Babbo Natale
Babbo Natale
Attualità

San Nicola: la leggenda di Babbo Natale

Le origini della festa celebrata in tutto il mondo

Il mito di Babbo Natale prende origine da San Nicola, vissuto nel IV secolo, celebrato tradizionalmente il 6 dicembre.

Ci sono tante storie riguardo il santo, ma sicuramente una delle più famose è quella delle "tre fanciulle": commosso dalla sorte di tre ragazze povere che il padre avrebbe voluto far prostituire, per tre notti Nicola gettò loro attraverso la finestra aperta altrettanti sacchi d'oro (poi simboleggiati nell'iconografia con palle d'oro) come dote per farle sposare.

Nel Medioevo si diffuse in Europa l'uso di commemorare questo episodio con lo scambio di doni nel giorno del santo, ovvero il 6 dicembre (San Nicola di Mitra). L'usanza è ancora in auge nei Paesi Bassi, in Germania, in Austria e in Italia: il 6 dicembre i bambini che sono stati buoni ricevono doni, dolciumi e frutta, mentre i bambini cattivi riceveranno del carbone.

Nei Paesi protestanti san Nicola perse l'aspetto del vescovo cattolico ma mantenne il ruolo benefico col nome di Samiklaus, Sinterclaus o Santa Claus, ma i festeggiamenti si spostarono alla festa vicina più importante, Natale. Fu in America, nel 1822 che nacque Babbo Natale dalla penna di Clement C. Moore, il quale scrisse una poesia in cui lo descriveva come ormai tutti lo conosciamo. Questo nuovo Santa Claus ebbe successo, e dagli anni Cinquanta conquistò anche l'Europa diventando, in Italia, Babbo Natale.

La storia e la devozione per san Nicola è molto diffusa anche in due città italiane: Bari e Venezia. Nel 1087 i baresi fecero una spedizione nella città ellenica di Myra, dalla quale ne ricavarono un bottino, in parte composto dalle ossa del santo. Circa 10 anni dopo anche i veneziani puntarono su Myra e recuperarono altre ossa, lasciate dai baresi nella fretta. I veneziani trasportarono quei resti nell'Abbazia di San Nicolò del Lido, vantando anch'essi il possesso delle spoglie del santo, che venne dichiarato protettore della flotta della Serenissima.

Nel 1992 attraverso le analisi del Dna è stato possibile valutare i reperti ossei recuperati dai baresi e dai veneziani, accertando che i resti appartengono alla stessa persona.
  • Natale
Altri contenuti a tema
La Bellezza del Natale, i vincitori del concorso organizzato dall'associazione Lacarvella La Bellezza del Natale, i vincitori del concorso organizzato dall'associazione Lacarvella Tra i premiati anche il tranese Carmine Tedeschi
Che sia davvero un Natale di Luce Che sia davvero un Natale di Luce I nostri auguri a tutti i lettori del VivaNetwork
Parte oggi a Trani l'itinerario presepistipico nelle chiese del centro storico Parte oggi a Trani l'itinerario presepistipico nelle chiese del centro storico Sarà visitabile fino al 6 gennaio
Natale: immancabile sulle tavole dei pugliesi pesce crudo, cime di rapa stufate, panzerotti fritti e cartellate Natale: immancabile sulle tavole dei pugliesi pesce crudo, cime di rapa stufate, panzerotti fritti e cartellate Vigilia in casa per la maggior parte della popolazione
I biscotti "light" di Natale I biscotti "light" di Natale La ricetta del biologo Giuseppe Labianca
Il video di auguri di Trani 2.0 Il video di auguri di Trani 2.0 Immagini di Trani, dalle vie dello shopping al centro storico
«Riprendiamo a guardare la mangiatoia da dove tutto ha inizio» «Riprendiamo a guardare la mangiatoia da dove tutto ha inizio» Il messaggio dell'arcivescovo D'Ascenzo al mondo della scuola
Scambio di giocattoli usati al Parco Santa Geffa nel giorno di Santo Stefano Scambio di giocattoli usati al Parco Santa Geffa nel giorno di Santo Stefano Un modo per condividere con gli altri ricordi ed esperienze
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.