ceciliafoto
ceciliafoto
Eventi e cultura

L'arte della fotografia nel "Radar Photofestival": immagini e sensazioni in mostra dal 25 al 27 giugno

L'idea della bellezza resa concreta attraverso le fotografie in un evento internazionale

Il primo appuntamento ufficiale dell'Estate tranese è pronto: è il "Radar Photofestival", che si terrà dal 25 al 27 giugno prossimo, con la direzione artistica a cura dell'Associazione culturale Spaziotempo-Fotografia e Filmmaking, organizzato con il contributo del Comune di Trani e ideato da Giovanni Albore e Adriana D'Alano.

Un appuntamento dedicato all'arte della fotografia dunque: con "Scoperte e Ritrovamenti" l'intento è di "creare una lente attraverso cui osservare il mondo e le persone". L'idea "della bellezza" resa concreta attraverso le fotografie. E Trani si presta a fare da sfondo all'evento, come il migliore dei palcoscenici.

Diciamo subito che questo Festival ha rilevanza internazionale, attraendo artisti che provengono da diversi Paesi dell'Europa o che pur risiedendo in Italia sono noti a livello internazionale. L'obiettivo è quello di valorizzare nel contempo il patrimonio artistico e culturale della città: mostre ed eventi saranno dislocati nei più importanti palazzi della città, tra le location lo Chalet della Villa Comunale, Palazzo Beltrani, Palazzo Covelli, il colonnato della Chiesa dei Templari, Palazzo Palmieri, la Cassarmonica, il Castello.

La progettazione di Radar Photofestival era stata curata lo scorso anno dagli assessori dell'epoca Cecilia Di Lernia e Felice di Lernia, durante il loro ultimo anno di assessorato, e si sarebbe dovuta svolgere dall'1 al 3 maggio dello 2020, ma a causa delle restrizioni dovute alla pandemia è stata rinviata, e il nuovo assessore Francesca Zitoli ha portato a termine tale progetto con la sua consueta forza e tenacia condividenone le finalità e concludendo, egregiamente, l'iter amministrativo finale.

L'evento ha anche l'adesione dell'Ordine degli architetti di Trani, il cui consiglio dell'Ordine ha delegato l'arch. Andrea Roselli a curare i rapporti con la Scuola Spazio-Tempo e con l'assessorato alle Culture per l'esposizione di mostre fotografiche anche all'interno del salone dell'ordine di Palazzo Covelli.

"L'idea di portare a Trani questo tipo di manifestazione – spiega cecilia Di Lernia, che insieme al collega aveva proposto l'evento – nasce dalla passione per la fotografia che insieme a me abbraccia un pubblico molto numeroso, un modo per creare una lente attraverso cui osservare il mondo e le persone. E poi è una occasione per valorizzare una eccellenza tranese, il professionista Giovanni Albore, che ha istruito a questa arte, con i suoi corsi tenuti in tutta la Puglia, una moltitudine di giovani e non".

L'obiettivo è anche un altro: l'evento diventi un punto fermo annuale della nostra città. "L'evento nasce dall'idea di realizzare un Festival di portata nazionale ed internazionale – spiega l'assessore Zitoli - che richiamasse qui in città gradi nomi della fotografia dato che la passione per questa grande arte è molto sentita non solo tra gli adulti ma anche e soprattutto tra i giovanissimi".

Giovanni Albore è un'eccellenza pugliese, fotografo, docente e co-direttore della Scuola Spaziotempo, specializzato nella Fotografia pubblicitaria e di ritratto, suoi gli scatti che hanno promosso la Regione Puglia in giro per l'Italia e l'Europa nel 2017 e nel 2018. Dopo una formazione a Milano, Giovanni decide di tornare ed investire nel sud Italia. Radar nasce da un'idea della scuola Spaziotempo ed ha il focus di intercettare, divulgare, agevolare e creare lo scambio di modi di pensare e di intendere la Fotografia Contemporanea.

Il programma in sintesi: "Scoperte e Ritrovamenti" Talk e incontro pubblico con Mads Nissen (Danimarca), fotoreporter di calibro internazionale vincitore del World Press Photo 2015 e 2021 con Foto dell'Anno. Il World Press Photo è il più importante premio fotogiornalistico del mondo; talk e incontro pubblico con Erik Kessels (Olanda), artista, designer e curatore d'arte olandese; mostre e visite guidate con il fotografo inglese Sam Gregg, Francesco Merlini, Simone Sapienza, Karim El Maktafi, Anna Adamo, Valeria Cherchi, mostra d'archivio Le Photoo Trouvee, il fotoreporter Raffaele Petralla i cui lavori son stati pubblicati sui più importanti magazine del mondo; radar Books - Fiera dell'Editoria Indipendente, curata da Francesca Todde, dedicata al fotolibro con case editrici che provengono da Italia ed Europa. Le mostre saranno visitabili accompagnati dagli artisti.
  • Arte
Altri contenuti a tema
Prosegue fino al 10 ottobre la mostra del tranese Gigi Bucci Prosegue fino al 10 ottobre la mostra del tranese Gigi Bucci "DI-segni-son-fatti-i-sogni" il titolo dell'esposizione presso la sede dell'associazione Arsensum
La medaglia di bronzo all' "Italy International Cake show" è della tranese Francesca Covelli La medaglia di bronzo all' "Italy International Cake show" è della tranese Francesca Covelli Una passione nata sin da bambina e unita al suo straordinario talento artistico
Sorpresa! Man è arrivato a Trani! Sorpresa! Man è arrivato a Trani! Ieri sera il gigante luminoso nell'atteggiamento del pensatore è stato installato e acceso in piazza Quercia
5 Il Ponte dell'Amore, in villa comunale la collettiva d'arte dell'associazione Lacarvella Il Ponte dell'Amore, in villa comunale la collettiva d'arte dell'associazione Lacarvella E il 30 agosto la presentazione del volume "Il sacro nell'arte contemporanea" a cura di Antonio Russo
Raccontare Trani attraverso la comunicazione visiva e il design: ecco Southings Raccontare Trani attraverso la comunicazione visiva e il design: ecco Southings Il progetto vincitore del bando Pin promosso dalla Regione Puglia «per rileggere la città in chiave nuova»
FormArteInsieme, l'evento che mette in rete diverse associazioni di Trani FormArteInsieme, l'evento che mette in rete diverse associazioni di Trani Oggi e domani due giornate all'insegna dell'arte e cultura alla Galleria Belmondo
Installazioni artistiche in città, i dubbi di Andrea Moselli Installazioni artistiche in città, i dubbi di Andrea Moselli Perplessità da parte della guida turistica per le modalità e i luoghi scelti per l'allocazione
Katia Albanese, spazio aperto per l'arte al femminile Katia Albanese, spazio aperto per l'arte al femminile "Zitta Tu", viaggio attraverso tele di legno, pensieri, forza e fragilità delle donne
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.