Policlinico Bari
Policlinico Bari
Cronaca

Incidente a Corfù, ha smesso di battere il cuore del giovane tranese

La famiglia ha deciso di procedere con la donazione degli organi

Non ce l'ha fatta il diciannovenne di Trani, Giuseppe Ruta, rimasto coinvolto mercoledì 29 agosto in un incidente stradale a Corfù e da sabato ricoverato al Policlinico di Bari in coma irreversibile. Le sue condizioni erano apparse fin da subito molto gravi ma solamente nel primo pomeriggio, a seguito di un nuovo elettroencefalogramma, è stata constatata la morte cerebrale. A questo punto sono state impiegate sei ore previste dalle legge per far decelerare le funzioni vitali. La famiglia ha deciso di avviare tutte le procedure necessarie per la donazione degli organi.

Ruta, a bordo di uno scooter affittato in loco sull'isola greca, insieme ad un suo compagno di classe, è stato travolto frontalmente da un veicolo in curva. Il primo, dietro al conducente, è balzato al suolo e da quel momento non ha più riaperto gli occhi. Il giovane è stato ricoverato in rianimazione fino ad oggi con un grande edema cerebrale. L'altro, invece, ha riportato diverse fratture e attualmente è ricoverato presso il Miulli di Acquaviva delle Fonti.

Fin da subito si sono attivate le istituzioni locali per il rientro in patria dei due e che ha visto coinvolti rispettivamente i sindaci di Trani e Andria, Asl Bat, Prefettura, 118, Coordinamento regionale dei voli sanitari e presidi ospedalieri. I ragazzi sono rimpatriati sabato attraverso un'aereoambulanza.

La vittima frequentava la 5b a Liceo Classico e quest'anno aveva conseguito la maturità. Insieme altri suoi compagni, 12 per l'esattezza, avevano deciso di festeggiare il traguardo raggiunto a Corfù, patria del divertimento per i giovani, prima d'intraprendere l'università. In particolare, Ruta avrebbe dovuto proseguire gli studi a Milano.

La comunità scolastica del De Sanctis si stringe intorno al dolore dei famigliari. Di lui il ricordo di un giovane estroverso e scanzonato, molto amato da docenti e compagni.
  • Incidente
Altri contenuti a tema
Perde il controllo dell'auto dopo un malore, coinvolta una donna di oltre 80 anni Perde il controllo dell'auto dopo un malore, coinvolta una donna di oltre 80 anni L'incidente in via Martiri di Palermo. Sul posto 118 e polizia locale
Incidente sulla Trani-Bisceglie: coinvolti un'auto ed un mezzo dell'Amiu Incidente sulla Trani-Bisceglie: coinvolti un'auto ed un mezzo dell'Amiu È successo intorno alle 5 del mattino. Sul posto 118 e carabinieri
Incidente frontale in via Andria, feriti quattro ragazzi Incidente frontale in via Andria, feriti quattro ragazzi Due di loro trasportati in ospedale in codice rosso. Sul posto 118, polizia e vigili del fuoco
2 Cane trascinato sulla Trani-Barletta, Bottaro: «Questa bestia non la passerà liscia» Cane trascinato sulla Trani-Barletta, Bottaro: «Questa bestia non la passerà liscia» L'episodio questo pomeriggio. Dure reazioni dalle istituzioni
Precipita dal muraglione della villa, grave un quattordicenne di Trani Precipita dal muraglione della villa, grave un quattordicenne di Trani Non semplici le operazioni di soccorso. Sul posto forze dell’ordine, vigili del fuoco e 118
Perde il controllo dell'auto e finisce contro il guardrail, succede in zona Boccadoro Perde il controllo dell'auto e finisce contro il guardrail, succede in zona Boccadoro Una ragazza tranese trasportata all'ospedale di Barletta
Ancora un incidente sulla SS16bis, disagi all'uscita Trani-Boccadoro Ancora un incidente sulla SS16bis, disagi all'uscita Trani-Boccadoro Scontro tra un camion e un'automobile nei pressi del cantiere per il rifacimento del manto stradale
Incidente in via Andria, Sanzò (Ugl): «Basta morire così» Incidente in via Andria, Sanzò (Ugl): «Basta morire così» Il monito del segretario regionale: «È necessaria una maggiore cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.