Giuseppe Ventura
Giuseppe Ventura
Basket

"Una chance per te": a Trani il basket incontra la solidarietà

Domenica il derby con una lotteria di beneficenza per sostenere i progetti umanitari in Congo

Ennesimo derby stagionale quello di domenica, ma questa volta ci si appresta a viverlo con sensazioni diverse e con importanti novità; la Juve Trani sarà priva dei due stranieri e darà ancora più minutaggio ai ragazzi del settore giovanile oltre che ai "quasi veterani" Vania, Passero e Ventura. Sono sicuro che pur con un roster rimaneggiato si cercherà di vender cara la pelle lottando dal primo minuto; sulla sponda Fortitudo l'humor è ai massimi livelli avendo inanellato sette successi in altrettante partite di play-off. I biancazzuri stanno attraversando un momento di grazia sia a livello fisico che a livello mentale con una consolidata mentalità vincente vero marchio di fabbrica in quest'annata straordinaria. A loro vanno fatti i complimenti anche per il gioco espresso sia a livello offensivo che difensivo.

Ma questo sarà anche il Derby che unisce le società dal punto di vista della solidarietà; è stata organizzata, infatti, una lotteria di beneficenza in favore dell'Associazione "Una Chance Per Te" che sostiene diversi progetti umanitari in Congo…pertanto non esitate ad acquistare anche il giorno della partita i biglietti, il cui incasso sarà interamente devoluto all'associazione stessa presieduta dalla Dott.ssa Maria Emanuela Calò.

Ho fatto una chiacchierata con Riccardo "Ricky" Barbera, colonna portante da diversi anni, anima e cuore della Fortitudo assieme a Stefano Di Lauro: "Ho sempre praticato basket sin da piccolo, per me è tutto perché mi è da stimolo anche nello studio come nella vita. Lo sport ti aiuta a raggiungere gli obiettivi prefissati sia a livello individuale che di squadra… Cosa rappresenta la Fortitudo per me? Una grande famiglia dove poter crescere e migliorare, rappresenta il coronamento di un sogno dopo aver fatto tutta la trafila dal minibasket alle giovanili. Il mio sogno era poter giocare in prima squadra ed esserci riuscito per me è motivo di grande orgoglio. Penso di avere il pregio di non mollare mai sia in allenamento che in partita; è accaduto tante volte di non essere al meglio nella fase offensiva ma ciò nonostante ho sempre cercato di dare il mio contributo in difesa e motivando lo spogliatoio…ritengo di dover migliorare continuamente nei fondamentali e soprattutto nell'utilizzo della mano debole, ma anche dal punto di vista mentale devo cercare di "non uscire" dalla partita in particolari condizioni.

Per me giocare i derby è qualcosa di fantastico, non ti nascondo che prima della palla a due il cuore batte a mille, il fatto di rappresentare degnamente dei colori è motivo di orgoglio; bellissimo vedere il palazzetto strapieno. Ai giovani ragazzi che vogliono provare a giocare in prima squadra dico sempre di allenarsi con sacrificio e umiltà ascoltando sempre i consigli degli allenatori e dei giocatori veterani senza tralasciare lo studio; faccio un appello a tutti i tifosi per riempire nuovamente il palazzetto e sostenere l'associazione Una Chance per Te acquistando i biglietti della lotteria di beneficenza".

Giovanni "Giov" Logoluso, bomber biscegliese, guardia tiratrice come pochi sta viaggiando oltre i venti punti di media: "Giocare davanti al palazzetto stracolmo per me è motivo di grande stimolo e orgoglio; inizio a concentrarmi e auto-motivarmi sin da quando, entrando, sento il rumore dei tamburi…l'adrenalina e la tensione crescono per fondersi nell'assoluta concentrazione durante la fase di riscaldamento. In passato mi è spesso capitato di cominciare male le partite soprattutto con basse percentuali al tiro, ma l'esperienza mi ha portato a controllare tensione e ansia e a dare il meglio di me nei momenti clou della partita, riesco a far ciò concentrandomi in particolar modo sulla difesa. A Livello di gioco in generale penso che negli ultimi anni penso si sia un po' esagerato col tiro da tre punti, con riscontri negativi soprattutto nelle giovanili; i ragazzini dovrebbero imparare ad attaccare l'avversario in tutti i modi possibili e non limitarsi esclusivamente a sparacchiare a destra e manca. Alla Juve Trani togliere dal parquet il mio caro amico Stefano Liso, siamo molto amici e ho di lui una grande stima cestistica; apprezzo molto la passione sconfinata per il basket e la sua tecnica. Invito tutti i tranesi a riempire e colorare il palazzetto al fine di poter passare due ore all'insegna del sano agonismo e del divertimento, quello di Trani si può considerare un vero e proprio spot per la pallacanestro".

Parola al Coach Matteo Totaro ex giocatore di Brindisi, Scafati, Firenze, Barletta, Avellino autore da allenatore della doppia promozione dalla D alla DNC con Cerignola e poi stagioni importanti a Manfredonia Ruvo e Barletta: "Ad inizio anno ero concorde con la società per la rinuncia alla C Silver a seguito della chiamata della Federazione, avevamo tutti quanti voglia di vincere sul campo, i ragazzi in primis. Durante la stagione regolare abbiamo lavorato molto sulla difesa sia a livello individuale che di squadra e, a livello offensivo, sull'alternanza tra gioco perimetrale e interno con giocatori come Bartolo Di Leo e Santos. Durante l'anno abbiamo registrato una notevole crescita dei ragazzi sia dal punto di vista tecnico che come mentalità vincente; importante anche l'apporto che i più giovani stanno dando con molta costanza. Trani merita un palcoscenico diverso dalla serie D, a mio modo di vedere anche una C Gold; durante i derby si respira un'aria fantastica pertanto invito tutti i tifosi e amanti di questo sport a riempire per l'ennesima volta il palazzetto…a domenica!!!".

Giuseppe Ventura, dopo aver completato il percorso dal minibasket all'under 13 tra NUS Basket e Juve Trani si trasferisce, su pressante richiesta del Cus, a Bari dove per cinque anni disputa campionati di eccellenza da protagonista: "Ciao Fabio sono molto contento del percorso che stiamo facendo, io in particolare sto giocando molto di più rispetto all'anno scorso. Ultimamente con Coach Djiukic stiamo lavorando molto sulla difesa, motivo per cui sto avendo anche un minutaggio superiore rispetto ad inizio campionato. Ritengo di dover migliorare ancora sotto diversi punti uno su tutti la mentalità offensiva al fine di essere più produttivo in attacco. Nonostante la partenza dei due stranieri, abbiamo aumentato l'intensità durante gli allenamenti come richiesto dall'allenatore; in questi giorni stiamo preparando la partita di domenica focalizzandoci molto sul gioco di squadra che, a mio avviso, è mancato spesso e volentieri. Ritengo il derby una partita unica, diverse dalle altre…bello vedere centinaia di persone che affollano il palazzetto in un clima di festa e sano tifo sportivo; sono sicuro che anche questa volta proverò emozioni uniche ma, alla palla a due, le emozioni lasceranno strada alla concentrazione e determinazione. Da parte nostra ce la metteremo tutta per dare belle soddisfazioni ai nostri tifosi".

Infine le dichiarazioni di Francesco Vania, ragazzo esemplare per impegno e dedizione, anche per lui una parentesi al Cus Bari, se pur breve, per poi concludere il suo percorso giovanile lo scorso anno da capitano dell'U18 che ha raggiunto la storica finale regionale GOLD: "Sono molto soddisfatto di come sta andando la stagione, devo cercare di essere più sicuro di me stesso migliorando nei fondamentali sia offensivi che difensivi. Purtroppo la partenza di Milan e Gavin ci "obbliga" a dare ancora di più soprattutto da parte di noi giovani, sicuramente ci faremo trovare pronti tenendo alta l'intensità difensiva; dobbiamo sicuramente migliorare il gioco di squadra che è mancato in passato. In questi due anni di derby mi sono quasi abituato a vedere gli spalti gremiti, motivo di stimolo per tutti i giocatori in campo. Per il futuro spero di rimanere ancora qui a giocare, dipende tutto dalle scelte che farò a livello universitario…".

Sarà festa promozione per la Fortitudo? Riusciranno i ragazzi terribile della JT a spuntarla? Una cosa è certa sarà sicuramente un grande spettacolo.

Fabio Palieri
6 fotoBasket Trani
Basket TraniBasket TraniBasket TraniBasket TraniBasket TraniBasket Trani
  • basket
Altri contenuti a tema
New JT: la parola a Ninni Ferri, Daniele Vergine e coach Amoruso New JT: la parola a Ninni Ferri, Daniele Vergine e coach Amoruso Nuovo appuntamento con il basket a cura di Fabio Palieri
Il basket tranese tra vecchie glorie e nuove leve Il basket tranese tra vecchie glorie e nuove leve Una nuova pagina di sport a cura di Fabio Palieri
NMC, l'Under15 d’Eccellenza campione regionale e tra loro c'è un tranese NMC, l'Under15 d’Eccellenza campione regionale e tra loro c'è un tranese Davide Pizzi con la sua squadra ha raggiunto il più alto titolo regionale
L'eccellenza del basket tranese in trasferta L'eccellenza del basket tranese in trasferta Questa settimana parola a coach e arbitri
Antonio Cezza, Claudio Pomarico e Diego Resta: tre "grandi" della pallacanestro Antonio Cezza, Claudio Pomarico e Diego Resta: tre "grandi" della pallacanestro Il ricordo e le testimonianze dei loro amici
Grande successo per l'esordio del primo Campionato Regionale Baskin Puglia Grande successo per l'esordio del primo Campionato Regionale Baskin Puglia Al PalaAssi protagoniste tre delle dieci squadre partecipanti
A tutto basket: questa settimana la parola ai "capitani" A tutto basket: questa settimana la parola ai "capitani" È ancora aria di derby ma non solo. Conosciamo meglio le altre realtà
Fratelli Lotti New Juve Trani, Gabriele Alesse non è più l’allenatore della formazione Fratelli Lotti New Juve Trani, Gabriele Alesse non è più l’allenatore della formazione Il tecnico romano ha rassegnato le dimissioni per tornare a Roma per problemi familiari
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.