Delle Donne.

"L'Avv. Alessandro Delle Donne nella sua qualità di Direttore Generale della ASL BT interviene sulla vicenda oggetto dell'articolo contestando l'intera ricostruzione dei fatti rappresentata dalla testata on line TRANIVIVA.IT. In primo luogo, afferma il Direttore Generale, non corrisponde al vero che l'ex Presidio Ospedaliero di Trani sia stato oggetto di "smantellamento studiato, chirurgico e premeditato" e che "il pronto soccorso non c'è più", ma è vero il contrario.

Nell'ambito di un più ampio piano di riorganizzazione delle strutture sanitarie da parte della Regione Puglia, a Trani esiste un organizzato Presidio Medicalizzato Fisso nel Punto di Primo Intervento, con tanto di medici e ambulanze attrezzate con la Telecardiologia per la presa in carico dei pazienti con infarto Stemi; inoltre, a Trani è attivo un PTA di eccellenza che è stato oggetto di importanti attività di riqualificazione logistica, attraverso importanti opere di ristrutturazione, e professionale, attraverso l'implementazione dell'offerta sanitaria mediante implementazione dei servizi ambulatoriali e chirurgici e l'acquisto di strumenti di alta innovazione tecnologica, quali l'Arco Sterile e la Risonanza Magnetica.

L'affermazione contenuta nell'articolo laddove si afferma che la popolazione di Trani è "rimasta senza ospedale" è pertanto inveritiera ed ingiusta oltre che immotivatamente allarmistica".
  • Asl Bat
Altri contenuti a tema
Sanità, da Trani parte la petizione dei diabetici in vista delle nuove misure regionali Sanità, da Trani parte la petizione dei diabetici in vista delle nuove misure regionali Al direttore generale richiesto un maggior numero di centri specializzati nella Bat
Collaborare in medicina territoriale, oggi nuovo convegno a Palazzo San Giorgio Collaborare in medicina territoriale, oggi nuovo convegno a Palazzo San Giorgio Focus sulla spesa farmaceutica e i risultati raggiunti nella Bat
Sanità in sicurezza, oggi e domani convegno a Palazzo San Giorgio Sanità in sicurezza, oggi e domani convegno a Palazzo San Giorgio Verranno presentati i dati del lavoro svolto dalla Asl Bat
1 Pta di Trani, tutte le attività realizzate finora e quelle in corso d'opera Pta di Trani, tutte le attività realizzate finora e quelle in corso d'opera Delle Donne: «Sforzo di chiarezza e trasparenza che facciamo a beneficio dei cittadini»
1 «Il protocollo è rispettato e applicato»: la risposta di Delle Donne al sindaco Bottaro «Il protocollo è rispettato e applicato»: la risposta di Delle Donne al sindaco Bottaro E aggiunge: «È allo studio un'ipotesi di implementazione di organico e di ambulanze»
Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua Incidente sulla Trani-Andria, donati gli organi della vittima Michele Mastrapasqua Delle Donne (Asl Bt): «Il più grande atto d'amore che i familiari potessero compiere»
Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ospedale, pioggia nei corridoi: il dirigente Delle Donne si scusa con l'utenza Ma specifica: «Non si può continuare a denigrare il lavoro che stiamo facendo su Trani»
Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex direttore generale Asl Bat Ottavio Narracci Bufera nella Procura di Lecce, finisce ai domiciliari anche l'ex direttore generale Asl Bat Ottavio Narracci Coinvolti magistrati e primari. L'accusa è di corruzione in atti giudiziari
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.