Porto, sicurezza dopo l'omicidio Zanni
Porto, sicurezza dopo l'omicidio Zanni
Cronaca

Omicidio Zanni, il Comune proverà a costituirsi parte civile

L'avvocato di Pilato difenderà l'ente tranese pro bono

Il Comune di Trani ha deciso di provare a costituirsi parte civile nel procedimento penale per il delitto di Biagio Zanni. A scatenare la decisione probabilmente è stato l'appello del fratello della vittima, Francesco, che aveva raccontato come, a due anni di distanza da quel terribile evento, la sua famiglia fosse rimasta sola. Il 34enne tranese era deceduto all'alba del 20 settembre 2015 all'ospedale Bonomo di Andria poche ore dopo esser stato accoltellato sulla banchina del porto di Trani, in piena movida. A difendere l'ente locale sarà l'avvocato Pasqua di Pilato che ha deciso di assumere l'incarico pro bono, per amore verso la città.

Il processo entrerà nel vivo il 13 ottobre. Saranno escussi i primi testi indicati dal pubblico ministero Marcello Catalano, e cioè i carabinieri che condussero le indagini sin dalle prime battute, mirate a risalire agli autori della rissa poi sfociata in omicidio volontario. Nel processo, in cui il Comune di Trani non si è costituito parte civile, sono imputati i due maggiorenni del gruppo di cinque persone identificate con le indagini: il 20enne Gianluca Napoletano ed il 23enne Gabriele Lorusso. I due tranesi rispondono di rissa aggravata; Napoletano anche di concorso anomalo per reato diverso (omicidio) da quello voluto.

Si sono costituiti parte civile la madre, il padre ed il fratello di Zanni.
  • Comune di Trani
  • Omicidio Zanni
Altri contenuti a tema
"Insieme si può": venerdì 29 in Villa Comunale  la Giornata dello Sport paraolimpico "Insieme si può": venerdì 29 in Villa Comunale la Giornata dello Sport paraolimpico L'iniziaitiva è stata presentata a Palazzo di Città
Fondo per emergenza abitativa, Martello: «Il successo dipenderà dall'impatto che avrà sui proprietari di casa» Fondo per emergenza abitativa, Martello: «Il successo dipenderà dall'impatto che avrà sui proprietari di casa» Illustrato la nuova misura del Comune per aiutare soggetti con situazioni economiche precarie
Emergenza casa, nasce un fondo sperimentale di salvaguardia delle esigenze abitative Emergenza casa, nasce un fondo sperimentale di salvaguardia delle esigenze abitative L'iniziativa grazie la costruzione di una rete tra Comune, soggetti privati ed enti del terzo settore
Buoni spesa, via alle domande sulla piattaforma dedicata Buoni spesa, via alle domande sulla piattaforma dedicata C'è tempo fino al 5 novembre
25 Buoni spesa, al via le domande a partire da lunedì Buoni spesa, al via le domande a partire da lunedì Ecco chi potrà presentare domanda
Fondi di sostegno all'editoria libraria, al Comune di Trani assegnati oltre 9mila euro Fondi di sostegno all'editoria libraria, al Comune di Trani assegnati oltre 9mila euro Riaperti i termini per integrare l'elenco degli operatori economici
L'associazione europea delle vie Francigene compie vent'anni e fa tappa a Trani L'associazione europea delle vie Francigene compie vent'anni e fa tappa a Trani Visita e scambio di saluti istituzionali con i rappresentanti dell'Amministrazione
Il Comune di Trani aderisce alla rete Dafne, il servizio di assistenza alle vittime di reato Il Comune di Trani aderisce alla rete Dafne, il servizio di assistenza alle vittime di reato Sottoscritto un protocollo di intesa per estendere le attività sul territorio locale
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.